RSS

Berlino e la sua incredibile storia, ecco la meta preferita dai giovani in vacanza

01 Set

Berlino e i suoi misteri, tanto affascinanti quanto tragici e attraenti. I paradossi e i desideri della città che, stando a quanto riportato dalle classifiche europee, è la meta preferita da parte di tutti i giovani del mondo. Un eccezionale miscuglio di sofisticatezza e caos in grado, con la sua particolarità, di arricchire chiunque abbia la fortuna di abbeverarsene. (Vinicio Marchetti)

Berlin-15Berlino non potrà mai neanche lontanamente eguagliare l’arte che fa da cornice a città come Roma e Firenze. Cattedrali, musei e capolavori, nella capitale tedesca, sono rari come rose nere. Niente più che un pallido ricordo dei monumenti d’Italia o di altre capitali europee quali Parigi o Mosca. Le coppiette, poi, neanche col più sudato impegno riusciranno a scovare scorci romantici in cui annegare l’uno nello sguardo dell’altra.

Ciò che rende Berlino una città unica, inimitabile nel suo stile, è la sua storia. Una storia autentica, sanguigna e sanguinaria. Fatta di profonde divisioni diventate, in seguito, carnali riavvicinamenti. Visitando Berlino si potrà respirare l’aria di un passato che, ancora oggi, non ne vuole sapere di rimanersene in soffitta, come il più proverbiale dei “parenti scomodi”. Berlino è paradossale, lo è sempre stata. Nasce da un acceso contrasto tra storia e modernità. Ed è proprio questo l’irresistibile richiamo che, ogni anno, attrae migliaia di giovani da tutto il mondo.

Il monumento simbolo della città tedesca è, senza dubbio, la Porta di Brandeburgo. Alta quasi trenta metri, quest’imponente entrata è l’unica rimasta in piedi fra le 18 che un tempo ne consentivano l’accesso alla città. Quando venne innalzato il muro, si venne a trovare nella terra di nessuno tra Est e Ovest. Per questo, ai molti, appare come il confine tra dittatura e libertà.

La piazza più importante è senz’altro Alexanderplatz. Il nome è un omaggio allo Zar Alessandro I che visitò Berlino nel 1805. Il design originario fu stravolto negli anni 70 da Erich Honecker, ex Ddr, che decise di farne un capolavoro della gloria socialista. I palazzi appaiono glaciali, distaccati e, al loro interno, fa ben mostra di se l’enorme sfera di Fernsehturm. I berlinesi chiamano confidenzialmente la piazza “Alex”, ma non è consigliabile schernirla; su di lei è stato composto un romanzo e sceneggiato un film.

Una delle principali caratteristiche di Berlino, da molti ignorata, è che possiede più ponti di Venezia. La metropoli, infatti, è attorniata da numerosi corsi d’acqua che la rendono affascinante e suggestiva. Il centro, ovviamente, ha nel caos e nella dinamicità la propria struttura e anima ma, percorrere Berlino attraverso i suoi specchi d’acqua, potrà farne scoprire il lato più pacato e rasserenante.

Berlino è una città costruita con forza, con orgoglio; una città capace di trasmettere attraverso ogni pietra solidità e voglia di migliorarsi costantemente. Forse, come nessun’altra capitale del mondo, riesce a infondere nella mente di chi ha la fortuna di percorrere il suo suolo, il desiderio di lavorare per rendere se stessi e il posto in cui si vive tenacemente migliore.

Fonte di provenienza dell'articolo

 

Annunci
 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: