RSS

L’anno scolastico è alle porte: i dati e le novità

02 Set

scuola_campanellaL’avvio del nuovo anno scolastico sara’ “regolare” e “con tutti i docenti in cattedra”. Lo ha assicurato il ministro dell’Istruzione, Mariastella Gelmini, in una conferenza a palazzo Chigi. Il ministro ha anche annunciato un “aumento del tempo pieno” e spiegato che la presenza di classi “affollate” e’ ridotta e “concentrata nelle grandi citta’”. Inoltre, sono tremila gli istituti hanno ormai servizi digitali dalle assenze comunicate via sms alle pagelle online, alle prenotazioni via Web dei colloqui. Quest’anno saranno poi distribuite altre 9 mila Lim (lavagne multimediali) e 13 scuole avranno una classe con piu’ strumenti tecnologici.

Quest’anno fra i banchi ci saranno 7.830.650 alunni nella scuola pubblica. Oltre 1 milione saranno gli alunni dell’infanzia, 2.571.949 saranno quelli della primaria, 1.689.029 quelli della secondaria di I grado, 2.548.189 quelli della secondaria di II grado. Diminuiscono progressivamente gli alunni dei Sud e delle Isole e quelli del Nord-Est, c’e’ invece un incremento al Centro e al Nord-Ovest. Per le superiori il liceo scientifico resta in testa con il 18,4% delle iscrizioni. Ma, guardando agli incrementi totali, l’indirizzo delle scienze applicate batte tutti i corsi liceali, segue il linguistico. In crescita anche il settore tecnologico degli istituti tecnici. In calo i professionali. Inoltre, partirà l’istruzione tecnica superiore con 59 sperimentazioni. I nuovi istituti a cui si accede dopo il diploma faranno capo a delle Fondazioni costituite da scuole, universita’ e aziende. Ci sono gia’ 5 mila domande. Gli studi forniscono crediti spendibili anche all’universita’ e consentono un ingresso rapido nel mondo del lavoro. Si tratta, dicono dal Ministero, di super diplomi con cui si trova “piu’ facilmente un posto”.

Per gli studenti bravi, poi, arrivano le borse di studio per merito che saranno pagate dallo Stato “ma anche dai privati” attraverso la Fondazione per il merito costituita con la riforma dell’Universita’. Chi prendera’ alla maturita’ un voto superiore a 80/100 potra’ accedere ad un test elaborato in collaborazione con l’Invalsi che accertera’ le competenze di base. I migliori potranno accedere “indipendentemente dalle condizioni economiche a delle borse di studio o a prestiti d’onore per un importo pari a 10 mila euro”, ha spiegato Gelmini. La borsa a fondo perduto vale per il primo anno di universita’. Dal secondo scatta il prestito d’onore che va restituito in futuro quando lo studente lavorera’ e in proporzione al reddito. Per mantenere i benefici ci vuole una “media del 27” e bisogna avere studi regolari. Chi prende il massimo dei voti a fine corso di studio viene esonerato dal rimborso del prestito. Per quest’anno ci sono gia’ mille borse. Altre 3 mila saranno finanziate con i fondi Pon. Intanto sono anche stati “ripristinati” 100 milioni per le borse di studio tradizionali precedentemente cancellati. I soldi saranno inseriti “nella legge di stabilita’”.

A proposito di conti che tornano, la Gelmini sostiene nuova manovra del governo “non prevede tagli all’organico della scuola, all’universita’ e alla ricerca”. Il ministro ha poi aggiunto che con l’accorpamento degli istituti scolastici contenuto nel decreto sviluppo non comportera’ la perdita di “3 mila dirigenti scolastici, ma di mille, che saranno totalmente recuperati all’interno dell’organico dei presidi, senza danneggiare gli aspiranti dirigenti che stanno per svolgere il concorso appena bandito”.

Fonte di provenienza dell'articolo

 

Annunci
 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: