RSS

Programma di riforme dell’istruzione superiore

28 Set

Studenti seduti in un'aula davanti alla lavagna e a un insegnante © iStock/Dr. Heinz Linke

In Europa si contano circa 4 000 università e altri istituti di istruzione superiore. Alcuni sono fra i migliori al mondo, mentre altri non sono andati al passo con i cambiamenti economici e sociali. Secondo una recente previsione, entro il 2020 il 35% dei posti di lavoro nell’UE richiederà un titolo di istruzione superiore. Oggi, invece, solo il 26% dei lavoratori è laureato, una percentuale decisamente inferiore a USA, Giappone e Canada.  Una nuova strategia per modernizzare l’istruzione superiore illustra le riforme che i governi nazionali devono realizzare: l’obiettivo è avere un numero sufficiente di laureati con le competenze necessarie per contribuire all’innovazione, alla crescita economica e alla creazione di posti di lavoro.  Grazie a queste riforme, i giovani potranno seguire le formazioni che desiderano e trovare il lavoro più adatto alle loro competenze.  Gli obiettivi sono:  portare il numero di laureati al 40% della popolazione attiva entro il 2020, rispetto all’attuale media UE del 34% circa; attirare una più ampia sezione trasversale della società verso l’università e ridurre il numero di abbandoni degli studi; migliorare la qualità e la pertinenza dei corsi universitari per rispondere alle esigenze dei singoli e del mercato del lavoro; incentivare e premiare l’eccellenza nell’insegnamento e nella ricerca; aumentare le opportunità per gli studenti che desiderano acquisire competenze supplementari grazie a un periodo di studio o formazione all’estero; formare un maggior numero di ricercatori per preparare l’Europa alle sfide del futuro; rafforzare i legami fra istruzione, ricerca e imprese; garantire un finanziamento efficiente che permetta di realizzare gli obiettivi fissati. Anche se l’istruzione è di competenza dei governi nazionali, l’UE può fare molto per sostenere i programmi di modernizzazione. Per esempio, un sistema europeo permetterà di classificare le università e fornire agli studenti informazioni sulla sede più adatta in Europa per seguire la formazione prescelta. Un nuovo sistema di prestiti garantiti consentirà di finanziare gli studenti che seguono un master in un altro paese dell’UE. Le proposte della Commissione per il prossimo bilancio dell’UE 2014-2020 comprendono anche un sostanziale incremento dei fondi per l’istruzione, la formazione e la gioventù (+73%) e per la ricerca (+46%).

Annunci
 

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: