RSS

Assenze: scopri se sarai bocciato…

03 Ott
assenze scolastiche massime

Allarme assenze: tra occupazioni, autogestione, manifestazioni, malattie e assenze più o meno giustificate, molti di voi hanno paura di essere bocciati per via delle nuove regole sulle assenze.

Ecco quindi la guida di Skuola.net per capire come funzionano questi famosi quanto temuti “50 giorni di assenza” in un anno per vincere una bocciatura!

LA LEGGE – Il tutto è regolato dall’art. 14, comma 7 del DPR 122/2009 dove si legge:
“…ai fini della validità dell’anno scolastico,[…], per procedere alla valutazione finale di ciascuno studente, è richiesta la frequenza di almeno tre quarti dell’orario annuale personalizzato. Le istituzioni scolastiche possono stabilire, per casi eccezionali motivate e straordinarie deroghe al suddetto limite. Tale deroga è prevista per assenze documentate e continuative, a condizione, comunque, che tali assenze non pregiudichino, a giudizio del consiglio di classe, la possibilità di procedere alla valutazione degli alunni interessati. Il mancato conseguimento del limite minimo di frequenza, comprensivo delle deroghe riconosciute, comporta l’esclusione dallo scrutinio finale e la non ammissione alla classe successiva o all’esame finale di ciclo”.

TRADOTTO IN UN LINGUAGGIO PIÙ UMANO… – Per non rischiare di essere bocciati, dovete frequentare almeno i ¾ delle ore di lezione che compongono l’anno scolastico nel vostro istituto, comprensivo anche delle ore didattiche opzionali che rientrano nel curriculum individuale di ogni studente (ovvero, il cosiddetto monte ore annuale). Da qui nasce la confusione: vallo a sapere quante sono queste ore e quante ne ho fatte di assenza?

LA FORMULA DEL PROMOSSI O BOCCIATI – A questo punto il problema è calcolare il restante ¼ di ore di lezione che si possono perdere e quindi, determinare quante assenze a scuola si possono fare.

Metodo 1 (per chi non sa usare la calcolatrice…)
Visto che la scuola deve durare almeno 200 giorni, la regola del ¼ di ore di lezione si applica ai giorni: per non essere bocciati non bisogna superare 50 giorni di assenza. Si tratta comunque di una semplificazione: giorno più o giorno meno, facendo 50 giorni di assenza generalmente si arriva a mancare a circa 1/4 dell’orario scolastico annuale. Se non siete a rischio, potete terminare qui la lettura.

Metodo 2 (per un calcolo preciso e per chi ha già fatto molte assenze)
Bisogna prima fare il: 
a) Calcolo del numero di ore di lezione annue
– Si trovano sul Piano Offerta Formativa della scuola oppure chiedendo in segreteria.
– In alternativa, si possono stimare in questo modo:

“H” sono le ore settimanali di lezione, mentre 33 settimane è il valore medio di settimane scolastiche necessarie per arrivare ai famosi 200 giorni minimi di durata dell’anno scolastico.

E poi il:
b) Calcolo del numero di ore massimo di assenza per anno

Questo è il numero che non dovrete mai superare, pena la bocciatura. E’ sempre bene controllare a metà anno a che punto siete. Come fare? Prendete la vostra pagella di fine quadrimestre: per ogni materia viene indicato il numero di ore di assenza insieme al voto, fate la somma e otterrete la vostra situazione a metà anno.

Come sei messo con le assenze: disperato o tranquillo?
Dì la tua commentando la news
   
Fonte di provenienza dell’articolo
Annunci
 

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: