RSS

Catania: V°Giornata Nazionale del Braille – CONVEGNO ed esposizione del POLO TATTILE ITINERANTE. Istituto Socio-Psico Pedagogico “Lombardo Radice”. Via Imperia, 21 – CATANIA

27 Feb

 CONVEGNO e esposizione del POLO TATTILE ITINERANTE. Istituto Socio-Psico Pedagogico “Lombardo Radice”. Via Imperia, 21 – CATANIA

DISABILI/ 5a Giornata nazionale Braille: a Catania prima sosta a scuola del Polo Tattile Itinerante. L’autobus didattico per due giorni all’Istituto Lombardo Radice. Studi e testimonianze per il convegno. Il racconto della maestra di Acquaviva Platani che ha insegnato il Braille agli alunni vedenti

E’ dedicato al mondo della scuola, e alle testimonianze dal vivo di insegnanti e alunni siciliani impegnati ogni giorno nella complessa ma possibile integrazione dei non vedenti, il convegno organizzato dalla Stamperia Regionale Braille di Catania in occasione della V Giornata Nazionale del Braille che, istituita nel 2007, si celebra oggi 21 febbraio. Il Braille è il sistema di lettura con i puntini a rilievo utilizzato dai non vedenti di tutto il mondo e inventato da Louis Braille nel 1821.

Per la concomitanza con la festa del Carnevale, a Catania le celebrazioni slittano di qualche giorno. L’appuntamento è infatti per lunedì prossimo, 27 febbraio (ore 9.30), nell’Istituto Socio-psico pedagogico, oggi Liceo delle Scienze umane, “Lombardo Radice” di Catania, una delle scuole siciliane pioniera negli anni Settanta dell’integrazione degli alunni non vedenti anche grazie al supporto tecnologico della Stamperia Braille di Catania che, istituita 30 anni fa dalla Regione Siciliana su iniziativa dell’Unione Italiana Ciechi, realizza in braille libri scolastici – distribuiti gratuitamente agli attuali 400 studenti ciechi siciliani – vocabolari, codici, testi culturali e riviste spedite in tutta Italia. In occasione della V Giornata nazionale del Braille, il “Lombardo Radice” ospiterà per due giorni (il 27 e 28 febbraio) il Polo Tattile Itinerante alla sua prima uscita ufficiale, che potrà essere visitato dalla cittadinanza anche nelle ore pomeridiane. Versione “mobile” del Polo Tattile Multimediale di Catania (via Etnea 602) della Stamperia Braille, il Polo tattile itinerante è un autobus inaugurato lo scorso dicembre che ospita al suo interno un museo tattile, sussidi tiflodidattici per lo studio, il gioco, il lavoro e la vita quotidiana e il Bar al buio (dove il cieco fa da guida al vedente) per divulgare nelle piazze e nelle scuole siciliane la cultura “possibile” dell’integrazione fra vedenti e non vedenti. Ai lavori del convegno, coordinati dal giornalista Andrea Lodato, parteciperà fra gli altri, anche Maria Vaccaro, l’insegnante di sostegno che, nella scuola di Acquaviva Platani (sezione distaccata di Mussumeli, CL), in questi anni insieme ad altre due colleghe ha insegnato il Braille agli alunni vedenti perché potessero comunicare e condividere l’esperienza della loro compagnetta Cristina, cieca dalla nascita. I lavori saranno aperti dalla proiezione di un video “Non così, ma così” realizzato dall’Unione Italiana Ciechi, che dimostra come basti cambiare di poco alcuni piccoli gesti giornalieri perché questi diventino fruibili anche dai non vedenti, contribuendo quindi in maniera concreta alla loro integrazione e autonomia.

Dopo i saluti delle autorità civili e religiose, della preside del Lombardo Radice, dott.ssa Piera Pedalino, e l’introduzione dell’ avv. Giuseppe Castronuovo, presidente della Stamperia Braille, i lavori del convegno “Dal buio alla luce con il Braille” proseguiranno con le relazioni del professore Nicola Stilla, presidente del Club Italiano del Braille, della dott.ssa Agata Di Luca, dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo “Domenico Savio” (San Gregorio di Catania) e del direttore generale della Stamperia, dott. Pino Nobile. Seguiranno le testimonianze di un gruppo di insegnanti di sostegno del “Lombardo Radice” e dell’Istituto Comprensivo “Paolo Emiliani Giudici” di Mussomeli che racconteranno le proprie esperienze sul campo, fra i banchi di scuola. Sono le insegnanti Francesca Santonocito, Dori Costa e, appunto, la maestra di sostegno Maria Vaccaro. Concluderanno il convegno gli interventi di tre studenti del Lombardo Radice, vedenti e non vedenti: Ellenia Calvino, Antonino Affatato, Serena Santonocito.

Polo Tattile Multimediale e Stamperia Regionale Braille.

Il Polo Tattile Multimediale (Catania, via Etnea 602) è un progetto nato come proiezione della Stamperia Regionale Braille dell’Uici (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) nei cui laboratori, dal 1978, si realizza l’80 per cento delle pubblicazioni associative nazionali (tre riviste, due delle quali destinate a bambini e adolescenti, e distribuite a 9 mila abbonati in tutt’Italia).

Nei duemila metri quadrati del Polo tattile multimediale di Catania si trovano riuniti: l’unico Show-room d’Italia (terzo in Europa dopo Parigi e Londra) con libri, giocattoli e sussidi didattici e tecnologici innovativi, il Museo tattile con le più celebri opere d’arte da toccare, il Bar al buio (dove il non vedente diventa guida per il vedente), l’Internet Cafè con barra Braille e il Giardino Sensoriale oltre alla grande biblioteca della Stamperia Braille con la sua ricchissima offerta di volumi in Braille, Large print e audiolibri. Si visita su prenotazione telefonica al n° 095.500.177. La Stamperia di Catania realizza libri in Braille, in Large print, in testo elettronico per sintesi vocale o per display Braille e in Stampa congiunta nero/Braille. In quest’ultimo sistema il carattere Braille corrisponde esattamente a quello tipografico dei vedenti e consente ai ciechi, in piena autonomia, di condividere un testo con i vedenti. E’ frequente, infatti, da parte di genitori non vedenti l’utilizzo del metodo a Stampa congiunta per insegnare a leggere ai propri bambini vedenti e rappresenta un validissimo sussidio per gli insegnanti di sostegno, che spesso non leggono il Braille. La Stamperia di Catania è, per produttività, la più importante struttura italiana: all’avanguardia sia per le tecniche in uso (opera in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria Elettrica Elettronica e dei Sistemi, Diees, dell’Università di Catania) che per i macchinari. Grazie al contributo della Regione Siciliana produce ogni anno – e distribuisce gratis – testi scolastici nei metodi elencati per gli studenti disabili visivi siciliani. Dietro richiesta, poi, la Stamperia produce e spedisce in tutta Italia testi scolastici e riviste in Braille. Il motto della Stamperia è “Quel che i ciechi sognano, noi lo realizziamo”.

Giornata Nazionale del Braille.

E’ stata istituita nell’agosto del 2007, primo firmatario il senatore catanese Enzo Bianco. Si celebra il 21 febbraio con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica nei confronti delle persone non vedenti. Una circolare del Ministero della Pubblica Istruzione spedita a tutte le scuole d’Italia ricorda il testo della legge in cui si invitano “le amministrazioni pubbliche e gli altri organismi che operano nel settore sociale a promuovere iniziative di sensibilizzazione e solidarietà, nonché studi, convegni, incontri e dibattiti presso le scuole e i principali mass-media per richiamare l’attenzione e l’informazione sull’importanza che il sistema Braille riveste nella vita delle persone non vedenti al fine di sviluppare politiche pubbliche e comportamenti privati che allarghino le possibilità di reale inclusione sociale e di accesso alla cultura e all’informazione per tutti coloro che soffrono di minorazioni visive”.

Fonte di provenienza dell'articolo

Giornata Nazionale del Braille

stamperia, les demoiselles d'avignon (picasso, 1907), lgt

Lunedì 27 Febbraio 2012
CONVEGNO e esposizione del POLO TATTILE ITINERANTE

Liceo Statale “Lombardo Radice”, Via Imperia, 21 – CATANIA

DISABILI/ 5a Giornata nazionale Braille: oggi a Catania prima sosta a scuola del Polo Tattile Itinerante
Stonehenge, Picasso e Caravaggio: i plastici in mostra con l’autobus didattico al liceo Lombardo Radice

La testimonianza della maestra di Acquaviva Platani che ha insegnato il Braille agli alunni vedenti

CATANIA, 27 febbraio 2012 – Tre capolavori dell’arte universale, fedelmente riprodotti in 3D di recente nei laboratori dellaStamperia Braille di Catania per essere “letti con le dita” – e quindi conosciuti – dai ciechi, sono esposti insieme al Polo Tattile Itinerante oggi e domani, lunedì e martedì 27 e 28 febbraio, nel campus del liceo statale Lombardo Radice in occasione della V Giornata Nazionale del Braille.All’evento è dedicato un convegno organizzato dalla Stamperia – che fornisce libri di testo gratuiti in Braille ai circa 400 studenti non vedenti siciliani – e rivolto al mondo della scuola.

LE OPERE IN MOSTRA
Si tratta del plastico di Stonehenge, il sito neolitico inserito nella World Heritage List dell’Unescocon i grandi megaliti disposti a forma di cerchio che si trova in Inghilterra, e poi le riproduzioni a rilievo di due celebri dipinti: Les Demoiselles d’Avignon, olio su tela di Pablo Picasso (l’originale è un’ opera di grande formato 243×233 cm custodita alMoMa di New York) e la Medusa del Caravaggio, olio su tela esposto agli Uffizi di Firenze. Queste tre nuove opere si aggiungono alle nove stabili del Polo Tattile Itinerante (i monumenti-simbolo delle province siciliane) in mostra al Lombardo Radice il 27 e il 28 anche nelle ore pomeridiane.
Versione “mobile” del Polo Tattile Multimediale di Catania (via Etnea 602) della Stamperia Braille, il Polo tattile itinerante è un autobus inaugurato lo scorso dicembre che ospita al suo interno un museo tattile, sussidi tiflodidattici per lo studio, il gioco, il lavoro e la vita quotidiana e il Bar al buio (dove il cieco fa da guida al vedente) per divulgare nelle piazze e nelle scuole siciliane la cultura “possibile” dell’integrazione fra vedenti e non vedenti.

IL CONVEGNO “Dal buio alla luce con il Braille”
Al convegno, moderato dal giornalista Andrea Lodato, parteciperà fra gli altri, Maria Vaccaro, l’insegnante di sostegno che, nella scuola di Acquaviva Platani (sezione distaccata di Mussumeli, CL), in questi anni insieme ad altre due colleghe ha insegnato il Braille agli alunni vedenti perché potessero comunicare e condividere l’esperienza della loro compagnetta Cristina, cieca dalla nascita. I lavori saranno aperti dalla proiezione di un video “Non così, ma così” realizzato dall’Unione Italiana Ciechi, che dimostra come basti cambiare di poco alcuni piccoli gesti giornalieri perché questi diventino fruibili anche dai non vedenti, contribuendo quindi in maniera concreta alla loro integrazione e autonomia.Dopo i saluti delle autorità civili e religiose, della preside del Lombardo Radice, dott.ssa Piera Pedalino, e l’introduzione dell’ avv.Giuseppe Castronuovo, presidente della Stamperia Braille, i lavori del convegno “Dal buio alla luce con il Braille”proseguiranno con le relazioni del professore Nicola Stilla, presidente del Club Italiano del Braille, della dott.ssa Agata Di Luca, dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo “Domenico Savio” (San Gregorio di Catania) e del direttore generale della Stamperia, dott. Pino Nobile. Seguiranno le testimonianze di un gruppo di insegnanti di sostegno del “Lombardo Radice” e dell’Istituto Comprensivo “Paolo Emiliani Giudici” di Mussomeli che racconteranno le proprie esperienze sul campo, fra i banchi di scuola. Sono le insegnanti Francesca Santonocito, Dori Costa e, appunto, la maestra di sostegnoMaria Vaccaro. Concluderanno il convegno gli interventi di tre studenti del Lombardo Radice, vedenti e non vedenti: Ellenia Calvino, Antonino Affatato, Serena Santonocito.

Polo Tattile Multimediale e Stamperia Regionale Braille, notizie
Il Polo Tattile Multimediale (Catania, via Etnea 602) è un progetto nato come proiezione della Stamperia Regionale Braille dell’Uici (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) nei cui laboratori, dal 1978, si realizza l’80 per cento delle pubblicazioni associative nazionali (tre riviste, due delle quali destinate a bambini e adolescenti, e distribuite a 9 mila abbonati in tutt’Italia).
Nei duemila metri quadrati del Polo tattile multimediale di Catania si trovano riuniti: l’unico Show-room d’Italia (terzo in Europa dopo Parigi e Londra) con libri, giocattoli e sussidi didattici e tecnologici innovativi, il Museo tattile con le più celebri opere d’arte da toccare, il Bar al buio(dove il non vedente diventa guida per il vedente), l’Internet Cafè con barra Braille e il Giardino Sensoriale oltre alla grande bibliotecadella Stamperia Braille con la sua ricchissima offerta di volumi in Braille, Large print e audiolibri. Si visita su prenotazione telefonica al n° 095.500.177La Stamperia di Catania realizza libri in Braille, in Large print, in testo elettronico per sintesi vocale o per display Braille e in Stampa congiunta nero/Braille. In quest’ultimo sistema il carattere Braille corrisponde esattamente a quello tipografico dei vedenti e consente ai ciechi, in piena autonomia, di condividere un testo con i vedenti. E’ frequente, infatti, da parte di genitori non vedenti l’utilizzo del metodo a Stampa congiunta per insegnare a leggere ai propri bambini vedenti e rappresenta un validissimo sussidio per gli insegnanti di sostegno, che spesso non leggono il Braille. La Stamperia di Catania è, per produttività, la più importante struttura italiana: all’avanguardia sia per le tecniche in uso (opera in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria Elettrica Elettronica e dei Sistemi, Diees, dell’Università di Catania) che per i macchinari. Grazie al contributo della Regione Siciliana produce ogni anno – e distribuisce gratis – testi scolastici nei metodi elencati per gli studenti disabili visivi siciliani. Dietro richiesta, poi, la Stamperia produce e spedisce in tutta Italia testi scolastici e riviste in Braille. Il motto della Stamperia è “Quel che i ciechi sognano, noi lo realizziamo”.

Giornata Nazionale del Braille, notizie
E’ stata istituita nell’agosto del 2007, primo firmatario il senatore catanese Enzo Bianco. Si celebra il 21 febbraio con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica nei confronti delle persone non vedenti. Una circolare del Ministero della Pubblica Istruzione spedita a tutte le scuole d’Italia ricorda il testo della legge in cui si invitano “le amministrazioni pubbliche e gli altri organismi che operano nel settore socialea promuovere iniziative di sensibilizzazione e solidarietà, nonché studi, convegni, incontri e dibattiti presso le scuole e i principali mass-mediaper richiamare l’attenzione e l’informazione sull’importanza che il sistema Braille riveste nella vita delle persone non vedenti al fine di sviluppare politiche pubbliche e comportamenti privati che allarghino le possibilità di reale inclusione sociale e di accesso alla cultura e all’informazione per tutti coloro che soffrono di minorazioni visive“.

Ufficio Stampa
Zephir di Carmela Grasso


V Giornata Nazionale del Braille
CONVEGNO e esposizione del POLO TATTILE ITINERANTE

pti, studentesse sfiorano testo misto (nero-braille) sul polo tattile itinerante (lgt)

Istituto Socio-Psico Pedagogico “Lombardo Radice”
Via Imperia, 21 – CATANIA

DISABILI/ 5a Giornata nazionale Braille:
a Catania prima sosta a scuola del Polo Tattile Itinerante

L’autobus didattico per due giorni all’Istituto Lombardo Radice.
Studi e testimonianze per il convegno

Il racconto della maestra di Acquaviva Platani che ha insegnato il Braille agli alunni vedenti

CATANIA, 21 febbraio 2012 – E’ dedicato al mondo della scuola, e alle testimonianze dal vivo di insegnanti e alunni siciliani impegnati ogni giorno nella complessa ma possibile integrazione dei non vedenti, il convegno organizzato dalla Stamperia Regionale Braille di Catania in occasione della V Giornata Nazionale del Braille che, istituita nel 2007, si celebra oggi 21 febbraioIl Braille è il sistema di lettura con i puntini a rilievo utilizzato dai non vedenti di tutto il mondo e inventato da Louis Braille nel 1821.

Per la concomitanza con la festa del Carnevale, a Catania le celebrazioni slittano di qualche giorno.L’appuntamento è infatti per lunedì prossimo, 27 febbraio (ore 9.30), nell’Istituto Socio-psico pedagogico, oggi Liceo delle Scienze umane,“Lombardo Radice” di Catania, una delle scuole siciliane pioniera negli anni Settanta dell’integrazione degli alunni non vedenti anche grazie al supporto tecnologico della Stamperia Braille di Catania che, istituita 30 anni fa dalla Regione Siciliana su iniziativa dell’Unione Italiana Ciechi, realizza in braille libri scolastici – distribuiti gratuitamente agli attuali 400 studenti ciechi siciliani – vocabolari, codici, testi culturali e riviste spedite in tutta Italia. In occasione della V Giornata nazionale del Braille, il “Lombardo Radice” ospiterà per due giorni (il 27 e 28 febbraio) il Polo Tattile Itinerante alla sua prima uscita ufficiale, che potrà essere visitato dalla cittadinanza anche nelle ore pomeridiane. Versione “mobile” del Polo Tattile Multimediale di Catania (via Etnea 602) della Stamperia Braille, il Polo tattile itinerante è un autobus inaugurato lo scorso dicembre che ospita al suo interno un museo tattile, sussidi tiflodidattici per lo studio, il gioco, il lavoro e la vita quotidiana e il Bar al buio (dove il cieco fa da guida al vedente) per divulgare nelle piazze e nelle scuole siciliane la cultura “possibile” dell’integrazione fra vedenti e non vedenti. Ai lavori del convegno, coordinati dal giornalista Andrea Lodato, parteciperà fra gli altri, anche Maria Vaccaro, l’insegnante di sostegno che, nella scuola diAcquaviva Platani(sezione distaccata di Mussumeli, CL), in questi anni insieme ad altre due colleghe ha insegnato il Braille agli alunni vedenti perché potessero comunicare e condividere l’esperienza della loro compagnetta Cristina, cieca dalla nascita. I lavori saranno aperti dalla proiezione di un video “Non così, ma così” realizzato dall’Unione Italiana Ciechi, che dimostra come basti cambiare di poco alcuni piccoli gesti giornalieri perché questi diventino fruibili anche dai non vedenti, contribuendo quindi in maniera concreta alla loro integrazione e autonomia.

Dopo i saluti delle autorità civili e religiose, della preside del Lombardo Radice, dott.ssa Piera Pedalino, e l’introduzione dell’ avv. Giuseppe Castronuovo, presidente della Stamperia Braille, i lavori del convegno “Dal buio alla luce con il Braille” proseguiranno con le relazioni del professoreNicola Stilla, presidente del Club Italiano del Braille, della dott.ssa Agata Di Luca, dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo “Domenico Savio” (San Gregorio di Catania) e del direttore generale della Stamperia, dott. Pino Nobile. Seguiranno le testimonianze di un gruppo di insegnanti di sostegno del “Lombardo Radice” e dell’Istituto Comprensivo “Paolo Emiliani Giudici” di Mussomeli che racconteranno le proprie esperienze sul campo, fra i banchi di scuola. Sono le insegnantiFrancesca Santonocito, Dori Costa e, appunto, la maestra di sostegno Maria Vaccaro.Concluderanno il convegno gli interventi di tre studenti del Lombardo Radice, vedenti e non vedenti:Ellenia Calvino, Antonino Affatato, Serena Santonocito.

Polo Tattile Multimediale e Stamperia Regionale Braille, notizie
Il Polo Tattile Multimediale (Catania, via Etnea 602) è un progetto nato come proiezione della Stamperia Regionale Braille dell’Uici (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) nei cui laboratori, dal 1978, si realizza l’80 per cento delle pubblicazioni associative nazionali (tre riviste, due delle quali destinate a bambini e adolescenti, e distribuite a 9 mila abbonati in tutt’Italia).
Nei duemila metri quadrati del Polo tattile multimediale di Catania si trovano riuniti: l’unico Show-room d’Italia (terzo in Europa dopo Parigi e Londra) con libri, giocattoli e sussidi didattici e tecnologici innovativi, il Museo tattile con le più celebri opere d’arte da toccare, il Bar al buio(dove il non vedente diventa guida per il vedente), l’Internet Cafè con barra Braille e il Giardino Sensoriale oltre alla grande bibliotecadella Stamperia Braille con la sua ricchissima offerta di volumi in Braille, Large print e audiolibri. Si visita su prenotazione telefonica al n° 095.500.177La Stamperia di Catania realizza libri in Braille, in Large print, in testo elettronico per sintesi vocale o per display Braille e in Stampa congiunta nero/Braille. In quest’ultimo sistema il carattere Braille corrisponde esattamente a quello tipografico dei vedenti e consente ai ciechi, in piena autonomia, di condividere un testo con i vedenti. E’ frequente, infatti, da parte di genitori non vedenti l’utilizzo del metodo a Stampa congiunta per insegnare a leggere ai propri bambini vedenti e rappresenta un validissimo sussidio per gli insegnanti di sostegno, che spesso non leggono il Braille. La Stamperia di Catania è, per produttività, la più importante struttura italiana: all’avanguardia sia per le tecniche in uso (opera in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria Elettrica Elettronica e dei Sistemi, Diees, dell’Università di Catania) che per i macchinari. Grazie al contributo della Regione Siciliana produce ogni anno – e distribuisce gratis – testi scolastici nei metodi elencati per gli studenti disabili visivi siciliani. Dietro richiesta, poi, la Stamperia produce e spedisce in tutta Italia testi scolastici e riviste in Braille. Il motto della Stamperia è “Quel che i ciechi sognano, noi lo realizziamo”.

Giornata Nazionale del Braille, notizie
E’ stata istituita nell’agosto del 2007, primo firmatario il senatore catanese Enzo Bianco. Si celebra il 21 febbraio con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica nei confronti delle persone non vedenti. Una circolare del Ministero della Pubblica Istruzione spedita a tutte le scuole d’Italia ricorda il testo della legge in cui si invitano “le amministrazioni pubbliche e gli altri organismi che operano nel settore sociale a promuovere iniziative di sensibilizzazione e solidarietà, nonché studi, convegni, incontri e dibattiti presso le scuole e i principali mass-media per richiamare l’attenzione e l’informazione sull’importanza che il sistema Braille riveste nella vita delle persone non vedenti al fine di sviluppare politiche pubbliche e comportamenti privati che allarghino le possibilità di reale inclusione sociale e di accesso alla cultura e all’informazione per tutti coloro che soffrono di minorazioni visive“.

Ufficio Stampa
Zephir di Carmela Grasso

eventi sagre e mercatini

Fonte di provenienza dell'articolo

Annunci
 

Tag: , , , ,

Una risposta a “Catania: V°Giornata Nazionale del Braille – CONVEGNO ed esposizione del POLO TATTILE ITINERANTE. Istituto Socio-Psico Pedagogico “Lombardo Radice”. Via Imperia, 21 – CATANIA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: