RSS

Archivi categoria: News In Primo Piano

Comune di San Gregorio (CT):“Il Comune ti difende”, Corso di Autodifesa

Il Comune di San Gregorio, assessorato alle Pari Opportunità, ha indetto un corso di prevenzione contro la violenza alle donne. Da oltre tre anni, e grazie all’amministrazione Corsaro e a donne un po’ più sensibili ed attente, il Comune agisce concretamente contro le sottili discriminazioni di genere, contro le violenze, contro il femminicidio, contro la cattiva informazione, contro una cultura della indifferenza.
«Imparare a difendersi non è un passatempo né tanto meno una cosa da prendere sotto gamba – ha sottolineato l’assessore alle Pari Opportunità, Graziella Ferro -. Il nostro Comune è sempre attento alle problematiche sociali e soprattutto è in prima fila per la difesa delle donne. Per combattere il fenomeno bisogna intervenire sulla cultura di genere. Solo l’educazione può debellare questo fenomeno ».

Read the rest of this entry »

Annunci
 

Stasera il Sindaco di S.Agata Li Battiati e il Presidente del Rotary Club Etna Sud-Est, sottoscriveranno protocollo d’intesa per promuovere azioni di sostegno della genitorialità.

protocollo d'intesa spazio neutro
Mercoledì 15 giugno 2016 alle ore 18,30 presso i locali comunali situati in Largo Barriera tra il Sindaco di S.Agata Li Battiati Avv. Carmelo Galati e il Dott. Alberto Leone Presidente del Rotary Club Etna Sud-Est verrà sottoscritto il protocollo d’intesa volto a promuovere azioni di sostegno della genitorialità attraverso il progetto distrettuale “Spazio Neutro – Rotary pro-familia”.

Read the rest of this entry »

 

Orientarsi al Lavoro? Arriva il Job Forum – Il 22 novembre a Catania –

di Laura Distefano

 Il salone del lavoro e della formazione.
Una fiera che permette di mettere in contatto aziende e studenti in cerca di occupazione.
CATANIA – Gli scioperi e le manifestazioni sindacali che in questi giorni hanno riempito le piazze bruciano le speranze dei giovani di avere un futuro lavorativo e professionale.Job Forum
 

Violenza sulle donne, presentato il Centro di accoglienza di Adrano

CENTRO ANTIVIOLENZA adranoUn centro di accoglienza per le donne che subiscono violenza. Sorgerà ad Adrano grazie ad un progetto promosso dall’amministrazione comunale in collaborazione con l’Associazione Thamaia onlus (capofila in Ats con Centro Orizzonte Lavoro, Arci Ibla, e Cooperativa Prospettiva). Il progetto ha ricevuto un finanziamento di € 128.725,00 con fondi Po Fers 2007-2013. Read the rest of this entry »

 

Tag: , , , , , , , , , , ,

Applicazione per smartphone per vacanze estive senza stress

Assistenza sanitaria: in vacanza senza stress con l'app della Commissione EuropeaGiusto in tempo per le vacanze estive, per i campionati di calcio EURO 2012 e per i giochi olimpici di Londra 2012, la Commissione europea ha lanciato un’applicazione per smartphone che spiega come Read the rest of this entry »

 

Tag: , , , , ,

Arriva in Sicilia la Carovana antimafie

Sbarca in Sicilia la Carovana internazionale antimafie 2012. Ecco il programma e gli appuntamenti.

Sbarca in Sicilia la Carovana internazionale antimafie 2012. Giovedì 31 maggio alle 8.30 la Carovana traghetterà da Villa San Giovanni a Messina, e da lì si muoverà a toccare Barcellona e Furnari.Venerdì 1 giugno è invece previsto l’arrivo a Palermo, dove la manifestazione sarà ospitata a Palazzo Steri per una giornata Read the rest of this entry »
 

Tag: , , , , ,

Catania, è ora dello Startup weekend Ventotto idee per le aziende di domani

Di Leandro Perrotta | 26 maggio 2012

Fa tappa in città l’iniziativa già sperimentata con successo in altre realtà: 28 idee imprenditoriali (dal supermercato rapido alla condivisione di foto e bici) si contenderanno le attenzioni di una decina di tutor, messi a disposizione dagli organizzatori, e cercheranno di essere le più votate. In palio ci sono corsi di formazione, ma soprattutto la possibilità di creare la propria impresa con basi solide. E attrarre investitori

startupweekend_interna

«Vorrei creare un sistema per far suonare le band a distanza, via internet, come se fossero nella stessa stanza». «Io vorrei creare un sito dove si possano trovare anche le offerte del supermercato sotto casa». «Io invece vorrei proprio creare un supermercato, dove ordini online e la spesa te la danno in massimo 4 minuti». Trovate queste idee originali? Allo Startup weekend di Catania, mix tra un workshop e un barcamp dedicato alle imprese ancora da creare, potreste far parte del team che le realizzerà. Economisti, ingegneri, informatici, esperti di marketing, uomini ma soprattutto tante donne: sono giovani e ambiziosi i partecipanti, riuniti al Beasy Boureau della zona industriale per un weekend all’insegna della progettualità. «E’ un format internazionale, creato nel 2007 e da cui sono nate più di 5 mila aziende» spiega Peppe Sirchia, che insieme a Rocco Miccichè e Alessio Vasta ha organizzato quella che si preannuncia come una riuscitissima tappa catanese. Nella prima serata di ieri, i partecipanti hanno accettato la sfida dei 60 secondi, ovvero presentare la propria idea, trovare dei collaboratori e cercare, nelle successive 54 ore, di porre le basi per mettere su un’azienda. E magari trovare degli investitori.

A supportare gli aspiranti imprenditori tanti esperti, chiamati dagli organizzatori per dare loro una mano nella realizzazione della propria idea. O per raccontare la propria esperienza. Come quella, di successo, di Giovanni Giuffrida, fondatore di Neodata, azienda che cura il posizionamento intelligente degli annunci pubblicitari per i grossi siti d’informazione, come Repubblica e Rai. «La mia azienda è nata in Italia, non in California dove ho studiato» spiega subito Giuffrida, esempio pratico di come «con le idee giuste si possa fare impresa in Italia». «Contro colossi come DoubleClick di Google, abbiamo solo capito le peculiarità del mercato italiano, offrendo dei servizi su misura» spiega Giuffrida, che avverte gli aspiranti imprenditori: «non basta trovare chi metterà i soldi, dovete anche prevedere bene un piano di sviluppo cedendo il giusto ai finanziatori». Facile infatti, con un’ottima idea, ritrovarsi con tanti soldi da subito. Ma il paradosso è  «avere in mano 5 milioni di euro, e non sapere come spenderli». Startup sì quindi, con entusiasmo e originalità, ma subito nel modo giusto per creare delle realtà solide.

Idee nate spesso da esigenze personali. «Io vorrei creare un sistema di condivisione online delle fotografie rapido ed efficace, mentre si è in viaggio» dice ad esempio Aldo, che s’è ritrovato con l’hard disk pieno in viaggio di nozze. «A me, invece, farebbe comodo un sistema di bike sharing. Siccome non esiste, aiutatemi a crearlo» spiega Valentina. In totale sono 28 i progetti presentatinella serata inaugurale di venerdì, votati con un semplice post-it dagli 83 partecipanti, che adesso si daranno battaglia per aggiudicarsi i premi finali messi in palio dagli sponsor della tappa catanese: una consulenza sulla realizzazione del business plan (dai catanesi Centocinquanta), un anno di associazione a Confindustria giovani, e soprattutto due corsi di formazione: uno su applicazioni per mobile (da Etna Training), e la partecipazione di 10 mesi al development program di Top-Ix, azienda torinese che investe su internet. Non è infatti un caso che i progetti proposti siano tutti rivolti al web: la maggioranza, più di venti, prevedono la realizzazione di portali o servizi online, mentre solo 5 utilizzano internet come un supporto all’attività principale, che prevede la realizzazione di un prodotto o di un servizio.

Lo Startup weekend continuerà fino a domenica, quando alle 18 verranno proclamati i vincitori. Per seguirlo, basta andare sulla pagina Facebook dedicata, oppure interagire con i partecipanti via twitter, con gli hashtag #SWCatania #6SW.

[foto di Rocco Rossitto]

Articoli correlati

  • Arriva a Catania lo Startup weekend
    «Come farsi venire un’idea in 54 ore»
  • opengovernment_internaIl degrado in città? Ora si segnala online
    I grillini: «Attivare il servizio a Catania»
  • Mafie ed economia in Sicilia e nel MezzogiornoMafia e aziende alleate anti-crisi
    Il caso dei centri commerciali

    Fonte di provenienza dell’articolo

     

 

Tag: , , , ,

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: