RSS

Archivi categoria: News Istruzione

BRT e i vantaggi per gli studenti. Muoversi diventa più facile

Gli universitari potranno muoversi più rapidamente. BRT, la nuova linea di tram su gomma permetterà di raggiungere le zone universitarie più popolate grazie al naturale percorso delle sue linee e grazie alle convenzioni con MOMACT ed FCE.

58942_512277578818644_336319585_n

Da oggi recarsi all’Università diventa più semplice, ieri l’inaugurazione della nuova linea di bus veloci (BRT) che permetterà agli studenti di raggiungere le sedi universitarie molto più rapidamente. Una rivoluzione nel modo di muoversi, non solo per gli studenti, ma anche per docenti e personale tecnico amministrativo, e considerando i molteplici disagi dovuti al traffico e la situazione disastrosa dei parcheggi, sembra proprio una manna caduta dal cielo.  Read the rest of this entry »

 

Giornate di Studio 24-25 Gennaio 2013 – Nuove forme di governance locale come strumento di sviluppo strategico territoriale

Il 24 e il 25 gennaio 2013, a Catania, si svolgeranno due giornate di studio su “Nuove forme di governance locale come strumento di sviluppo strategico territoriale – Una ricerca comparata in sei Regioni europee: Andalusia, Brandeburgo, Puglia, Sicilia, Toscana, Veneto” presso il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali – Università degli Studi di Catania. Read the rest of this entry »

 

Tag: , , , , ,

Car sharing dedicato agli universitari di Catania

Dal 15 settembre al 15 dicembre l’iniziativa “Fiat likes U“, gli studenti etnei potranno prenotare l’auto e utilizzarla a titolo gratuito per 24 ore o per un intero fine settimana

  – Fiat scende in campo per gli studenti universitari promuovendo una iniziativa di car sharing gratuito che coinvolge otto atenei italiani. Il progetto ‘Fiat Likes Ù, realizzato in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e con il Patrocinio del Ministero dell’Ambiente, riguarderà 280.000 studenti iscritti agli otto atenei coinvolti nell’iniziativa presenti nelle città di Torino, Roma, Milano, Salerno, Parma, Cosenza, Pisa e Catania. Presentato oggi, nel corso di una conferenza stampa a Roma presso il Ministero dell’Istruzione alla presenza del Ministro Francesco Profumo e di Gianluca Italia, responsabile del Brand Fiat Emea, “Fiat Likes U” intende rispondere ai bisogni concreti della mobilità quotidiana dei giovani, una mobilità sempre più attenta ai temi ambientali ed economici. Read the rest of this entry »
 

EXPOLINGUA Berlin 2012

La 24a fiera internazionale per le lingue e cultureEXPOLINGUA Berlin, La Fiera Internazionale per le Lingue e le Culture, offre un’opportunità unica per acquisire una panoramica dei diversi programmi e servizi forniti per l’apprendimento e l’insegnamento delle lingue, nonché per scambi culturali. La Fiera è aperta studenti delle scuole superiori e universitari, insegnanti, genitori, professionisti del settore linguistico, agenti di viaggio, visitatori interessati alle lingue in generale

Read the rest of this entry »

 

Tag: , , , , ,

Che scuola troveremo alla ripresa di settembre?

Il ritorno nelle aule fra tagli, pagelle elettroniche e ricorsi sul dimensionamento

 «A settembre molte scuole non riapriranno: con i fondi attualmente a disposizione non siamo in grado di garantire la manutenzione degli edifici scolastici». Il più drastico – nei giorni della trattativa serrata sulla Spending review – era stato il presidente dell’Unione province italiane, Giuseppe Castiglione. Poi con il maxiemendamento sono arrivati 100 milioni di euro e forse la prospettiva delle aule sbarrate, almeno per il momento, è scongiurata. Ma la situazione dell’istruzione resta pericolosamente in bilico. Per ora, ad esempio, non si sa nemmeno a chi passeranno le competenze sugli istituti tecnici e professionali che erano in carico alle Province in via di dismissione. «Sul settore scuola grava un’incertezza totale – ribadisce Walter Conte, della segreteria della Cgil Scuola di Roma e Lazio – basti pensare agli effetti nefasti e perversi dei maxi accorpamenti dovuti ai piani di dimensionamento che ora vedono scuole spezzettate con sedi in sei o sette Comuni diversi e personale tecnico-amministrativo ridotto all’osso. Così a settembre si rischia che non ci sia nessuno che possa andare ad aprire fisicamente i portoni di quegli istituti».

Una lunga sequela di tagli  Read the rest of this entry »

 

Tag: , , , , ,

Visita a Catania – Profumo: “Immagino una scuola con meno carta, più trasparente ed efficace”

di Francesco Bianco

francesco-profumo-ministro– “La Stmicroelectronics per questo territorio è determinante. L’Etna Valley ha pochi eguali in Italia. Qui c’è tanta qualità tra Università, ricerca, indotto diretto ed indiretto”. Così il ministro per la Ricerca, Francesco Profumo, ha risposto ai giornalisti a margine della sua visita a Catania al sito della Stmicroelectronics. “La vera sfida – ha aggiunto- sarà accorciare i tempi di passaggio dalla ricerca al prodotto. Non ci sono dei fondi stanziati per la Sicilia così come per nessuna altra realtà. Bisogna cambiare mentalità che è quella della competizione. Sono sicuro che la Sicilia – ha  continuato il ministro- saprà predisporre dei progetti

Read the rest of this entry »

 

Tag: , , , , ,

UniCt, aumenta di 55 euro la prima tassa Colpa del silenzio della Regione Sicilia

Di Luisa Santangelo |

Un decreto legislativo del governo obbliga gli enti regionali ad aumentare l’importo dell’imposta per il diritto allo studio. E offre tre possibili soluzioni di prezzo, in base alle esigenze individuate: da 120 a 160 euro. Palazzo d’Orleans avrebbe dovuto stabilire la sua tariffa entro il 30 giugno, ma non l’ha fatto. Così agli studenti siciliani tocca la spesa standard di 140 euro. A Catania, l’iscrizione ai corsi dell’ateneo sfiora adesso i 500 euro

Aumento della tassa d'iscrizione all'università di Catania

Cinquantacinque euro in più nella tassa da pagare per l’iscrizione all’università. L’imposta sul diritto allo studio, infatti, è passata da 85 a Read the rest of this entry »

 

Tag: , , , , ,

“Speak to the future” – campagna a favore delle lingue

Speak To The Future“Speak to the future” – la campagna a favore delle lingue – ha appena lanciato un nuovo sito web. Il sito, sostenuto dalla rappresentanza della Commissione Europea nel Regno Unito, vi aiuta a condividere il vostro amore per le lingue sui vostri social network preferiti. Read the rest of this entry »

 

Tag: , , , , ,

Nasce “UniversItaly”, nuovo portale dell’università italiana

Nasce un nuovo portale dell’università italiana, “UniversItaly”, con l’obiettivo di fornire la più ampia descrizione di tutte le componenti del sistema universitario e semplificare in tal modo la scelta degli studenti e delle loro famiglie, aiutandoli nella comparazione delle offerte formative degli atenei, aggiornate dagli atenei stessi. Read the rest of this entry »

 

Tag: , , , , ,

[AMMISSIONE UNICT 2012-2013] le date da non dimenticare

Scritto da  Salvatore Raspanti

 [AMMISSIONE UNICT 2012-2013] le date da non dimenticare Iscrizioni e immatricolazioni al PRIMO ANNOdei corsi di laurea e dei corsi di laurea magistrale a ciclo unico A.A. 2012-13.

Operazioni preliminari alla prova

Compilazione domanda di partecipazione(maggiori informazioni  Read the rest of this entry »

 

Tag: , , , , ,

Impossibile marinare la scuola da settembre

Registro elettronico e pagelle on-line dal prossimo anno scolastico. Vita dura per gli studenti a causa della spending review

Che succede nella tua scuola? Raccontacelo…Skuola.net ti dà voce.
Segnalaci fatti, eventi e problemi ne parleremo nelle nostre news.Invia una segnalazione
Le consenguenze della spending review per la scuola e l'università: registri e pagelle on-line
Dal prossimo anno scolastico sarà pressoché impossibile marinare la scuola o tenere nascosti ai genitori i brutti voti. Le novità per gli studenti sono contenute tutte in un decreto di cui è difficile che non abbiate ancora sentito parlare: la cosiddetta spending review. Ora vi spieghiamo in modo semplice come cambierà la scuola.

LA “SPENDING” CHE??? – Per far fronte alla crisi economica, il governo ha Read the rest of this entry »

 

Tag: , , , , ,

Quando la scuola diventa “tascabile” Il progetto web2.0 di due insegnanti

Nicoletta Anzoino e suo marito Francesco Gandini hanno creato una piattaforma internet per l’interazione fra studenti e professori: “Un’aula globale, multilingue, nella quale è possibile in ogni momento e da ogni angolo del mondo scambiarsi informazioni, fare lezione, correggere i compiti”

Quando la scuola diventa "tascabile" Il progetto web2.0 di due insegnanti

 Aprite il libro alla pagina www.eurodocet.gandilab.com. E benvenuti nella scuola tascabile, accessibile con un click. L’idea è di una coppia di insegnanti, moglie e marito. Nicoletta Anzoino e Francesco Gandini sono i piccoli Mark Zuckerberg della didattica parmigiana.  Read the rest of this entry »
 

Tag: , , , , ,

UniCt: Prove accesso primo anno Scienze Motorie (2012-2013). Dipartimento Scienze Biomediche

sportLa prova di ammissione al corsi di Scienze motorie a numero chiuso per il prossimo annoaccademico 2012/2013 è già stato stabilito pergiorno 5settembre alle ore 15:00.

L-22 Scienze Motorie (posti 101 + 1 extrac + 1 cinesi)

Tempo assegnato per lo svolgimento della prova: 2 ore
Articolazione della prova: n° 80 domande

 

Tag: , , , , ,

Contributi scolastici, truffe anche in estate

Lo sapevi che non è obbligatorio pagare i contributi scolastici per l’arricchimento dell’offerta formativa?

Le scuole statali continuano a chiederli come obbligatori… in realtà sono facoltativi.

Anche da te è così?

Segnalalo a Skuola.net

I contributi scolastici volontari spacciati per obbligatori continuano a mandare su tutte le furie i genitori italiani. Skuola.net vi spiega che cosa potete fare

di: Cristina.M – Read the rest of this entry »

 

Tag: , , ,

In Sicilia si torna in classe il 14 settembre

Le lezioni si concluderanno il 12 giugno 2013. A Natale vacanze dal 22 dicembre al 6 gennaio. A Pasqua, invece, dal 29 marzo al 2 aprile.

In Sicilia si torna in classe il 14 settembreGli studenti siciliani torneranno sui banchi di scuola il Read the rest of this entry »
 

Tag: , , , ,

Zafferana Etnea: la terra trema e la scuola tiene esami nel cortile

L’ultimo sisma, quello delle 10.18, di magnitudo 3.1, ha fatto scattare l’allarme a Zafferana Etnea, ma nessuna scena di panico: gli abitanti della zona sono abituati a convivere con scosse ed eruzioni

La terra trema e la scuola per precauzione fa svolgere gli esami nel cortile. E’ accaduto a Zafferana Etnea Read the rest of this entry »

 

Tag: , , , , , , ,

Telecom Italia e Universita’ di Catania: al via il Joint Open Lab per avvicinare ricerca e industria

Telecom Italia e l’Università di Catania hanno avviato un progetto di collaborazione che porterà entro la fine dell’anno alla realizzazione del “Joint Open Lab”, un laboratorio di ricerca per la creazione di un nuovo modello di relazione industria-università dove la ricerca e la conoscenza accademica si uniscono al know how e all’esperienza industriale.

L’annuncio è stato dato Read the rest of this entry »

 

Tag: , , , , ,

UniCt: Laurea a rischio per un libro. Niente prestiti agli stranieri.

Scritto da  Vania Cuppari

Laurea a rischio per un libro. Niente  prestiti agli stranieri.

 Da ieri, 19 Giugno 2012, entra in vigore il nuovo regolamento del sistema bibliotecario d’Ateneo.  Il regolamento, pubblicato il 4 Giugno 2012, prevede una maggiore regolamentazione a tutela delle biblioteche e dei testi in esse conservati e consta di ben 28 articoli.

Il servizio bibliotecario è rivolto solo ad una particolare categoria di utenti tra i quali vi sono coloro che Read the rest of this entry »

 

Tag: , , ,

“Unicredit East Gate 2.0” – Catania, 19 Giugno 2012

East Gate ExportConfindustria Sicilia, partner di Enterprise Europe Network, consorzio BRIDG€conomies, promuove “East Gate 2.0″, iniziativa di orientamento per le imprese organizzata daUniCredit, in collaborazione con ICE, per supportare l’export delle PMI siciliane.

East Gate 2.0 si terrà il prossimo 19 Giugno presso l’Università di Catania – Facoltà di Read the rest of this entry »

 

Tag: , , , , ,

UniCt: Accordo Regione e Università: incentivi a studenti-apprendisti e imprese

Incentivi agli studenti-apprendisti e alle imprese che li stabilizzeranno. E’ quanto previsto nel duplice accordo sottoscritto ieri tra parti sociali, Regione, università di Catania. A dare la notizia è la Cisl

Incentivi agli studenti-apprendisti e alle imprese che li stabilizzeranno. E’ quanto previsto nel duplice accordo sottoscritto ieri tra parti sociali, Regione, università di Palermo, Catania, Messina e Enna.

A dare la notizia è la Read the rest of this entry »

 

Tag: , , , , ,

La facoltà di Lingue è appesa ad un filo, Catania chiede 3 milioni e “nasconde” il corso

Martedì incontro con il rettore Antonio Recca, sabato con il ministro alla Pubblica Istruzione Franceco Profumo

CorrierediRagusa.itLingue, o meglio Mediazione linguistica, scompare dal manifesto provvisorio degli studi dell’Università di Catania. Solo un segnale per alcuni, ma per altri può essere l’inizio della fine della facoltà ad Ibla. La presenza della facoltà torna dunque a rischio ed il problema sono sempre i fondi che gli enti locali rappresentati nel Consorzio universitario devono garantire all’ateneo catanese Read the rest of this entry »
 

Tag: , , , , ,

“Focus in neuropsichiatria dell’età evolutiva” Il 19 e 20 Luglio 2012, allo Sheraton Hotel di Catania,

Il 19 e 20 Luglio 2012, allo Sheraton Hotel di Catania, si svolgerà il congresso dal titolo “Focus in neuropsichiatria dell’età evolutiva”.

Il Congresso, realizzato con la collaborazione dell’Unità Operativa di Neuropsichiatria Infantile dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e della Sezione Sicilia della SINPIA, propone tre simposi su tematiche di grande attualità clinica. Read the rest of this entry »

 

Tag: , , , , ,

UniCt: Conferenza dell’archeologo e scrittore Massimo Valerio Manfredi – Mercoledì 20 Giugno 2012 auditorium della Città della Scienza di Catania

Mercoledì 20 giugno alle 18:30, nell’auditorium della Città della Scienza di Catania, conferenza dell’archeologo e scrittore Massimo Valerio Manfredi


 

Tag: , , , , ,

Scuola: Corte Costituzionale, nulla in Sicilia la legge Gelmini

In Sicilia non si applichera’ la legge Gelmini sul dimensionamento delle istituzioni scolastiche ma la legge regionale 6 del 2000. E’ l’effetto della sentenza n. 147 con la quale la Corte Costituzionale ha dato ragione alla Regione

In Sicilia non si applichera’ la legge Gelmini sul dimensionamento delle istituzioni scolastiche ma la legge regionale 6 del 2000. E’ l’effetto della sentenza n. 147 con la quale la Corte Costituzionale ha dato ragione alla Regione siciliana che aveva impugnato la norma nazionale “per l’incostituzionalita’ della nuova legge statale per violazione delle disposizioni statutarie che assegnano alla Regione la competenza legislativa primaria in materia di istruzione elementare e competenza legislativa concorrente in materia di istruzione media e universitaria, nonche’ le relative funzioni esecutive ed amministrative in materia”. Read the rest of this entry »
 

Tag: , , , , ,

Abbandoni scolastici : Ecco un’altra piaga tutta italiana

di ALESSANDRO SCOLARI

Esiste uno strumento che accomuna gli “italiani” più della Costituzione. E’ la calcolatrice. Serve per conteggiare i soldi pubblici spesi inutilmente a Roma. Eccoci qui a riproporre conti e ragionamenti. Una ricerca di Save the children rintracciabile a questo indirizzo  questa volta ci parla di dispersione scolastica, argomento che riguarda i giovani, dall’infanzia fino alla giovinezza, ed ha come risultato di vedere i giovani, non andare più a scuola, non raggiungere il fatidico “pezzo di carta”.

Per avere una panoramica completa sulla situazione della penisola per quanto riguarda gli abbandoni scolastici, rimandiamo Read the rest of this entry »

 

Tag: , , , , ,

UniCt: Cancellazione iscrizione cautelativa dal nuovo manifesto degli studi

La pubblicazione del Manifesto degli studi dell’Università di Catania ha portato a inevitabili polemiche, soprattutto da chi si troverà, da ora in poi, costretto a pagare ingenti tasse in prossimità della laurea

 La pubblicazione del Manifesto degli studi dell’Università di Catania – nel quale si stabilisce l’abolizione dell’iscrizione cautelativa – ha portato a inevitabili polemiche nel mondo studentesco, soprattutto da chi si troverà, da ora in poi, costretto a pagare ingenti tasse in prossimità della laurea.
Dure le reazioni di Azione Universitaria: «È accaduto quello che purtroppo temevamo, non solo si è deciso di abolire l’iscrizione cautelativa, che consentiva un grande risparmio agli studenti ed alle loro famiglie, ma, dall’anno prossimo, i laureandi di novembre e dicembre saranno costretti a dover pagare circa Read the rest of this entry »
 

Tag: , , , , ,

Catania: Università libera! Leggi e firma l’appello

Pubblicchiamo un’appello dei compagni del Movimento studentesco catanese che si sono visti richiedere un pagamento per l’organizzazione di un’assemblea pubblica; Invitiamo tutti a firmarlo e a diffonderlo.

Ai docenti dell’università di Catania
Al personale T.A. dell’università di Catania
Al Senato Accademico dell’università di Catania
Al Consiglio di amministrazione dell’università di Catania
Al direttore amministrativo dell’università di Catania
Al Rettore dell’università di Catania
Al Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca.


Il 25 maggio 2012 il Consiglio d’Amministrazione dell’Università di Catania, un CdA interamente nominato dal Rettore, Prof. Antonino Recca e ancora privo di rappresentanza studentesca, Read the rest of this entry »

 

Tag: , , , , ,

Catania: Studenti occupano il chiostro dei Benedettini.

Dopo avere organizzato un banchetto di raccolta firme nell’atrio dell’ex Monastero dei Benedettini, i ragazzi appartenenti al Movimento Studentesco, al Collettivo di Lettere e Filosofia e il Collettivo di Ingegneria Fuoricampo, stamattina hanno  deciso di occupare il Chiostro di Levante per l’intera giornata.

Ad essere contestata è l’approvazione de  “la disciplina relativa alla procedura relativa alla concessione degli spazi e dei locali dell’Ateneo, nonché il tariffario delle suddette concessioni”, come si può ben leggere nell’appello che i ragazzi del Movimento Studentesco hanno scritto, divulgato in rete e che stanno facendo firmare .

Il 25 Maggio, infatti, il Consiglio d’Amministrazione dell’Università di Catania ha  stabilito che Read the rest of this entry »

 

Tag: , , , , ,

Scuola: Governo, Coldiretti e Libera firmano protocollo legalità

– Progettare attivita’ congiunte per realizzare contenuti e programmi in materia di formazione, politiche agricole, alimentari, forestali e legalita’.

Incentivare la nascita di reti di scuole che approfondiscano lo studio dell’ambiente e degli ecosistemi. Promuovere iniziative pilota che offrano ai giovani nuove opportunita’ di orientamento professionale e di inserimento lavorativo nel settore agroalimentare, con un’attenzione particolare ai ragazzi con disabilita’ e ai giovani detenuti negli Istituti penali minorili. Sono alcuni degli obiettivi della “Carta d’intenti in materia di scuola, politiche agricole, alimentari, forestali e legalita’” firmata questa mattina dai ministri dell’Istruzione, Francesco Profumo, e dell’Agricoltura, Mario Catania, insieme al fondatore e presidente di Libera, Don Luigi Ciotti, e al presidente di Coldiretti, Sergio Marini.  Read the rest of this entry »

 

Tag: , , , , ,

Catania: Remake di “Missione Ammissione” alle librerie Cavallotto

Remake di "Missione Ammissione" alle librerie CavallottoLa libreria Cavallotto di Catania (corso sicilia 91), mercoledì 27 Giugno alle ore 17, rinnoverà l’iniziativa “Missione ammissione 2012”.

Di cosa si tratta? In tutte le maggiori librerie italiane, in collaborazione con Alpha Test, si stanno svolgendo degli incontri tra docenti e giovani maturandi pronti a svolgere i test d’ammissione all’università. Ci sarà la possibilità di chiedere Read the rest of this entry »

 

Tag: , , , , ,

Tra lode e bonus, ecco la maturità dei bravissimi penalizzati dal merito A regime le norme per ‘arginare’ i 100, slittano i ‘premi’ ai bravi

Corsa a ostacoli per la lode e niente bonus per i meritevoli, che non potranno (nemmeno stavolta) far valere il loro diploma come credito per entrare nelle facolta’ a numero chiuso. Si avvicina la maturita’ 2012 (la prima prova e’ in calendario il 20 giugno) e i super bravi fanno i conti con la normativa che, paradossalmente, ad oggi li penalizza. Per effetto di un decreto della Gelmini del dicembre del 2009 quest’anno arrivare alla lode diventa davvero un percorso ad ostacoli, piu’ di sempre. Vanno a regime le norme che impongono una stretta sui crediti: per raggiungere il massimo dei punti serve un percorso senza intoppi e davvero brillante. Mentre slittano ancora una volta, la quarta, le regole introdotte dagli ex ministri Fioroni-Mussi che davano la Read the rest of this entry »

 

Tag: , , , , ,

Microsoft e MIUR piano nazionale scuola digitale Lavagna e gessetto non fanno più per te? Vuoi diventare una Scuola 2.0?

Una maggiore sensibilizzazione di docenti e studenti per mettere in luce le opportunità offerte della tecnologia per favorire nuove metodologie didattiche e migliorare l’apprendimento: questo l’obiettivo dell’Accordo firmato dal MIUR – Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – e da Microsoft Italia. Read the rest of this entry »

 

Tag: , , , , ,

Profumo: “Premieremo studenti e docenti migliori”

Il ministro presenta il “Pacchetto merito”, che sarà discusso mercoledì in Cdm. Per lo ‘Studente dell’anno’ sconti e meno tasse universitarie. Sul fronte insegnanti, concorsi per 300mila prof.

– “Dare un riconoscimento a chi eccelle vuol dire mettere i meritevoli al traino dell’intera classe e innalzare il livello medio”. Il ministro dell’Istruzione Francesco Profumo,  intervistato dal quotidiano Repubblica, ribadisce così l’obiettivo del governo e del suo dicastero.

“PACCHETTO MERITO”. Read the rest of this entry »

 

Tag: , , , ,

Esame di terza media, le regole del gioco

Esame di terza media, prova Invalsi, voto finaleLa guida per capire come si svolge l’esame delle medie, come la commissione calcola il voto finale e come avverrà la consegna dei plichi della prova INVALSI

Ecco nero su bianco tutte le regole che riguardano lo svolgimento dell’esame di terza mediaammissione all’esame, tipologie di prove, il voto finale e la prova INVALSI. Il Ministero dell’Istruzione ha diramato una circolare in cui raccoglie tutto quello che c’è da sapere e che noi abbiamo semplificato per voi. Comunque, tranquilli, non c’è nessun cambiamento rispetto all’anno scorso.
AMMISSIONE ALL’ESAME – L’ammissione alle prove viene decisa dal Consiglio di classe che deve accertare che abbiate frequentato almeno i ¾ dell’anno scolastico e che abbiate ottenuto almeno il 6 in tutte le materie e nel voto di condotta. Il Consiglio di classe, dunque, esprime il giudizio di idoneità che è un voto in decimi e tiene conto dell’intero percorso scolastico. L’esito della valutazione è pubblico. Se non si viene ammessi all’esame, la scuola provvede a comunicarlo preventivamente ai vostri genitori.

CANDIDATI PRIVATISTI – Chi voleva sostenere l’esame da privatista, avrebbe dovuto farne richiesta entro il 30 aprile.

DATE DELLE PROVE – Solo il giorno della prova INVALSI è stabilito a livello nazionale – quest’anno cade il  Read the rest of this entry »

 

Tag: , , , , ,

Catania: Minirobot 2012: al via la gara di robotica per gli studenti delle scuole superiori

L’edizione 2012 della dell’ormai tradizionale gara di robotica ha per titolo “Il postino” e vede la partecipazione di 25 squadre di studenti, provenienti da tutta la Sicilia

E’ iniziata questa mattina a partire dalle ore 9, nell’aula magna della facoltà di Ingegneria la VII edizione dell’ormai tradizionale gara di robotica “MiniRobot“, rivolta agli studenti delle scuole superiori e organizzata alla Residenza Alcantara dell’Arces, dal dipartimento di Ingegneria elettrica, elettronica e informatica (Dieei) dell’Università di Catania, con il patrocinio dell’Ufficio scolastico provinciale.

L’edizione 2012 della competizione ha per titolo “Il postino” e vede la partecipazione di 25 squadre di studenti, provenienti da 13 scuole di Catania, Acireale, Giarre, Ramacca, Regalbuto, San Giovanni La Punta, Caltanissetta, Ispica e Marsala. Read the rest of this entry »

 

Tag: , , , , ,

Maturità 2012: nominate le commissioni e i presidenti d’esami, clicca qui per consulare le commissioni definitive a.s. 2011-2012-“

Maturità 2012: nominate le commissioni e i presidenti d’esami
„Il ministero ha inviato ai provveditorati agli studi i nominativi dei commissari esterni e dei presidenti degli esami di Stato che dal prossimo 20 giugno interrogheranno gli studenti catanesi“

Per gli studenti dell’ultimo anno delle scuole superiori si avvicina l’esame di maturità. Ieri mattina il ministero ha inviato al provveditorato di Catania gli elenchi delle commissioni che esamineranno gli studenti della scuola secondaria di secondo grado. Ed è già partita la caccia ai professori che esamineranno figli e nipoti.

Clicca Read the rest of this entry »
 

Tag: , , , , ,

Minirobot 2012, a Catania la VII edizione della gara di robotica per gli studenti delle scuole superiori

Venerdì 1° giugno a partire dalle 9, nell’aula magna della facoltà di Ingegneria di Catania (Città universitaria), al via la VII edizione dell’ormai tradizionale gara di robotica MiniRobot, indirizzata agli studenti delle scuole superiori e organizzata alla Residenza Alcantara dell’Arces, dal dipartimento di Ingegneria elettrica, elettronica e informatica (Dieei) dell’Università di Catania, con il patrocinio dell’Ufficio scolastico provinciale. L’edizione 2012 della competizione ha per titolo “Il postino”.

Dopo gli indirizzi di saluto degli organizzatori, si passerà alle fasi eliminatorie che occuperanno l’intera mattinata e che vedranno la partecipazione di 25 squadre di Read the rest of this entry »

 

Tag: , , , , ,

Catania: il 5 giugno sarà presentato un libro realizzato dagli studenti “Io e la mia scuola”

Il 5 giugno, alle ore 17.00, presso l’Istituto comprensivo «Enrico Fermi» di Via Morgioni 15 a San Giovanni La Punta (Catania), verrà presentato il libro «Io e la mia scuola», realizzato dagli studenti della scuola in collaborazione con gli insegnanti e i genitori.

Il libro, che illustra la storia dell’istituto, anche attraverso i ricordi di chi ha frequentato le sue aule nel passato, fino al suo recente approdo al modello di «scuola digitale», è il frutto di un laboratorio di socializzazione attivato dal Read the rest of this entry »

 

Tag: , , , , ,

Riforma della scuola: merito al merito

La riforma della scuola apre un nuovo capitolo sulla meritocraziache stavolta trova respiro con lostudente dell’anno, un giovane che ha superato la maturità con il massimo dei voti e che ogni scuola sceglie liberamente. Il meritevole avrà diritto a una borsa di studio aggiuntiva e alla riduzione delle tasse universitarie del 30% per il primo anno accademico.

STUDENTE DELL’ANNO. Non solo tasse a quanto pare perchè il brillante diplomato potrà portarsi a casa la carta “IoMerito” una speciale card con cui avere sconti per fiere, mostre e musei ma anche mezzi pubblici. Dal momento che ogni scuola potrà eleggere il migliore liberamente, bisognerà capire quali criteri di valutazione adoperare ma questo sarà definito con successivo decreto in cui sarà anche esplicitato l’importo della borsa.

Read the rest of this entry »

 

Tag: , , , , ,

E’ ufficiale: l’Università di Catania ha abolito l’iscrizione cautelativa

Aggiornamento 19/05 ore 19:58.Pare che le cose inizino a muoversi dopo la nostra denuncia: Antonio su Facebook dice (parliamo di voci non confermate) che ci sarà un rimborso delle tasse pagate per chi si laurea prima del mese di Marzo. Non è però abbastanza! Noi chiediamo il vecchio metodo della cautelativa e non il rimborso che potrebbe richiedere diversi mesi/anni (come già avviene per i rimborsi per merito) prima di essere erogato!!! Aggiornamento 18/05 ore 15:52. Per liveunict.com la cautelativa sarà garantita solo a novembre

Aggiornamento 18/05 ore 15:28. Gli ex Senatori Accademici aspettano da tre mesi di essere convocati per chiedere la reintroduzione della cautelativa. Il Comunicato del MSC: “CHIEDETE IMMEDIATAMENTE UN INCONTRO!!! E CHIEDETE L’IMMEDIATA REINTRODUZIONE DELLA CAUTELATIVA!” Aggiornamento 18/05 ore 13:43. Dario Giuffrida, ex senatore accademico, fa sapere tramite Facebook che “Sono state proposte delle modifiche al Regolamento didattico di ateneo, tra le quali il periodo per il conseguimento del titolo di studio, Che anziché terminare il 31 marzo dell’anno accademico successivo, terminerà il 30 Novembre dello stesso anno. Ciò vuol dire che per l’iscrizione cautelativa non potrà essere utilizzata la stessa formula degli anni precedenti, ma in senato accademico ci è stato assicurato dal Dott. Caruso, dirigente dell’area della didattica, che ci convocherà per discutere su una nuova formula di cautelativa, che possa essere sempre rivolta a dare un vantaggio a noi studenti (come richiesto da mio intervento verbalizzato nella ella seduta di Senato del 13 Febbraio ).” Giusto per avere dei chiarimenti (e speriamo di averli direttamente da Dario Giuffrida): il Senato Accademico è decaduto e non si riunisce più da Febbraio e al momento non esistono rappresentanti degli studenti nè in Senato Accademico, nè in Consiglio di Amministrazione, nè nei Consigli di Facoltà (sciolti anche quelli pochissime settimane fa). La promessa è stata fatta a Febbraio… ora siamo a Maggio e ancora non si sa niente? Perchè sia la segreteria alla Cittadella che quella che fa riferimento alla Facoltà di Lettere (ci hanno segnalato anche questo caso) informano gli studenti dell’avvenuta cancellazione della cautelativa? Aggiornamento 17/05 ore 19:34. Francesco che commenta qui sotto giustifica l’abolizione perchè molti studenti con cautelativa quest’anno non hanno rispettato la loro regolarizzazione che “era fissata per il 20 Marzo” e prosegue dicendo che “oltre 200 “DISTRATTI” in tutto l’ateneo NON L’HANNO FATTO creando un CASINO in tutte le segreterie studenti.” Aggiornamento 17/05 ore 19:25. Giuseppe Lafisca, rappresentante degli studenti ad Economia, su Facebook dice testualmente che “ancora TUTTO è da decidere” salvo poi aggiungere che “comunque solo chi si laurea a ottobre\novembre potrà usufruire della cautelativa…” ——————————————— Poche settimane fa avevamo denunciato la possibile abolizione dell’iscrizione cautelativa e l’aumento delle tasse universitarie a partire dal prossimo anno accademico. Dopo settimane di “silenzio” da parte degli uffici a cui ci eravamo rivolti, finalmente riusciamo ad avere notizie in merito e, purtroppo, non sono buone: la segreteria studenti alla Cittadella Universitaria ha informato una militante del Movimento Studentesco Catanese dell’avvenuta cancellazione dell’iscrizione cautelativa. Tale iscrizione permetteva agli studenti prossimi alla Laurea di non pagare le tasse a patto che ci si laureasse entro il mese di marzo. Così, adesso anche i laureandi dovranno pagare, a meno che l’Ateneo decida di ridiscutere questa decisione. L’Unict cancella l’ennesimo diritto di noi studenti, qualcosa che non è un privilegio destinato soltanto ai laureandi catanesi, ma previsto e garantito in molti Atenei in tutta Italia. E’ vergognoso come lo studente, componente numericamente più importante all’interno della comunità accademica, sia praticamente inesistente all’interno dell’Ateneo quando ci sono decisioni importanti da prendere e che spesso lo coinvolgono in prima persona. Salvo riapparire magicamente nelle menti dei vertici dell’Ateneo quando si tratta di riempire le sempre più vuote casse dell’Unict colpite da ingenti tagli. Tutto ciò, ed è sotto gli occhi di tutti, è frutto di una politica e di riforme che rendono le Università italiane sempre più gerarchiche (dove conta il più “forte” nonostante sia una minoranza all’interno della comunità) ricalcando il modello aziendalistico. E’ altrettanto evidente come all’interno dell’Università di Catania queste logiche siano ulteriormente rafforzate da: 1 – un Rettore (e il suo staff) che tenta di zittire chi si oppone e chi, a suo avviso, “conta” meno 2 – un’importante parte dei cosiddetti “rappresentanti degli studenti” che, davanti ai poteri forti dell’Ateneo, decide di chinare la testa, spesso perchè collegata a doppio filo ad essi (partiti, sindacati, amici, poteri e poterucci vari). Ed è proprio così che il cerchio si chiude: il sistema universitario descritto qui sopra non porterà mai ad un miglioramento della condizione degli studenti, nè ad un sensibile aumento di qualità della stessa istizione universitaria se tutto rimarrà così. Bisogna capovolgere le logiche, rivoluzionare l’immobile status quo dell’Università di Catania. E per farlo non bisogna pensare a chissà quale importante azione: è fondamentale e importante quello che già il MSC sta facendo in questo momento diffondendo la notizia dell’abolizione della cautelativa e quello che qualunque studente e studentessa può fare decidendo di attivarsi, di informarsi e di informare. Le grandi rivoluzioni, d’altronde, sono fatte di tanti piccoli e quotidiani gesti. *Se avete altri aggiornamenti in merito non esisitate a comunicarlo via email all’indirizzo contatti@movimentostudentesco.org oppure commentando qui sotto. Provvederemo immediatamente a diffondere le informazioni inviate.

Home

Fonte di provenienza dell’articolo

 

Tag: , , , , ,

Prima prova maturità 2012: queste le tracce?

Che temi usciranno alla maturità 2012?

Maya, Steve Jobs, Titanic, crisi economica e calcio scommesse. Ecco tutti gli spunti probabili per il tema di italiano degli esami di maturità 2012.

Manca meno di un mese all’inizio degli esami di maturità. Ed è già tempo di tototraccia per la prima prova della maturità 2012. Molti gli argomenti che potrebbero essere scelti dal Ministero dell’Istruzione, visto che 2012 e 2011 sono stati ricchi di eventi e di anniversari. Ecco i temi più gettonati.
Argomenti caldi già da tempo sono la crisi economia mondiale, la primavera araba e il calcio scommesse. A sostegno del primo spunto, il fatto che ricorrono quest’anno i 10 anni della nascita dell’euro. La primavera araba invece ha coinvolto molti giovani. Infine, le vicende del calcio scommesse hanno avuto una brusca accelerata proprio pochi giorni fa.

Capitolo anniversari: nel 2012 ricorre il centenario della tragedia del Titanic. Se si aggiunge l’incidente della Costa Concordia di gennaio, i due eventi insieme potrebbero diventare il tema perfetto. 50 anni fa, invece, cominciava il Concilio Vaticano II: uno spunto per parlare di religione, a cui si potrebbe aggiungere pure la beatificazione di Giovanni Paolo II.
Il 2012, lo sapete, è l’anno dei Maya: un argomento che potrebbe essere riletto sia in chiave scaramantica, sia in tema della caducità della vita (sul tema si sono cimentati fior di scrittori e co abbiamo riflettuto tutti dopo la morte prematura di Marco Simoncelli e Amy Winehouse). E ancora, l’anno scorso era l’anno del 150esimo dell’Unità d’Italia e a sorpresa l’argomento fu snobbato in sede di maturità: non è che qualcuno l’ha tenuto da parte per il 2012, per caso?
Un altro tema potrebbe trattare di terrorismo, toccando trasversalmente la scomparsa di Bin Laden, Gheddafi e la strage di Oslo. Da ultimo la morte di Steve Jobs, il fondatore della Apple che ha rivoluzionato il mondo dell’informatica. Il suo discorso più noto: quel “stay hungry, stay foolish” lo disse proprio a dei ragazzi che terminavano il percorso di studi. Perfetto no, per la maturità?

Visita anche la nostra sezione sulla Maturità 2012, trovi altre guide per preparare l’esame, le ultime novità e indiscrezioni, moltissime tesine già svolte e saggi brevi. Inoltre nel nostro forum sulla maturità puoi entrare in contatto con altri maturandi e chiedere un aiuto.

studentville

Fonte di provenienza dell’articolo

Suggerimento:

Siete alle prese con lo studio della maturità e volete qualche ricetta veloce da preparare per una colazione o una merenda sfiziosa e nutriente? Ecco i muffin alla banana e gocce di cioccolato, che vi faranno passare la stanchezza e ritornare il buonumore!

 Muffin alla banana e gocce di cioccolato (muffin del buonumore)

 

Tag: , , , , ,

Maturità, oggi simulazione nazionale della prova di matematica su “matutor.it ”

matutorIl 17 maggio, su www.matutor.it Zanichelli mette a disposizione un test per tutte le classi d’Italia per testare la propria preparazione. Manca un mese alla maturità 2012. E gli studenti del liceo scientifico hanno poco più di trenta giorni per prepararsi alla seconda prova scritta (il 21 giugno) quella più difficile: matematica. Per essere pronti al “d-day” più atteso del quinquennio delle superiori, Zanichelli ha pronta una simulazione nazionale della prova di matematica. Domani 17 maggio, collegandosi al sito http://www.matutor.it, alunni, insegnanti, classi intere potranno testare, contemporaneamente la propria preparazione e valutare il da farsi.

Cos’è MaTutor? è un servizio online che insegna la matematica e conduce fino alla prova d’esame di maturità del liceo scientifico. Uno strumento utilissimo sia per gli studenti che per gli insegnanti. Il sistema propone agli alunni un percorso ragionato di ripasso e allenamento diviso in unità in linea con la programmazione scolastica, più un’unità di ripasso pre-esame. Verifica la tua preparazione, tarandosi sul  tuo livello e ti accompagna passo passo nel percorso di apprendimento e di esercitazione. Fornisce dei feedback al tuo allenamento (ha sbagliato perché…) e controlla i progressi raggiunti. Ci si può iscrivere singolarmente oppure anche tutta la classe che accede tramite “invito” del professore, il quale si registra, gratuitamente.

Per la simulazione nazionale sarà a disposizione una prova sulla falsariga di quello degli ultimi 10 anni (tutti consultabili sulle pagine del sito). E alla fine sarà possibile controllare i risultati delle prove singole oltre che alle statistiche dei risultati di tutti i partecipanti. Docenti e studenti avranno così ancora 30 giorni per migliorare le perfomance su integrali e radici quadre.

zanichelli.ufficiostampa@zanichelli.it

Benvenuto su AetnaNet

Fonte di provenienza dell’articolo

INFO:

Che cos’è MATutor

MATutor è un servizio di allenamento online alla prova di matematica del liceo scientifico.
MATutor Premium, accessibile dopo registrazione, propone allo studente un percorso ragionato di ripasso e allenamento diviso in unità in linea con la programmazione scolastica più un’unità di ripasso pre-esame.
La sezione TEST permette di:
  • verificare la preparazione iniziale con un test d’ingresso
  • allenarsi nella risoluzione dei test di allenamento dotati di feedback (…hai sbagliato perché…)
  • controllare i progressi fatti con un test di uscita
Gli ESERCIZI AGGIUNTIVI, corredati di MATbox, permettono di concentrarsi su ogni microargomento in profondità.
La sezione PROBLEMI E QUESITI permette di allenarsi con i problemi e i quesiti tratti dalle prove di esame degli anni precedenti:
  • con i problemi e quesiti guidati si impara passo passo
  • con i problemi e quesiti non guidati si prova da soli e si verifica la soluzione
In più, per lo studente, è possibile scaricare modelli di COMPITI IN CLASSE, completi di soluzioni, per prepararsi al meglio alla prova di verifica.
In ogni momento dell’allenamento è possibile consultare i MATbox: teoria, esercizi guidati come esempio ed esercizi in più e tenere sotto controllo la preparazione con il Registro personale.
MATutor base è accessibile a tutti e contiene:
  • l’archivio delle prove d’esame dal 2001 a oggi
  • statistiche, informazioni utili sugli argomenti d’esame
  • problemi e i quesiti ordinati per argomento per una preparazione mirata
  • test interattivi
L’area insegnanti contiene in più:
  • registro elettronico
  • compiti in classe fila a e fila b per ogni unità
  • la simulazione nazionale per la prova di matematica

Come si accede a MATutor premium?

Quest’anno MATutor è in versione beta, ovvero una versione di prova che serve per “testare” il sistema in attesa della versione definitiva, perfezionata anche in base al feedback dei docenti che lo useranno.
La versione beta è assolutamente gratuita, tanto per gli studenti che per gli insegnanti.
Gli insegnanti di matematica interessati possono iscriversi a myZanichelli come insegnanti di matematica e fisica del triennio e vedranno automaticamente il servizio attivo nell’area “Le mie applicazioni”.
Da lì potranno creare una loro classe, dare il codice identificativo agli studenti e invitarli a iscriversi a MATutor per iniziare il percorso di allenamento.
Per qualsiasi informazione ulteriore è possibile contattare il proprio funzionario di zona.
Per gli studenti, invece, MATutor quest’anno è legato all’adesione del docente.
Significa che si può accedere solo su invito del proprio professore.
Se sei uno studente e il tuo insegnante non conosce MATutor: parlagliene e convincilo a usarlo!
 

Tag: , , , , ,

UniCt: Harvard va a Scienze Politiche! Il 16 Maggio 2012, si terrà una presentazione di tecniche di apprendimento rapido c/o la “Facoltà di Scienze Politiche”

Harvard va a Scienze Politiche!Mnemotecniche: alla scoperta dell'apprendimento rapidoDopo il grande successo riscosso giorno 6 Maggio presso la “Società Storica Catanese” dove si sono trattate le mnemotecniche insegnate anche presso Harvard, lʼappuntamento adesso si sposta allʼUNIVERSITAʼ!!

Infatti, a grande richiesta del mondo Accademico, giorno 16 Maggio ore 16:00, si terrà una presentazione di tecniche di apprendimento rapido presso lʼAula M della “Facoltà di Scienze Politiche” a Catania.

Sapete che per poter fare i test dʼingresso ad Harvard, se non sei un “lettore veloce” non riesci neanche a finire di leggere lʼintero test dʼammissione? Ma chi è un “lettore veloce”?
Tecnicamente è chi riesce a leggere almeno a 800 parole al minuto con un livello di comprensione altissimo; mediamente un lettore comune legge a circa 200 parole al minuto con un livello di comprensione pari al 30%: parliamo di un incremento del rendimento pari al 400%.

Queste tecniche sono state introdotte da Kennedy che era un lettore veloce e che avendone scoperto lʼimmenso potenziale le ha introdotte in tutte le high school a pagamento. Ad Harvard ed in tutti i più importanti college, di queste tecniche viene fatto un approfondimento al primo semestre, insieme alle mnemo tecniche ed a corsi di Arte Oratoria. Al Mental Research Institute di Palo Alto, California, queste mnemo tecniche sono state studiate da ricercatori esperti nel campo della neurologia, che hanno scoperto come lʼutilizzo di queste tecniche aumenta lʼefficacia del collegamento sinaptico, là dove risiede il ricordo, ottenendo come risultato un miglioramento della memoria sia a breve che a lungo termine di circa il 70%.
Non è un caso che Paul Samuelson (premio Nobel per lʼeconomia), Al Gore (premio Nobel per la pace), Thomas Stearns Elio (scrittore) e i presidenti George W. Bush, John F. Kennedy e Franklin Delano Roosevelt, Barack Obama siano tutti laureati e lettori veloci di Harvard!

CARPE DIEM! Ci vediamo in facoltà. Segui l’evento su facebook.

Logo

Fonte di provenienza dell’articolo

 

Tag: , , , , ,

Maturità 2012: consigli e informazioni utili sulle diverse prove

ESAME DI STATO 2012/ 10 consigli a studenti (e prof) per preparare matematicaL’esame di Maturità è forse l’appuntamento più temuto dagli studenti di ogni tempo, tanto è vero che ognuno di noi si ricorda il proprio come se fosse ieri, qualcuno, addirittura se lo sogna ancora la notte, rivedendosi a parlare di Mussolini o di d’Annunzio, di Hegel come di Kundera.

Dalla riforma varata nel 1997 dal ministro Berlinguer, l’esame di Maturità cambia il suo nome e diviene “Esame di Stato conclusivo del corso di studio di istruzione secondaria superiore” e consente il conseguimento diploma di attestazione degli studi effettuati prima di intraprendere l’età adulta, gli studi universitari o l’ingresso nel mondo del lavoro.

Ad oggi, la legge è stata “rimaneggiata” diverse volte togliendo o reinserendo alcuni elementi, come la composizione della commissione o i calcoli per il punteggio finale, la novità per il 2012 avrebbe dovuto essere l’inserimento della prova Invalsi in sostituzione della terza prova, ma ciò, con il cambio di Governo, non è poi stato attuato.

L’Esame di Stato 2012 sarà quindi molto simile a quello del 2011 e di fatto consisterà in tre prove scritte, a partire dal 20 giugno, e una prova orale. La votazione finale, calcolata incentesimi, è la somma dei punteggi dati alle diverse prove e all’andamento del triennio. Ad ogni prova lo studente deve presentarsi con un documento d’identità valido e con tutto l’occorrente necessario per affrontare le diverse prove, in base alle indicazioni date dalla scuola.

L’ammissione agli esami, attualmente, è data dall’aver recuperato entro il 15 marzo tutti i debiti formativi e avere la piena sufficienza in ogni disciplina. E’ il consiglio di classe, con lo scrutinio finale, che decide l’elenco dei maturandi.
Per un approfondimento sulle prove e sul calcolo della votazione, e per esercitarvi nell’affrontare serenamente questa tappa significativa della propria vita vi consigliamo di leggere i prossimi articoli augurando a ciascun maturando un grosso:
In bocca al lupo!

Ecco gli articoli di approfondimento:

– LA PRIMA PROVA SCRITTA
IL TEMA D’ITALIANO

– LA SECONDA PROVA SCRITTA
LE MATERIE INIDIRIZZO PER INDIRIZZO

– LA TERZA PROVA SCRITTA

– LA PROVA ORALE

– IL CALCOLO DEL VOTO FINALE

Club Scuola Italia

Fonte di provenienza dell’articolo

 

Tag: , , , ,

Catania: Alpha Test, in collaborazione con la libreria Cavallotto “Missione Ammissione”

 Quando: Giovedì, 17 Maggio, 2012 Alle: 17:00 – 18:30
Dove: CAVALLOTTO LIBRERIE – Corso Sicilia, 91, 95131 Catania

MISSIONE AMMISSIONE 2012 - CATANIAAlpha Test, in collaborazione con la libreria Cavallotto offre agli studenti la possibilità di incontrare i docenti Alpha Test per ricevere tutte le informazioni sui test d’ammissione all’università e chiarire ogni dubbio sulle prove in ingresso: le caratteristiche del test e le modalità di svolgimento, i criteri di selezione e i suggerimenti per affrontare al meglio la prova.

Gli studenti interessati potranno svolgere una prova simulata del test d’ammissione: 50 quesiti in 50 minuti, 6 differenti prove a seconda dell’area di interesse: Medico-sanitaria; Economia-Giurisprudenza; Psicologia-Comunicazione-Formazione; Architettura-Ingegneria; Scientifica; Umanistica.I POSTI SONO LIMITATI.
Catania giovedì 17 maggio
presso Cavallotto Librerie, Corso Sicilia 91, ore 17.00
 

Tag: , , , , ,

Maniaco ai Benedettini Problema sicurezza? – tanti casi, zero denunce, vigilanza solo di notte

Di Salvo Catalano

Dopo la testimonianza della studentessa molestata giovedì sera nei corridoi dell’ex monastero sede della facoltà di Lettere di Catania, arrivano le segnalazioni di altre ragazze. Polizia e carabinieri affermano di non averne mai sentito parlare prima d’0ra, ma invitano le vittime a denunciare, nonostante le critiche e gli sberleffi sulla loro “ingenuità”. Intanto emerge un “problema sicurezza” nella struttura universitaria di Piazza Dante: dopo il taglio dei fondi, di giorno non ci sono vigilantes

molestie_sicurezza_dentro

Chi è il «trentenne, basso, tozzo, pizzetto e occhi scuri» che giovedì sera ha molestato una studentessa rimasta a studiare fino a tardi all’interno dell’ex Monastero dei Benedettini di Catania? Dopo la pubblicazione del nostro articolo, sono arrivate a Ctzen altre segnalazioni di ragazze che avrebbero subito lo stesso approccio da parte di una persona che corrisponderebbe alla descrizione dell’uomo della Facoltà di Lettere. Episodi avvenuti in un arco di tempo ampio (alcuni si riferiscono ad anni fa, altri sono invece recenti), sempre in ambienti universitari e condinamiche simili. Con un elemento in particolare che ritorna in tutte le testimonianze: la richiesta del «massaggio ai piedi».

Eppure tra le forze dell’ordine nessuno sembra aver mai sentito parlare di questo molestatore. Alcomando dei carabinieri di piazza Dante, il più vicino al Monastero sede della facoltà di Lettere, non ne sanno niente. Mentre al commissariato di polizia Borgo-Ognina l’ultimo caso simile risale al 2010, quando un uomo fu arrestato dopo la segnalazione di alcune studentesse molestate sotto il ponte della circonvallazione vicino alla cittadella universitaria. Da allora nessuna denuncia, né segnalazioni informali. «Nessun caso seriale, solo qualche denuncia specifica e circoscritta a casi personali», sottolineano dal comando provinciale dei carabinieri, da cui arriva però un invito alle ragazze coinvolte. «Presentatevi nelle nostre sedi e denunciate, anche informalmente, solo così possiamo indagare». Esporsi. Mica facile se chi lo ha fatto attraverso i media, pur preferendo l’anonimato, raccoglie più critiche che sostegno.

«Queste donne devono denunciare – è dello stesso avviso Loredana Piazzadel centro antiviolenza Thamaia –; magari pensano di essere state stupide o ingenue, ma può capitare a tutti e non per questo qualcuno ha il diritto di approfittarsene». I commenti ironici? «Meglio non starli ad ascoltare – continua Piazza – solo così si può superare la vergogna di essere state ingenue».

Giovedì sera, intorno alle 19.30, il molestatore feticista ha approfittato del fatto che i corridoi del monastero dei Benedettini erano semideserti. «Ero in facoltà e mi sentivo protetta», ha detto la giovane studentessa. Nelle altre testimonianze, le ragazze raccontano invece di essersi trovate in compagnia o comunque in ambienti affollati, fattore che le ha aiutate a mandare via in breve tempo la persona che le importunava. Esiste, dunque, un problema sicurezza all’interno delle strutture universitarie? C’è una vigilanza sufficiente? Per quanto riguarda il monastero del Benedettini, certamente no. L’enorme struttura di piazza Dante, infatti, nei giorni feriali èsorvegliata dai vigilantes dell’Invincibile soltanto di notte, dalle 20 alle 8. Di mattina e nel pomeriggio, cioè quando ad usufruire del Monastero sono gli studenti, il servizio semplicemente non esiste. O meglio, non esiste più. «Fino a un paio di anni fa – spiega un vigilante che preferisce restare anonimo – prestavamo il servizio 24 ore su 24, adesso, con il taglio delle risorse, facciamo solo la notte». E la sicurezza degli studenti? «Io ho il compito di sorvegliare la struttura, non le persone».

[Foto di ilbagatta O_o ɐʇʇɐƃɐqlı]

Articoli correlati

  • facebook_maniacodeipiedi_dentroMolestie all’università, la rete si divide
    «Ragazze, non siate ingenue»
  • feticista molestatore_internaStudentessa molestata ai Benedettini
    «Ero in facoltà e mi sentivo protetta»
  • cara_mineo_dentroScontri a Mineo, gli immigrati protestano
    Lancio di sassi per il permesso di soggiorno

     

     

    Fonte id provenienza dell’articolo

 

Tag: , , , , ,

Catania: Il Maggio dei libri 2012”

Nell’ambito dell’iniziativa “Il Maggio dei libri 2012” la Provincia Regionale di Catania ha organizzato quattro incontri coinvolgendo quattro libri con i relativi autori: Il trono vuoto” di Roberto Andò (Bompiani), “Il Principe fulvo” di Salvatore Silvano Nigro (Sellerio), “Nuovi lineamenti di una psicologia dell’arte. A partire da Freud” di Stefano Ferrari (Clueb), “Voci dall’esilio” di Giuseppe Dolei (Edizioni del Prisma).
Dettagli, sulla locandina…

 

© Letteratitudine (Fonte di provenienza dell’articolo 

Segui Letteratitudine Radio

 

Tag: , , , , ,

UniCt: Se viaggi in modo intelligente, risparmi e proteggi l’ambiente! Agevolazioni per gli studenti

Se viaggi in modo intelligente, risparmi e proteggi l'ambiente! Agevolazioni per gli studentiDopo il successo dello scorso anno con il concorso “Assaggia l’autobus” ill Momact, l’ufficio di Mobility Management dell’Università, in collaborazione con l’Azienda Municipale Trasporti di Catania: instaurano una nuova collaborazione con obiettivo la promozione – in maniera chiara e tangibile – dell’uso dell’autobus urbano tra gli studenti, i docenti e i dipendenti dell’ateneo catanese, come scelta più adatta per gli spostamenti da casa alle sedi universitarie e, nei fatti, come soluzione più efficace e sostenibile per liberare la nostra città dal traffico, rendendola più abitabile, vivibile ed “europea”. Nasce il progetto “Unibus”. Adesso le agevolazioni durano un anno intero… Se lavori, insegni o studi all’università, acquista gli speciali carnet di biglietti dell’autobus urbano a te riservati, al prezzo di poco più di 60 cent ciascuno (il carnet contiene 20 biglietti e costa 12,50 Euro), e usali dal 2 maggio 2012 al 30 aprile 2013. I carnet sono nominali, intestati al dipendente o studente e non cedibili ad altri né totalmente né in parte. Per accedere all’agevolazione, sarà sufficiente esibire, al momento dell’acquisto, un documento d’identità e l’attestazione dello status di dipendente o di studente del’Università di Catania (sono ammessi a partecipare docenti, personale tecnico-amministrativo, contrattisti, borsisti e dottorandi in servizio nel 2012 e studenti iscritti all’anno accademico 2011-2012). Oltre ad evitare lo stress di guida e parcheggio, potrai contribuire a rendere più vivibile la tua città. Inoltre, le tue idee e opinioni consentiranno di migliorare il servizio di trasporto pubblico urbano. Per acquistare i primi quattro carnet dovrai infatti compilare un questionario sulle tue abitudini di mobilità, in cui potrai esprimere le tue opinioni sul sistema di trasporto pubblico e comunicare le tue idee di miglioramento del servizio. Se vuoi velocizzare l’acquisto, scarica qui il questionario e portalo compilato presso uno dei punti vendita Unibus (ufficio abbonamenti dell’AMT in via S. Euplio 168 o i chioschi AMT della stazione centrale e piazzale Sanzio). I punti abilitati alla vendita dei carnet sono i seguenti: 1. Ufficio Abbonamenti AMT, via S. Euplio 168, Catania 2. Chiosco AMT di piazza Papa Giovanni XXIII 3. Chiosco AMT di piazza Giovanni Verga. L’acquisto dei carnet è possibile solo in seguito alla compilazione di una scheda-questionario sulle abitudini di mobilità dell’utente, che può essere scaricata dai siti www.amt.ct.it o www.unict.it/momact,stampata e compilata. La consegna della scheda compilata in ogni sua parte darà diritto all’acquisto contemporaneo di massimo due carnet. Contestualmente verrà rilasciata una ricevuta, grazie alla quale sarà possibile l’acquisto successivo di ancora due carnet al massimo. Per l’acquisto di ulteriori carnet occorrerà consegnare una nuova scheda compilata, in modo da poter verificare l’eventuale cambio di abitudini o opinioni da parte dell’utente. Per procedere all’acquisto dei carnet, oltre a quanto specificato, occorre esibire valida documentazione attestante i requisiti di partecipazione. In particolare: Per gli studenti: ricevuta del pagamento delle tasse universitarie per l’anno accademico 2011-2012 o 2012-2013, o apposita attestazione dell’iscrizione ai medesimi anni accademici rilasciata dalla Segreteria Studenti dell’Università degli Studi di Catania. Per il personale dipendente: badge universitario o apposita attestazione rilasciata dall’Università degli Studi di Catania. Per i docenti: Tessera Universitaria o apposita attestazione rilasciata dall’Università degli Studi di Catania. Per altro personale (personale a contratto, docenti a contratto,titolari di assegni di ricerca e di borse di studio, dottorandi,specializzandi): occorre un’apposita attestazione del relativo status rilasciata dall’Università degli Studi di Catania. Per avere tutte le informazioni sulle modalità di acquisto e utilizzo dei carnet, scarica il depliant informativo.

Download allegati:

Logo

Fonte di provenienza dell’articolo

Se lavori, insegni o studi all’università, acquista gli speciali carnet di biglietti dell’autobus urbano a te riservati, al prezzo di poco più di 60 cent ciascuno (il carnet contiene 20 biglietti e costa 12,50 Euro), e usali dal 2 maggio 2012 al 30 aprile 2013. Per acquistare i primi quattro carnet dovrai compilare un questionario sulle tue abitudini di mobilità, in cui potrai esprimere le tue opinioni sul sistema di trasporto pubblico e comunicare le tue idee di miglioramento del servizio.
Scarica il questionario.
Scarica il volantino informativo.

 

Tag: , , , , ,

Gioco online per ragazzi sul risparmio energetico –

“At Home. La casa sostenibile 3.0” è la grande campagna nazionale realizzata da IKEA in collaborazione con Giunti Progetti Educativi e Legambiente, per promuovere tra i più giovani la cultura del risparmio energetico in ambito domestico. Il progetto è rivolto a tutte le scuole secondarie di primo grado.  L’obiettivo del gioco – che consiste in una serie di domande a risposta chiusa – è coinvolgere i ragazzi sulle tematiche del progetto per imparare a vivere la casa in modo corretto e consapevole. In particolare: risparmio energetico e fonti alternative, attenzione all’uso dell’acqua, gestione dei rifiuti e raccolta differenziata, acquisti e stile di vita sostenibili. Dal 2 aprile 2012 al 30 aprile 2012 sarà possibile partecipare al gioco rispondendo alle domande del test on-line.

Fonte di provenienza dell'articolo

 

Tag: , , , , ,

UniCt: “Aumento tasse e cancellazione iscrizione cautelativa „

La notizia di questi possibili cambiamenti avverrà a metà Maggio, quando l’Ateneo pubblicherà il Manifesto degli Studi. Intanto gli studenti si mobiliatano su facebook attraverso una pagina: “No all’ennesimo aumento delle tasse”

di Laura Patanè 30/04/2012

 L’amara notizia per gli studenti dell’università arriva dal Movimento Studentesco Catanese (MSC). Secondo il movimento l’Ateneo catanese sta, infatti, valutando l’abolizione della cosiddetta “iscrizione cautelativa“, che permette agli studenti di non pagare le tasse di iscrizione nel caso in cui questi prevedano di laurearsi entro il mese di marzo, e l’aumento della tassa per il Diritto allo Studio che dalle attuali 85 euro potrebbe passare a 100 euro o addirittura a 120 euro per ogni iscritto.
Una situazione dovuta in parte ai tagli che l’assessore al Bilancio della Regione Sicilia, Gaetano Armao, ha annunciato qualche settimana fa . I fondi per il funzionamento degli Atenei di Palermo, Catania, Messina ed Enna passeranno da 5 milioni e 722 mila euro dell’esercizio 2011 a soli 1 milione e 99 mila euro nel 2012. Una riduzione che però si ripercuote sugli studenti e sulle loro tasche.La notizia ufficiale di questi possibili cambiamenti avverrà a metà maggio, quando l’Ateneo, come ogni anno, pubblicherà il Manifesto degli Studi. Questo significa, come si legge nel sito del Movimento Studentesco Catanese, “apprendere la notizia a decisione presa e votata“.

Inoltre, dopo queste due probabili batoste sembra esserci una terza in arrivo. l’Università di Catania potrebbe, nei prossimi giorni, imporre un ennesimo aumento dopo quello vertiginoso deciso due anni fa. L’anno scorso infatti si decise di rimandare all’anno successivo la discussione su un incremento tasse per “adeguamento ai tassi di inflazione” che avrebbe portato ad un aumento di circa 10 euro per fascia di reddito. Adesso che l’annunciato “anno successivo” è arrivato, giorno 4 Maggio durante il Consiglio d’Amministrazione si potrebbe votare questo aumento.
Intanto gli studenti catanesei si sono mobiliati su facebook attraverso una pagina : “No all’ennesimo aumento delle tasse”.

Fonte di provenienza dell'articolo

Potrebbe interessarti:http://www.cataniatoday.it/economia/universita-aumento-tasse-e-cancellazione-iscrizione-cautelativa.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/CataniaToday/215624181810278
 

Tag: , , , , ,

UniCt: tutti invitati alle Nozze di Figaro – 02/10 Maggio 2012 –

Ritratto di W. A. Mozart

La Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Catania dedica quattro eventi alle Nozze di Figaro di Mozart.

Si parte il 2 maggio alle 15, 30 con Docenti all’Opera, un corso di formazione dedicato alla didattica del melodramma presso il Coro di Notte (ex Monastero dei Benedettini) a cura della Prof.ssa Giuseppina La Face Bianconi (Università di Bologna), mentre il 3 maggio alle 17 presso il Foyer del Teatro Massimo Bellini, il Prof. Lorenzo Bianconi (Università di Bologna) terrà una conferenza di presentazione dal titolo Preludi all’Opera.

Lo stesso giorno, alle ore 17, 30, presso il Teatro Sangiorgi, sarà offerta la visione della cineopera Le nozze di Figaro, per la regia di Giorgio Strehler.

Alla stessa ora, il giorno 10 maggio, il Teatro Sangiorgi ospiterà ancora una proiezione della cineopera dedicata al famoso Figaro, nella versione, questa volta, di Peter Sellars.

La rassegna dedicata alla prima opera mozartiana della trilogia italiana (1786), che comprende Così Fan tutte e Don Giovanni, tutte musicate dal compositore salisburghese su libretto di Lorenzo da Ponte, presenta una ricca preparazione alla visione e un’interessante scelta di realizzazioni.

La messinscena delle Nozze di Figaro, con gli interpreti circondati da grandi spazi in luminosi toni pastello, è entrata da tempo nel novero delle opere più rappresentative di Strehler lirico. Lo spettacolo ha le sue origini nel 1972, in una burrascosa esperienza parigina all’Opéra Comique, che vide molte liti tra il regista e il direttore d’orchestra Georg Solti, e che si concluse con la partenza di Strehler da Parigi prima delle prove generali. Solo nel 1981 il triestino propose al Teatro alla Scala una nuova versione delle Nozze, che s’impose immediatamente come un capolavoro di equilibrio, brio e ironia, filologicamente rispettoso delle atmosfere settecentesche, e che fu da allora denominata “la versione di Milano“.

La versione di Peter Sellars, del 1989, conserva gli ampi spazi vuoti che caratterizzavano quella di Strehler, ma opta per una scenografia minimale e per l’attualizzazione: la vicenda si svolge all’interno di uno stralunato appartamento newyorkese e gli interpreti vestono abiti moderni. In totale coerenza con la ricerca di frizione fra contemporaneità e arte tanto cara all’iconoclaste regista americano.

Info: http://www.flett.unict.it


Controcampus

Fonte di provenienza dell'articolo

 

Tag: , , , , ,

Ministro Francesco Profumo: “Una città più vicini alla gente” – progetto Smart cities e Smart communities per le regioni del Mezzogiorno.

Il ministro dell’Università e Ricerca, Francesco Profumo, ha fatto tappa a Catania per presentare il progetto Smart cities e Smart communities per le regioni del Mezzogiorno.

Il concetto di smart city si lega indissolubilmente a quello di innovazione sociale. Le Smart cities sono le città che creano le condizioni di governo, infrastrutturali e tecnologiche per produrre innovazione sociale, per risolvere cioè problemi sociali legati alla crescita, all’inclusione e alla qualità della vita attraverso l’ascolto e il coinvolgimento dei diversi attori locali coinvolti: cittadini, imprese e associazioni.

Per una Catania che possa essere definita anche una Smart city il Ministro è stato chiaro: “Il servizio deve andare dal cittadino e non viceversa. Se invece di ritirare il certificato di residenza all’anagrafe, il certificato arriva sul telefonino forse abbiamo fatto un buon passo avanti. L’idea e’ quella di avere una città più attenta alla domanda dei cittadini, più vicina alle loro esigenze per una qualità di vita migliore“.

Il ministro Francesco Profumo, parlando con i giornalisti del progetto ha anche dichiarato: “Vi sono moltissimi progetti che sono rimasti a livello di sperimentazioni nei ‘server’ di Comuni, scuole e Province, e il tentativo che stiamo facendo con Smart cities e Smart communities e’ quello di individuare alcune priorità per il Paese. Per il Sud sono otto: scuola, sanità mobilità, governo, energia, ambiente, cultura e turismo. Ciascuna regione – continua il Ministro – ha individuato due priorità e su quelle focalizzerà i suoi progetti. I progetti saranno di dimensione robusta, da 15 a 30 milioni di euro, e l’idea e’ che non siano più sperimentazioni, ma diventino prototipi da estendere al Paese“.

Il bando, che è stato aperto quasi due mesi fa chiuderà la sua prima fase lunedì 30 aprile dopodiché ci sarà una fase negoziale sulla base delle proposte preliminari che sono fatte in modo tale che ci sia una corrispondenza tra quelle che sono state le indicazioni delle Regioni in termini di priorità e quelli che sono stati i progetti.

Fonte di provenienza dell'articolo

Potrebbe interessarti:http://www.cataniatoday.it/economia/ministro-francesco-profumo-smart-cities-smart-communities.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/CataniaToday/215624181810278
 

Tag: , , ,

Un concorso Samsung per giovani designer Anche quest’anno si apre il Samsung Young Design Award. I concorrenti dovranno proporre applicazioni utili in città e che incoraggino uno stile di vita impatto zero

C’è tempo fino al 15 Maggio 2012  per iscriversi e inviare i propri progetti per partecipare al concorso.

http://www.samsungyoungdesignaward.com/

samsung-young-design-award-2012

Anche quest’anno il Samsung Young Design Award rinnova la sfida ai giovani designer iscritti a corsi universitari o post universitari di design e ai professionisti del settore con un’età anagrafica entro i 30 anni. Il tema di questa sesta edizione sarà Electronics for Urban Mobility, quindi i concorrenti dovranno creare prodotti come applicazioni e sistemi digitali, che hanno lo scopo di facilitare la vita quotidiana di quanti vivono in una città e promuovere uno stile di vita a basso impatto energetico. Quello dell’elettronica digitale è un settore, come ha detto Sung Wan, Presidente Samsung Electronics Italia,  “ che offre innumerevoli opportunità di innovazione, specie se applicato all’evoluzione della mobilità delle persone e delle informazioni nella società moderna e nel mondo urbano”.

Il concorso si svolgerà in due tempi. Fino al 15 maggio, i concorrenti potranno iscriversi e inviare il proprio lavoro al sito del Samsung Young Design Award. Poi, entro il primo giugno, la giuria, presieduta anche da Carlo Antonelli, direttore di Wired, selezionerà quindici concorrenti i cui lavori saranno perfezionati grazie alla supervisione di tre tutor. Il 14 settembre i progetti verranno presentati e la giuria sceglierà i vincitori. Il primo arrivato si aggiudicherà 5mila euro, il secondo 3mila e il terzo 2mila. Tra gli altri riconoscimenti anche il Gran Premio della Giuria che consiste in 15 mila euro e uno stage della durata di tre mesi presso il Samsung Design Center di Milano.

Regolamento

Ecco il regolamento del Samsung Young Design Award 2012  è questo il documento che fa fede per qualsiasi dettaglio in maniera definitiva.

Denominazione dell’evento: “Samsung Young Design Award 2012 – SYDA 2012”
Tema: “Electronics for Urban mobility”
Prodotti digitali:

  • per migliorare la vita quotidiana nella città
  • per incentivare uno stile di vita a basso impatto energetico
 

Tag: , , , , ,

Catania: Talent Finder Network Junior il talento si scopre a scuola

Parte ufficialmente il progetto Talent Finder Network Junior, dedicato al mondo delle Scuole Superiori e battezzato oggi dalle Istituzioni provinciali.

Battezzato il progetto TFN Junior alla Provincia Regionale di Catania.L’iniziativa che coinvolge da vicino le istituzioni scolastiche.

Venerdì 27 aprile, in occasione di un’apposita conferenza stampa, è stato presentato il progetto TFN Junior.

Presso la sede direzionale Nuovaluce della Provincia Regionale di Catania, le istituzioni provinciali hanno sancito, nella figura del Vice Presidente Ruggero Razza, l’inizio del progetto, presentato da Davide Guglielmino e Giuseppe Idonea di Synergica, società di consulenza e sviluppo.

La Provincia Regionale di Catania patrocina questa iniziativa che ha la finalità di operare in stretta sinergia con le Scuole Medie Superiori distribuite su tutto il territorio, per realizzare attività didattiche e progetti condivisi che coinvolgeranno direttamente i Talenti del Network.

TFN Junior vedrà le scuole protagoniste, identificando talenti tra gli studenti e dando loro la possibilità di esprimersi e comprendere in anticipo le loro potenzialità.

Realizzando una sinapsi importante tra i professionisti e i giovani delle scuole e costituendo uno strumento inedito al servizio di un consapevole percorso formativo degli studenti.

Il progetto coinvolge le scuole medie superiori distribuite su tutto il territorio identificando talenti tra i propri studenti e dando loro la possibilità di esprimersi comprendendo in anticipo le loro potenzialità

  

Leggi anche:

Talent Finder Network Junior il talento si scopre a scuola

 

Tag: , , , , ,

Comune di San Gregorio di Catania: Giovani tirocinanti al Comune, al via la convezione con l’Università

Il Comune di San Gregorio di Catania e l’Università di Catania per la formazione e l’orientamento dei tirocinanti. L’Amministrazione Comunale e l’Università catanese hanno infatti stipulato una convenzione al fine di migliorare la qualità dei processi formativi e di favorire la diffusione della cultura d’impresa. Giovani laureandi e neo dottori saranno coinvolti nella suddetta iniziativa. Le facoltà coinvolte saranno quelle di ingegneria civile ed architettura, i cui studenti avranno la possibilità di svolgere tirocinio di orientamento presso le aree tecniche del comune ed i giovani dottori laureandi o laureati in facoltà umanistiche che invece saranno impiegati in uffici comunali di solidarietà sociale o uffici amministrativi del Comune. Al tirocinio presso gli uffici, le aree tecniche e amministrative comunali potranno partecipare studenti che hanno frequentato corsi di laurea di I e II livello, Dottorati di Ricerca, Scuole o Corsi di Perfezionamento e specializzazione, anche nei 18 mesi successivi al termine degli studi. Il Comune di San Gregorio con tale convenzione è obbligata a trasmettere, con cadenza periodica, all’Università di Catania le proprie disponibilità di tirocinio, dal canto suo l’università di Catania ha dato la massima diffusione alle offerte del Soggetto ospitante ed ad individuare i migliori tra gli aspiranti tirocinanti. “Il progetto parte dalla necessità del Comune di rispondere in maniera affermativa alle numerose richieste di tirocinio pervenute presso l’area tecnica del Comune”, ha spiegato il Sindaco di San Gregorio Remo Palermo. Il Sindaco ha firmato la convenzione con il Presidente del COF centro orientamento e formazione dell’Università di Catania, il professor Vincenzo Percivalle per “agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro e realizzare così momenti di alternanza tra studio e lavoro, nell’ambito di processi formativi”. L’Amministrazione Comunale ha inoltre deciso “di estendere la stessa agli iscritti alle lauree in Sociologia, Servizi Sociali, Programmazione e Gestione delle Politiche e dei Servizi Sociali. Si tratta di un progetto formativo che intende far acquisire competenze specifiche e settoriali allo studente coinvolto”, ha aggiunto ancora il Sindaco. I soggetti interessati a partecipare al tirocinio possono rivolgendosi all’Ufficio Urp o all’ufficio per le politiche scolastiche – sportello universitario – di Piazza Marconi a San Gregorio (095 7219137) o iscriversi direttamente al COF di Via San Giuliano n.197 a Catania (095 7307028 – stage.ateneo@unict.it). I ragazzi saranno impiegati nei diversi uffici per un periodo che va dai tre a sei mesi. La convenzione ha una durata di cinque anni.

 

San Gregorio di Catania 21 Aprile  2012 Ufficio Stampa Comune San Gregorio di Catania

Fonte di provenienza dell'articolo

 

Tag: , , , , ,

Catania: Collegio dei Gesuiti sgomberato Gli ex studenti: «Ora i lavori»

Di Leandro Perrotta |

Concluso lo sgombero dei locali dell’ex istituto d’arte. Venerdi mattina un sopralluogo della commissione cultura del consiglio comunale di Catania, ha verificato lo stato dei lavori e per la prima volta è stato consentito l’accesso a tre cittadini, membri del comitato “Salviamo il Collegio dei Gesuiti” ed ex studenti dell’istituto che ora chiedono tempi rapidi per il consolidamento della struttura. Guarda le foto

Dopo mesi di attesa, lo sgombero dell’ex Collegio dei Gesuiti è quasi concluso. Gli operai sono a lavoro per eliminare gli ultimi cumuli di materiali non più recuperabili, e da lunedì l’edificio sarà a completa disposizione della soprintendenza ai Beni culturali, alla quale l’edificio è affidato. La notizia arriva dalla VII commissione cultura del consiglio comunale di Catania, nel giorno in cui il Comune dispone la chiusura di via Crociferi al traffico. Venerdì 20 aprile i consiglieri hanno infatti effettuato un sopralluogo «Al fine di accertare l’evolversi dei lavori di sgombero, effettuati dalla Provincia regionale di Catania». E per la prima volta è stato consentito l’accesso all’edificio a tre cittadini. Sono tre ex studenti dell’Istituto statale d’Arte, che fino allo sfratto del 2009 era ospitato nell’edificio patrimonio dell’Umanità Unesco, e membri del comitato Salviamo il Collegi dei Gesuiti. Dalla chiusura dell’edificio, disposta dalla soprintendenza ai Beni culturali di Catania nell’agosto del 2009 per le cattive condizioni dell’edificio e ufficializzata da una ordinanza di pubblica incolumità del sindaco di Catania, il comitato ne denuncia lo stato di abbandono. «Adesso però non ci sono più scuse, la soprintendenza deve avviare i lavori di consolidamento della struttura», dichiara Salvo Campo, architetto ed ex studente dell’Isa.

Al video realizzato da Ctzen a novembre, che documentava il grave stato di degrado all’interno dell’ex istituto d’Arte, era infatti seguito un rimpallo di responsabilità tra la Regione, proprietaria dell’edificio, e la Provincia di Catania. «Non possiamo inziare i lavori di messa in sicurezza perchéla provincia non ha mai concluso lo sgombero dei locali» aveva dichiarato alla nostra redazioneGesualdo Campo, dirigente regionale ai Beni culturali. Una situazione risolta solo in questi giorni. «Questo è un primo risultato, arrivato grazie al tavolo tecnico di gennaio tra Comune, Provincia e Soprintendenza per i Beni Culturali» sono le parole di Manlio Messina, presidente della commissione cultura e promotore dell’iniziativa. Al momento, però, non ci sono date sull’inizio dei lavori. «La fase del trasloco è stata lunga e complessa – spiega Messina – ed è stata eseguita in tre fasi: nella prima è stato eliminato il mobilio, nella seconda sono stati recuperati i materiali scolastici come registri e documenti, e in questa terza sono stati eliminati i materiali non recuperabili».

«Purtroppo tra i materiali che finiranno in discarica, ci sono molti lavori degli studenti» ci racconta invece Marco Di Stefano, anche lui come Campo architetto ed ex studente dell’Isa. Dopo il sopralluogo, i due ex studenti non riescono però a capacitarsi delle motivazioni che hanno portato alla chiusura dell’edificio. «Le uniche parti ridotte male sono quelle della ex palestra, chiusa già a inizio 2009» dichiara deluso Campo, mentre Di Stefano ammette «Quando a fine 2011 ho saputo che la mia ex scuola era chiusa, ho trattenuto a stento le lacrime. Eppure, a quanto mi ha detto la ex preside Bianca Boemi, bastavano poche migliaia di euro per riparare il tetto della palestra». Adesso lo squarcio sul soffitto della ex palestra è largo parecchi metri, ma come documentano le fotografie scattate ieri, le tegole e gli altri materiali crollati sono stati ripuliti.

«E’ stata una emozione indescrivibile rientrare in quei luoghi», dichiara Di Stefano, che vive fuori dall’Italia da sei anni. Adesso è tornato, anche per seguire la vicenda da vicino. «A novembre ho saputo che la scuola era stata sfrattata, e ho subito pubblicato un video che ricordava com’era la nostra scuola, un ambiente unico e funzionale ai nostri studi» racconta Marco. «Quando poi ho visto il vostro video, la voglia di fare qualcosa è diventata fortissima – prosegue Di Stefano – e oggi per me s’è realizzato un desiderio». Un desiderio rimasto però a metà, e che si concluderà solo a lavori ultimati: «Ho letto che ci sarebbero difficoltà a utilizzare i 5 milioni di euro di fondi della protezione civile che servono alla messa in sicurezza della struttura. Spero che non ci siano ulteriori ritardi», conclude Marco.

[Foto di Salvo Campo]

Articoli correlati

  • gesuiti_internaCollegio dei Gesuiti abbandonato
    Arriva anche Striscia la Notizia
  • collegio_gesuitiCollegio dei Gesuiti allo sfascio
    Campo: «Colpa della Provincia»
  • Ex collegio dei Gesuiti a CataniaCollegio dei Gesuiti, accesso libero
    Tra soffitti pericolanti e abbandono

    Fonte di provenienza dell'articolo

 

Tag: , , , ,

Roma: Fiera internazionale delle Lingue

Dal 19 al 21 Aprile Roma ospita La Fiera Internazionale delle Lingue, un evento dedicato alla formazione linguistica a 360 gradi.

Studiare all'estero

Dal 19 al 21 Aprile Roma ospita la Fiera Internazionale delle Lingue, un evento dedicato alla formazione linguistica a 360 gradi. Saranno presenti gli stand di circa 40 istituzioni nazionali e internazionali, scuole, università, servizi di orientamento, enti di promozione turistica, associazioni, come: Ministero dell’Istruzione/ioStudio, Oxford University Press, British Council, Cambridge ESOL, ANILS, ESN-Erasmus, Visit Malta, AIESEC e molti altri. Tutti gli interventi sono mirati a comprendere l’importanza delle lingue nello scenario scolastico e lavorativo attuale e a conoscere metodi di apprendimento e programmi linguistici rivolti a più fasce di età. Interverranno infine società di selezione con suggerimenti su come redigere un cv internazionale e affrontare un colloquio di lavoro. Un’occasione unica per chi vuole avere un orientamento internazionale, per chi desidera studiare all’estero o si immagina un futuro lavorativo in società multinazionali sia in Italia che all’estero. L’evento è aperto anche alla partecipazione di insegnanti di lingue con le proprie classi, che potranno usufruire di materiale didattico in inglese e sperimentare la metodologia CLIL. E’ consigliabile contattare la segreteria organizzativa per assicurarsi la partecipazione a seminari e workshop:  segreteria.fieralingue@gmail.com

Fonte di provenienza dell'articolo

 

Tag: , , , , ,

Unict: Catania capitale delle Neuroscienze italiane

Da giovedì 19 a sabato 22 aprile, una delle sedi più prestigiose dell’Università di Catania ospiterà una grande assise internazionale di studiosi, riuniti per fare il punto sulle più recenti acquisizioni sulle malattie neurodegenerative, come la malattia di Alzheimer

Le neuroscienze per la salute e la qualità della vita. Da giovedì 19 a sabato 22 aprile, una delle sedi più prestigiose dell’Università di Catania ospiterà una grande assise internazionale di studiosi, riuniti per fare il punto sulle più recenti acquisizioni sulle malattie neurodegenerative, come la malattia di Alzheimer, il morbo di Parkinson e altre malattie del sistema nervoso centrale (Snc).
Si tratta del XIV Congresso della Società Italiana di Neuroscienze (Sins), presieduta dal prof. Lucio Annunziato, docente dell’Università Federico II di Napoli, che – in questa occasione – si fregia della collaborazione e partecipazione scientifica dell’Israel Society For Neuroscience (Isfn), rappresentata dalla presidente Ilana Gozes dell’Università di Tel Aviv.

Un particolare accento sarà posto sul ruolo dell’infiammazione nella patogenesi di tali malattie. Saranno inoltre discussi metodi bioinformatici innovativi che mirano ad ottimizzare i trattamenti terapeutici, farmacologici e non, di importanti malattie del Snc, quali Alzheimer e Sclerosi laterale amiotrofica, così come l’epilessia, la depressione, la schizofrenia, e malattie a carattere familiare.

Il congresso è organizzato e presieduto dal prof. Renato Bernardini, ordinario di Farmacologia dell’Ateneo catanese, e sarà inaugurato giovedì 19 aprile alle 17 con la consegna di un premio alla carriera all’eminente scienziato Jacopo Meldolesi, professore emerito di Farmacologia dell’università San Raffaele di Milano, pioniere della neurofarmacologia cellulare.

Il programma dei lavori delle tre giornate del XIV Congresso Sins è finalizzato ad offrire una visione generale delle più recenti scoperte nel campo delle neuroscienze.
In particolare, quelle nuove acquisizioni che favoriscono una migliore comprensione dei meccanismi patogenetici di patologie del Snc, curabili e non, consentendo la messa a punto di più efficaci terapie farmacologiche in grado di aumentare la qualità della vita dei pazienti (progressivamente inficiata dal decorso cronico di tali malattie) e delle loro famiglie, generalmente coinvolte nelle terapie di supporto per lunghi periodi.
Si parlerà, ad esempio, del ruolo degli ioni calcio nei meccanismi di malattia del sistema nervoso centrale, della rilevanza di una equilibrata risposta delle cellule immunocompetenti nella prevenzione dell’insorgenza di disordini neurodegenerativi, di come i mediatori della risposta immunitaria si comportino da modulatori dei meccanismi funzionali delle cellule neuronali e di come la normale espressione di alcune proteine abbia una funzione protettiva sui neuroni, evitando la morte cellulare alla base della neurodegenerazione.

Fra gli altri argomenti al centro dei lavori, i meccanismi patogenetici dei disturbi cognitivi e della memoria, anche in rapporto al danno cerebrale da sostanze da abuso, la prevenzione dei danni da ischemia e da trauma cerebrale, il ruolo diagnostico e terapeutico della tomografia a emissione di positroni (Pet) nelle malattie immuno-infiammatorie cerebrali e in quelle neurodegenerative con componente infiammatoria, le strategie terapeutiche alternative per contrastare l’infiammazione che caratterizza vari disordini del sistema nervoso e per malattie immunitarie e neurodegenerative.“

Fonte di provenienza dell'articolo

Potrebbe interessarti:http://www.cataniatoday.it/eventi/unict-catania-capitale-delle-neuroscienze-italiane.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/CataniaToday/215624181810278
 
 
 
Info:
http://www.sinscongress2012.org/scientificprogram.htm
 
 
 

Tag: , , , , ,

Concorso Scolastico “Rachelina e i Giovani – 2012”

Gli elaborati dovranno pervenire entro il 30 giugno 2012

Intitolato al ricordo di Rachelina Ambrosini e al modello di vita virtuoso che ha lasciato  in eredità come appiglio di riferimento soprattutto per i ragazzi, il concorso scolastico “Rachelina e i Giovani” giunge nel 2012 alla sua 11a edizione. Si rivolge agli studenti delle Scuole di ogni ordine e grado, che partecipano  svolgendo il tema indicato nel bando di concorso attraverso un elaborato artistico che maggiormente rispecchi le proprie propensioni: componimento letterario, disegno, canzone, breve cortometraggio … La valutazione dei lavori pervenuti presso la sede della Fondazione Ambrosini, entro i termini riportati dal bando, avviene per opera di una commissione composta da rappresentati della Cultura, della Scuola  e del Volontariato ed è presieduta dal presidente del Comitato Scientifico della Fondazione Rachelina Ambrosini; la stessa giuria provvede a premiare i vincitori con  borse di studio.

“Il nostro futuro dipende dalla qualità del tempo che dedichiamo ai nostri ragazzi. Questa frase sintetizza cosa sarà della nostra vita se non ci poniamo nel modo giusto verso i nostri figli. Abbiamo destinato loro la notte e loro ci indicano la via della luce: la verità”.

“La verità vi farà liberi” (Gv 8,32)

Puliamo il mondo dall’ipocrisia, dalla menzogna, dalle bugie, dai balocchi, apriamo gli occhi a nuovi orizzonti fatti di nuovi punti di vista, di meriti, di solidarietà e bene comune.

colombaIl Concorso Scolastico promosso dalla Fondazione Rachelina Ambrosini è riservato agli studenti delle Scuole di ogni ordine e grado.
L’iscrizione si effettua compilando l’allegata scheda di partecipazione. Il premio della Fondazione Rachelina Ambrosini sarà assegnato da una giuria composta da rappresentanti della Cultura, della Scuola, del Volontariato.
Gli studenti potranno presentare i lavori articolati in modo libero, realizzare componimenti letterari, disegni, canzoni o brevi cortometraggi. Gli elaborati dovranno pervenire entro il 30 giugno 2012, corredati della scheda di partecipazione.
La commissione a suo insindacabile giudizio premierà i vincitori con una borsa di studio. Gli Istituti concorreranno all’assegnazione del premio della Presidenza della Repubblica.
La cerimonia conclusiva avrà luogo come ogni anno nel mese di dicembre 2012, il luogo e la data della premiazione saranno comunicati tempestivamente

Regolamento e scheda di partecipazione

Regolamento e scheda di partecipazione

 

Tag: , , , , ,

L’Università di Catania cerca un tecnico elaborazione dati (Scadenza del bando: 16/04/2012)

L’Università di Catania ha bandito una selezione, per titoli e colloquio, per l’assunzione di un tecnico elaborazione dati con rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato e orario di lavoro a tempo pieno, presso il Dipartimento di Ingegneria elettrica, elettronica e informatica.
Fra i requisiti previsti ci sono:

  • cittadinanza italiana o di uno dei Paesi dell’Ue
  • laurea in Ingegneria informatica o Ingegneria elettronica o lauree specialistiche in Ingegneria informatica, Ingegneria elettronica o Ingegneria dell’automazione o del controllo dei sistemi complessi
  • dottorato di ricerca
  • almeno 3 anni di esperienza in altre Università o strutture pubbliche con particolare riferimento alle attività previste dal profilo richiesto dal bando

Le domande vanno spedite  entro il 16 aprile con raccomandata con ricevuta di ritorno e  indirizzate al direttore amministrativo dell’Università degli Studi di Catania, Area per la gestione amministrativa del personale, piazza Università 16, a Catania.

In alternativa, le istanze possono essere presentate a mano nei giorni di lunedì e venerdì dalle 9,30 alle 12 e nei giorni di martedì e giovedì dalle 9,30  alle 12 e dalle 15 alle 16.

Per maggiori dettagli vi invitiamo a consultare la pagina dell’ Ateneo catanese.

Vedi il BANDO

Fonte di provenienza dell'articolo

 

Tag: , , , , ,

Mafia: nelle scuole etnee vanno in scena gli attentati dei giudici “Settembre 1990-Luglio 1992”

Comincia domani a Catania un tour teatrale, organizzato dalle associazioni antiracket del Sistema Confcommercio Imprese per l’Italia in sei istituti scolastici del capoluogo etneo e della provincia, dello spettacolo ”Settembre 1990 – Luglio 1992” sugli attentati dei giudici Rosario Livatino, Giovanni Falcone, Francesca Morvillo e Paolo Borsellino. Domani lo spettacolo, scritto e diretto da Angelo D’Agosta, sara’ rappresentato alle 10 nella ”Vittorino Da Feltre”.

Il ciclo di spettacoli rientra nel progetto ”Teatro: per non dimenticare”, con il quale si vuole dare agli studenti la possibilita’ di accostarsi a quegli eventi tragici che hanno segnato il corso della storia e lasciato una traccia indelebile nella vita di ognuno di noi.

Lo spettacolo sara’ poi rappresentato il 12 aprile nella scuola media ”Pluchinotta” di Sant’Agata Li Battiati, il giorno successivo nell’Istituto comprensivo ”XX Settembre” di Catania. Andra’ quindi in scena il 17 aprile nell’Istituto comprensivo ”G. Russo” di Paterno‘, e il 19 nel ”Branchina’‘. L’ultima tappa e’ in programma il 18 maggio nel ”Leonardo Da Vinci” di Misterbianco.

”Siamo convinti che la cultura della legalita’ vada trasmessa gia’ sui banchi di scuola – spiega il coordinatore delle associazioni antiracket del Sistema Confcommercio Catania Francesco Fazio – a studenti grandi e piccoli con un linguaggio appropriato. Da anni lo facciamo con incontri tra i ragazzi e i rappresentanti delle forze dell’ordine, della magistratura, docenti universitari e protagonisti dell’antimafia”. ”Riteniamo, proprio perche’ e’ un’esperienza che abbiamo fatto – ha concluso – che lo spettacolo teatrale sia un ottimo strumento per approfondire e capire fatti ed eventi che hanno caratterizzato la nostra epoca”.(ANSA).

Legalità

Fonte di provenienza dell'articolo

 

Tag: , , , ,

Progetto generations@school Instaurare un dialogo intergenerazionale tra studenti e persone anziane

In occasione dell’Anno Europeo 2012 dell’invecchiamento attivo e della solidarietà tra le generazioni viene promosso dall’Unione Europea il “Progetto generations@school. Instaurare un dialogo intergenerazionale tra studenti e persone anziane”. Durante le settimane intorno al 29 aprile, giornata in cui l’Europa, dal 2009, celebra la solidarietà intergenerazionale, tutte le scuole d’Europa sono invitate ad aprire le porte delle loro classi alle generazioni meno giovani e a riflettere sull’arricchimento che può donare all’istruzione il dialogo intergenerazionale e su come può contribuire ad una migliore reciproca conoscenza. Gli Istituti possono organizzare qualsiasi tipo di evento intergenerazionale: incontri tra persone anziane e studenti, giochi, attività artistiche come disegno, teatro, musica e lavori manuali. Le foto degli eventi organizzati potranno essere caricati, entro il 30 giugno, sul sito appositamente creato per partecipare al concorso che premierà il miglior progetto di ogni Stato membro. I 27 Istituti premiati riceveranno un buono di 300 euro per l’acquisto di materiale utile a realizzare un progetto di approfondimento con un’altra scuola non ancora attiva nel dialogo intergenerazionale. Tutte le scuole partecipanti riceveranno un attestato dell’EY2012.

Approfondimento:

Progetto generations@school

Instaurare un dialogo intergenerazionale tra studenti e persone anziane

Dal 2009, l’Europa celebra un Giornata europea della solidarietà intergenerazionale il 29 aprile. Nel 2012, questa giornata verrà dedicata all’incontro di studenti e anziani, con l’obiettivo di creare uno scambio su ciò che significa invecchiare e su come giovani e meno giovani possono collaborare per una vita migliore. Durante le settimane intorno al 29 aprile, tutte le scuole d’Europa sono invitate ad aprire le porte delle loro classi alle generazioni meno giovani e a riflettere sull’arricchimento che può donare all’istruzione il dialogo intergenerazionale.

Qualche motivo per partecipare:

  • Rompere gli stereotipi intergenerazionali e incoraggiare le persone a trascorrere più tempo con membri del vicinato appartenenti a un’altra generazione.
  • Condividere conoscenze e competenze per conoscersi l’un l’altro.
  • Sensibilizzarsi e sensibilizzare sul tema della diversità e sul concetto di invecchiamento attivo.
  • Condividere i risultati del lavoro svolto in classe con altre scuole europee e con la collettività in generale.

29 aprile 2012 – Segnatevi questa data!

Risorse:Potete organizzare qualsiasi tipo di evento intergenerazionale nella vostra scuola: incontri tra persone anziane e studenti, giochi, attività artistiche come disegno, teatro, musica e lavori manuali. Prendete pure spunto dalle nostre risorse! Immortalate i vostri eventi con una valanga di foto: per partecipare al nostro concorso, che premierà il miglior progetto di ogni paese, dovete caricare delle foto del vostro evento sul gruppo Panoramio generations@school.

Tutte le scuole partecipanti riceveranno un attestato firmato dalla Commissione europea.29.04 Il progetto inizierà il 1° marzo 2012. Troverete tutte le informazioni su come partecipare e una serie di risorse su questa piattaforma.
Gli eventi devono svolgersi intorno al 29 aprile 2012 e, qualora desideriate partecipare al concorso, avete tempo fino al 30 giugno 2012 per caricare le vostre immagini. Consultate il regolamento del concorso generations@school.
Vi interessa organizzare un progetto generations@school? Contattateci! Saremo felici di ricevere una vostra mail con la data dell’evento e il nome della vostra scuola e della/e classe/i che parteciperanno:generationsatschool@paueducation.com
Consultate le linee guida per preparare il progetto e caricare foto.
Panoramio

 

Tag: , , , ,

Giocattoli e Scienza” Mostra interattiva di Giocattoli Scientifici – Palazzo della Cultura – ex Cortile Platamone, via Vittorio Emanuele 121 – Catania Dal 14 al 30 Aprile 2012

Archimede Servizi Catania“Giocattoli e Scienza” Mostra interattiva di Giocattoli Scientifici

Dal 14 al 30 Aprile 2012 presso il Palazzo della Cultura di Catania (Ex Cortile Platamone).

Ingresso a Pagamento. Visite guidate scuole e gruppi su Prenotazione.

Dopo il grande successo ottenuto la Primavera scorsa all’Orto botanico di Catania torna la mostra interattiva di giocattoli scientifici “Giocattoli e Scienza”, quest’anno ospitata dal Palazzo della Cultura di Catania; dal 14 al 30 Aprile; nell’ambito della manifestazione “Catania…in PRIMA vera”

La mostra è organizzata dal Comune di Catania e dal Consorzio Elios Etneo in collaborazione con Archimede Servizi e con il patrocinio del Progetto Lauree Scientifiche del MIUR.

Giocattoli e Scienza” espone una quarantina tra giocattoli ed esperimenti attraverso i quali vengono mostrati aspetti paradossali ed interessanti della Fisica.

L’uso dei giocattoli, piuttosto che degli oggetti di laboratorio, serve a dimostrare come i principi e le leggi della Fisica apprese in ambito scolastico, valgano anche nella vita di tutti i giorni. I giocattoli risultano particolarmente efficaci per rendere evidenti concetti scientifici, proprio perché non sono stati costruiti con questo scopo.

Molti dei giocattoli esposti potranno essere toccati e provati dai visitatori: una persona che tocca e fa funzionare un qualsiasi dispositivo, è più vicina a far scienza che non una persona che guarda solamente. Questo vale specialmente per i bambini che vengono così stimolati ad apprendere, divertendosi allo stesso tempo.

Il lavoro è suddiviso in quattro sezioni principali: meccanica, luce & suono, termodinamica & chimica, edelettromagnetismo. Per ogni giocattolo sono disponibili descrizione, almeno una foto ed in taluni casi una o più animazioni. Guide specializzate illustreranno inoltre le esperienze esposte introducendo i meccanismi fisici celati dietro il gioco .

I visitatori saranno subito coinvolti da illusioni ottiche e stimolazioni della percezione che metteranno in luce come i meccanismi visivi dipendano dal cervello.

Si inizia con lampade magiche , proiettori , miraggi , caledoscopi , specchi e L.A.S.E.R. e a seguire un percorso tra giochi elettromagnetici come sfere al plasma e giochi magnetici.

Si continua con giochi di meccanica antichi e moderni , giri della morte , trottole e giroscopi. “Ospite d’onore” il simpatico orsetto giocattolo Ernest che sulla sua bici percorre in equilibrio un filo sottile che attraversa i 20 metri dell’aula.

Il percorso si conclude con la sezione fluidodinamica che ospita il papero bevitore e strani termometri e “misuratori di amore”.

Nello spazio esterno meridiane misureranno il tempo e mongolfiere solari e termiche svetteranno nel cielo mentre i visitatori si renderanno conto della potenza dell’irradiazione solare osservando potenti specchi ustori e “motori solari”.

Gli ospiti potranno scegliere di visitare liberamente la mostra o prenotare una visita guidata (per un gruppo di minimo 20 persone) con almeno 10 giorni di anticipo rispetto alla data scelta. La visita guidata è particolarmente indicata per i gruppi scolastici ma risulta un’esperienza coinvolgente anche per gruppi turistici composti da adulti e bambini.

La visita all’esposizione potrà essere arricchita inserendo nel proprio itinerario la visita guidata all’Orto botanico di Catania (via A.Longo 19). I due siti museali distano tra loro circa 2 Km.

Orari di apertura della mostra “Giocattoli e Scienza” (14-30 Aprile 2012)

Dal lunedì al sabato dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 15.30 alle19.00. Domenica dalle 9.30 alle 13.00

Tariffe visitatori singoli

■ Ingresso mostra Giocattoli e Scienza: € 3,00 (gratis per i bambini fino a 6 anni)

■ Ridotto bambini fino a 12 anni e over 65 anni: € 2,00

Tariffe Scuole

■ Visita guidata alla Mostra Giocattoli e Scienza: € 2,00* per studente

■ Visita guidata alla Mostra Giocattoli e Scienza + Visita all’Orto botanico di Catania: € 5,00* per studente

*Tariffe valide SOLO per i gruppi scolastici in visita guidata. Per informazioni sulle tariffe dedicate ai gruppi turistici contattare i nostri uffici al numero 095/382529

Info e Prenotazioni gruppi

La prenotazione per i gruppi scolastici e turistici in visita guidata è obbligatoria e va effettuata con una decina di giorni di anticipo chiamando l’ufficio prenotazioni al numero: 095/382529.

MOSTRA “GIOCATTOLI E SCIENZA”

(Catania, 14-30 Aprile 2012)

PREZZI VISITE GUIDATE

Con la presente proponiamo le tariffe riservate alle scuole per le visite guidate alla mostra “Giocattoli e Scienza” che si svolgerà presso il Palazzo della Cultura di Catania

(Via Vittorio Emanuele 121) dal 14 al 30 Aprile 2012.

Visita guidata alla Mostra “Giocattoli e Scienza”: € 2,00 per studente

(Durata della visita: 45 minuti circa)

Si offre inoltre la possibilità di prenotare un interessante pacchetto scontato dedicato alle scuole che include visita guidata alla mostra “Giocattoli e Scienza” e visita guidata all’Orto botanico di Catania. Le due strutture museali distano tra loro circa 2.5 Km.

Mostra Giocattoli e Scienza + Orto botanico di Catania*: € 5,00 per studente

(Durata della visita: 3 ore circa)

* Gli spostamenti da una struttura museale all’altra sono a carico della scuola.

NB Le visite sono gratuite per insegnanti ed accompagnatori fino ad un massimo di 2 persone.

……………………………………………………………………………………………………………………………

DA RICORDARE

La prenotazione delle visite guidate è obbligatoria. Le visite vanno prenotate con almeno

10 giorni di anticipo chiamando i nostri uffici al numero di telefono: 095 382529

Restiamo a vostra completa disposizione per qualsiasi informazione aggiuntiva sulla nostra proposta. Sotto trovate tutti i nostri recapiti.

Cordialmente,

Dott.ssa Irene Maugeri

Marketing Archimede Servizi Catania

E-Mail: archimedecoop@gmail.com

Tel ufficio: 095.382529 Cellulare: 3939790154

Allegati:

 Mostra Giocattoli e Scienza_Palazzo della Cultura.pdf 

listino

 

Tag: , , , ,

DIMENSIONAMENTO SCUOLE A.S.2012/2013 – Regione Sicilia – Modifica parziale

L‘Assessore Regionale dell’Istruzione e della F.P. della Sicilia Prof. Mario Centorrino in data 04/04/2012 pubblica il D.A. n. 1103 del 30/03/2012 con il quale modifica parzialmente il proprio D.A. n. 806 del 06/03/2012 riguardante il dimensionamento delle scuole per l’a.s.2012/2013.

Per quanto riportato, a parziale modifica del decreto assessoriale n. 806 del 06/03/2011 con il quale sono stati resi operativi gli interveti di dimensionamento della rete scolastica della Sicilia con decorrenza dall’anno scolastico 2011/2012, si riportano le seguenti correzioni e modifiche

fonte di provenienza dell'articolo

 

Tag: , , , ,

Palette alzate davanti alle scuole, a Catania arrivano i nonni-vigilantes

I requisiti? Sentirsi in forze, avere tempo da condividere, e volersi spendere per la comunità

– Fascia al braccio e paletta: a Catania arriveranno i nonni-vigilantes. Saranno piazzati davanti alle scuole della città, soprattutto durante le ore d ingresso e di uscita degli scolari dalle strutture scolastiche. Dovranno dare una mano per far attraversare ai ragazzi le strisce pedonali, e coordinare i genitori indisciplinati alla guida che spesso intasano il traffico attorno ai plessi. Lo ha deciso il Comune di Catania, che ha lanciato l’invito agli over 65 della città. Gli unici requisiti sono sentirsi ancora in forze, avere tempo da condividere, e volersi spendere per la comunità. Chi pensava di poter arrotondare la pensione, però, dovrà ricredersi: sarà tutto gratis, senza neanche il voucher lavoro di 10 euro lordi previsto invece in altre città che hanno adottato l’iniziativa.

IL BANDO – Ogni nonno dovrà andare dal proprio medico curante per farsi rilasciare un certificato in cui il Servizio Sanitario Nazionale attesta le sua buona condizione di salute, sia fisica che mentale. Poi, dovrà scaricare (o farsi aiutare per farlo) dal sito web del Comune la domanda di partecipazione al bando. Infine, presentare il tutto entro venerdì 13 aprile agli uffici dell’Amministrazione (in piazza Gandolfo, o al Comando della Municipale) insieme alla fotocopia della carta d’identità.

RECIPROCA SOLIDARIETA’ – “E’ un atto di reciproca solidarietà nell’interesse della collettività – ha spiegato l’assessore al personale Sebastiano Arcidiacono – che portiamo avanti per migliorare, senza oneri per il Comune, alcuni servizi importanti per la cittadinanza”. Cosa non si fa per i nipoti, anche quelli altrui: questo lo spirito che animerà gli arzilli vigilantes, che sostituiranno i vigili urbani. “Il vantaggio di questa iniziativa è duplice – ha spiegato l’assessore alla Polizia Urbana Massimo Pesce – perché da una canto evitiamo l’impiego di personale della polizia municipale fisso davanti i plessi scolastici per destinarli ad altri scopi di viabilità, e dall’altro teniamo fede a un dovere di socialità verso i nostri pensionati”. Dal Comune fanno sapere che costituirà titolo preferenziale l’essere stato appartenente alle Forze dell’ Ordine. Così, con il concorso ai Vigili Urbani ancora atteso da anni, e l’età media sempre più alta degli agenti della Municipale, sarà quindi solo la divisa a fare la differenza?

Fonte Italpress e Corriere del Mezzogiorno

Approfondimento:

Anziani addetti alla vigilanza davanti alle scuole della città a titolo gratuito

 

BANDO VIGILANZA NELLE SCUOLE 2012

 

ALLEGATI

 
Fonte: Ufficio RIS UM. – Selezione Risorse Umane e FormazioneEmail Referente grazia.rapisarda@comune.catania.it

 

Tag: , , , ,

Rinvio a data da precisare delle prove Invalsi nelle classi seconde scuola secondaria di II grado

Prove Invalsi: altro rinvio. Non più il 15 ma a data da destnarsiSpostate dal 7 al 15 maggio, le prove Invalsi slittano ancora a data da destinarsi (forse il 16).
L’Invalsi si è accorto, purtroppo in ritardo, che proprio il 15 maggio in Sicilia si festeggia lo Statuto autonomistico per cui le scuole sono chiuse in tutta la regione, come da noi tempestivamente segnalato.
Spostate già dal 7 al 15 maggio, le somministrazioni delle prove di italiano e matematica nella secondaria di secondo grado saranno dunque ulteriormente traslate a data da destinarsi (forse il 16 maggio).
L’Invalsi, nel comunicare lo spostamento delle prove, dice pure che provvederà a comunicare tempestivamente la nuova data.
In ogni caso tutto fa pensare che l’istituto si stia orientando per il 16 maggio e farebbe bene, a nostro avviso, a non andare oltre perché già nelle scuole da metà maggio in poi fervono le operazioni più delicate di fine anno.

Fonte di provenienza dell'articolo

Servizio Nazionale di Valutazione 2012

Quadri di riferimento

Fonte di provenienza dell’articolo 

Articolo correlato:

PROVE INVALSI AL 15 MAGGIO? MA IN SICILIA SI CELEBRA LO STATUTO

 

PROVE INVALSI AL 15 MAGGIO? MA IN SICILIA SI CELEBRA LO STATUTO

di Pasquale Almirante
Se le prove Invalsi del 7 maggio sono state rinviate perché in alcuni comuni si vota per le amministrative, l’altra giornata del 15 è altrettanto impraticabile in Sicilia perché qui, in occasione della ricorrenza della firma (1946) dello Statuto della Regione, è stata fissata la nuova festa dell’Autonomia Siciliana.
La somministrazione delle prove di italiano e matematica nella secondaria di secondo grado per conto dell’Invalsi non ha fortuna.
Spostata dal 7 e 8 maggio, per non coincidere con le elezioni amministrative in svolgimento in molti comuni italiani ( ma forse pure per evitare lo sciopero del Cobas del 7), l’altra data scelta, quella del 15 maggio, si scontra con la celebrazione dello Statuto dell’Autonomia, fortemente voluta dal governatore della Sicilia, Raffaele Lombardo, che, in un periodo di fermento federalista, cerca di ricordare e riaffermare la natura autonomistica della sua Regione.
Da due anni infatti, il 15 maggio è data cerchiata in rosso nel calendario siciliano che ha disposto la chiusura degli uffici regionali, come previsto dall’articolo 3 del Decreto assessoriale firmato il 23 luglio 2010 dall’assessore Nicola Leanza, e il fermo dell’attività didattica per un giorno in tutte le istituzioni scolastiche della Regione.
Scuole dunque chiuse e con l’opzione di avviare qualche giorno prima delle attività parallele connesse allo studio “di Autonomia”, insieme a dibattiti per porre al centro della discussione la lettura e lo studio dello Statuto firmato il 15 maggio 1946.
Cosa succederà ora è tutto da vedere anche se è prevedibile un comunicato dell’ultima ora con cui viene traslata la data delle prove Invalsi ad altro giorno.
Fra l’altro c’è anche da notare che molte sono state le scuole che hanno preso il 14 maggio come festività ponte, sfruttando le giornate di vacanze a disposizione del Consiglio di istituto.
Resta intanto od oggi un altro conflitto di date, anche se appere strano che al Ministero non si siano ricordati del 15 maggio siciliano e di una festività civile che già da due anni viene regolarmente celebrata in tutta la Regione.

Fonte di provenienza dell’articolo
 

Tag: , , , , ,

Torna il “Trofeo Mario Nicotra”, torneo di calcio maschile e femminile riservato alle scuole elementari e medie di Catania e provincia“

Trofeo Mario Nicotra

Torna il “Trofeo Mario Nicotra“, torneo di calcio maschile e femminile riservato alle scuole elementari e medie di Catania e provincia e del “Torneo delle Province” torneo di calcio solo al femminile riservato agli istituti superiori.

Il trofeo si articola in cinque distinti tornei di calcio: elementari maschile, elementari femminile, medie maschile, medie femminile, superiori femminile. Un grande carico di lavoro per gli organizzatori: infatti si disputeranno mediamente 20 incontri ogni settimana per un totale stimato di oltre 100 partite, già il 12 aprile scatterà il “Torneo delle Province”, mentre il “Trofeo Nicotra” partirà il 16 aprile.

Al termine di questa lunga maratona calcistica avrà luogo la grande festa che concluderà il torneo con la premiazione delle scuole che per due mesi hanno vissuto questa esperienza irripetibile.

Un successo consolidato per l’Istituto comprensivo Vittorino Da Feltre, scuola che dal 1983 promuove il “Trofeo Nicotra”, e per Lucia Lanzafame, dirigente scolastico della scuola sostenuta dalla perfetta guida di Elio Garozzo, al timone quale presidente del Comitato Organizzatore e della Asd Pro Catania, associazione organizzatrice dell’evento.

Del “Torneo delle Province”, torneo di calcio solo al femminile e riservato agli istituti superiori, è capofila l’Istituto Tecnico Commerciale De Felice Giuffrida di Catania, guidato dal preside Francesco Ficicchia che si avvale della collaborazione della professoressa Siracusa per il raccordo con il Comitato Organizzatore: quest’anno la novità consiste nell’introduzione della fase regionale che si disputerà al Palermo il 16 maggio con partecipazione di istituti superiori che si qualificheranno nella fase provinciale.

Per una macchina organizzativa così complessa il Comitato organizzatore ha il sostegno di importanti partners. Infatti è possibile realizzare l’evento grazie alle aziende che credono nei valori proposti attraverso lo sport nonché al patrocinio del Comune di Catania, della Provincia Regionale di Catania, della Presidenza della Regione, del Coni e della Federcalcio. Alla fine della breve presentazione, ci sarà la Cerimonia ed’apertura con il consueto colpo di campana dato dal presidente del Consiglio comunale di Catania, dott. Marco Consoli, che segna l’avvio del torneo.“

Fonte di provenienza dell'articolo

Potrebbe interessarti:http://www.cataniatoday.it/sport/trofeo-mario-nicotra.html

Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/CataniaToday/215624181810278
 
 

Approfondimento:

 TROFEO “MARIO NICOTRA”
XXIX Edizione – ANNO 2012


XXIX Edizione
TROFEO “MARIO NICOTRA”
ANNO 2012
SCUOLE PARTECIPANTI
 
TORNEO SCUOLE ELEMENTARI MASCHILI TORNEO SCUOLE MEDIE MASCHILI
 
ACIREALE RODARI
BATTISTI
CARONDA
D’ANNUNZIO / DON MILANI
DE ROBERTO
DIAZ / MANZONI
EDEN SCHOOL
FELTRE
FONTANAROSSA
GIUFFRIDA
GRAVINA MATTARELLA
GRAVINA RODARI
ICAM CITTA’ DEI RAGAZZI
MALERBA
MASCAGNI
MASCALUCIA FAVA
MISTERBIANCO P. PIO
MUSCO
PARINI
PESTALOZZI
PETRARCA
RAPISARDI
S. G. BOSCO
SAURO
TREM. DE AMICIS
TREM. TERESA DI CALCUTTA
VITTORINI
XX SETTEMBRE
ACICASTELLO RIMINI
BATTISTI
C. LA ROSA
CARDUCCI
CARONDA
CONVITTO CUTELLI
CORRIDONI / MEUCCI
D’ANNUNZIO / DON MILANI
DE ROBERTO
DE SANCTIS
DORIA
DUSMET
FELTRE
FONTANAROSSA
I.C. PATERNO’
ICAM CITTA’ DEI RAGAZZI
MANZONI S. VENERINA
MISTERBIANCO P.PIO
MONTEROSSO
MONTESSORI
MUSCO
PARINI
PETRARCA
STURZO BIANCAVILLA
VITTORINI S.P.C. 1
VITTORINI S.P.C. 2
XX SETTEMBRE

 

TORNEO SCUOLE ELEMENTARI FEMMINILI TORNEO SCUOLE MEDIE FEMMINILI
FELTRE
VITTORINI S.P.C.
MUSCO
SAURO
CORRIDONI / MEUCCI
DE ROBERTO
FELTRE
MANZONI S. VENERINA
DIAZ / MANZONI

PARINI
TORNEO DELLE PROVINCE
ISTITUTI SUPERIORI FEMMINILI
ALBERGHIERO WOYTILA
BOGGIOLERA
DE FELICE
DE SANCTIS PATERNO’
FERRARIN
GEMMELLARO
LUCIA MANGANO
VACCARINI
 

 

 

 

Tag: , , , , ,

Unict, piovono tegole a Giurisprudenza Gli studenti: «Sicurezza a rischio»

Di Desirée Miranda

Le tegole del tetto dell’ex facoltà di Giurisprudenza a Catania cadono giù e per evitare problemi di sicurezza il cortile tra l’edificio nuovo e Villa Cerami più di un mese fa è stato recintato. «Difficile riparare il danno in tempi brevi» dice a CTzen il responsabile degli edifici del dipartimento. «Vogliamo che la questione non cada nel dimenticatoio» dicono dall’associazione studentesca Arché, che intanto raccoglie firme per sollecitare un intervento

giurisprudenza interna

Problemi di sicurezza nell’ex facoltà di Giurisprudenza di Catania e gli studenti dell’associazione Arché decidono di raccogliere delle firme per sollecitare un intervento. «Circa un mese fa, dopo le piogge torrenziali che hanno colpito Catania, sono cadute delle tegole dal tetto in cortile, ma ad oggi non è stato fatto nessun intervento di risanamento» racconta Fabrizio Papa, consigliere di facoltà e membro dell’associazione universitaria.

A seguito della caduta delle tegole, il cortile interno, quello che collega l’edificio costruito negli anni’60, con villa Cerami – lo splendido edificio costruito dopo il terremoto del 1693 che distrusse Catania che ospita da anni alcune aule e uffici dell’ex facoltà di Giurisprudenza – è stato recintato lasciando libero solo un corridoio per il passaggio. Ma, secondo gli studenti dell’associazione «non è recintando il cortile che si risolve il problema della sicurezza. Inoltre, gli spazi adiacenti – continua Papa – soprattutto con le lauree, si congestionano».

Dal dipartimento del seminario giuridico comunicano che si stanno facendo degli studi perché il problema è complesso e dunque è difficile stabilire una tempistica di risoluzione. Proprio stamattina Antonino Primaresponsabile degli edifici del dipartimento ha fatto un sopralluogo insieme al responsabile dei lavori di manutenzione, l’ingegnere Scavo e all’ingegnereMistrettaresponsabile della sicurezza. Due gli interventi in programma. Il primo, più immediato, prevede il montaggio di un ponteggio per ripristinare le tegole sconnesse. Il fatto è che il tetto «è a spiovere sul vuoto, quindi non ci sono le condizioni di sicurezza per intervenire se non con il ponteggio» spiega Prima. Il second0 intervento riguarda la manutenzione straordinaria del tetto. In pratica dovrà essere ricostruito seguendo le più recenti norme per la sicurezza. «Stiamo studiando un piano d’intervento quindi non so ancora dire quanto tempo e quanti soldi saranno necessari» dichiara ancora il responsabile degli edifici del dipartimento.

Una situazione, quindi, che potrebbe protrarsi nel tempo, causando disagi a studenti e professori. Sperando che la stagione delle piogge sia ormai totalmente alle spalle.

Fonte di provenienza dell’articolo

Articoli correlati 

  • pizzigoni interna

    Scuola Pizzigoni senza palestra da un mese
    Il Comune si muove se lo legge sul giornale

  • inquinamento_chimica

                Sicurezza all’Università di Catania
Tante domande, poche certezze

Articolo correlato :

 

Tag: , , , , ,

Belpasso (CT) – Dal 29 Marzo all’1 Aprile all’Etnaexpo, 1° Edizione del Salone “AGRIORIENTA”

CATANIA – Nuovi approcci di ricerca, sviluppo sostenibile, multifunzionalità, scenari possibili e attività didattiche: questi gli argomenti dedicati al comparto agroalimentare siciliano che saranno trattati durante il programma convegnistico del Salone “Agriorienta”, da oggi (29 marzo) fino a domenica 1 aprile, dalle 9 alle 21, al polo fieristico Etnaexpo, all’interno di Etnapolis, a Belpasso.

Il convegno di apertura – domani 30 marzo alle 9 – tratterà il tema “Le attività didattiche e di ricerca in agricoltura dei dipartimenti Dispa e Digesa dell’Università di Catania”organizzato in collaborazione con la facoltà di Agraria, in cui saranno presenti, tra gli altri, i direttori del Dispa (dipartimento di Scienze delle produzioni agrarie e alimentari) e del Digesa (dipartimento di gestione dei sistemi agroalimentari e ambientali), rispettivamente Giovanni Cascone e Salvatore Luciano Cosentino.

Alle 11 seguirà il seminario “Le nuove frontiere della ricerca per lo sviluppo sostenibile dell’agricoltura Siciliana”, organizzato in collaborazione con il Consiglio Nazionale delle Ricerche – Istituto per i Sistemi Agricoli e Forestali del Mediterraneo. Introdurrà il direttore dello stesso Istituto Riccardo d’Andria, mentre le conclusioni – dopo numerose interventi di altrettanti relatori – saranno affidate all’assessore regionale delle Risorse Agricole e Alimentari Elio D’Antrassi.

Nel pomeriggio della stessa giornata, alle 16, si proseguirà con il convegno “Multifunzionalità in Agricoltura” organizzato in collaborazione con l’assessorato regionale alle Risorse Agricole e Alimentari (Dipartimento degli Interventi Infrastrutturali per l’Agricoltura) e con l’Azienda sanitaria provinciale di Catania. Dopo l’introduzione della dirigente del Dipartimento Rosaria Barresi, seguiranno gli interventi del dirigente Soat Catania del citato assessorato Lorenzo Cunsolo su “Le misure del Psr 2007-2013 a favore della multifunzionalità in agricoltura”; e del responsabile dell’Unità operativa di Educazione alla Salute dell’Asp Ct nonché presidente della Rete Fattorie sociali in Sicilia Salvatore Cacciola, sull’inclusione sociale e lo sviluppo di comunità favoriti da tale Rete. A conclusione le testimonianze di titolari di aziende agricole che operano in diverse parti della Sicilia orientale.

L’ultimo convegno in calendario si terrà sabato 31 marzo, alle 10, e verterà su “Le Dop olivicole in Sicilia: scenari possibili e opportunità di sviluppo”, organizzato in collaborazione con l’assessorato regionale alle Risorse Agricole e Alimentar (dipartimento degli Interventi Infrastrutturali per l’Agricoltura) e i Consorzi Dop (Denominazione origine protetta)

Civita News

Fonte di provenienza dell'articolo

 

Tag: , , , , ,

Gravina di Catania – Firmata la convenzione con l’universita’ per i tirocini formativi

 L’Università di Catania ha siglato un nuovo accordo con il Comune di Gravina di Catania, grazie al quale studenti, neolaureati entro i 12 mesi dall’acquisizione del titolo di studio, dottorandi di ricerca e iscritti a scuole e corsi di specializzazione e perfezionamento dell’Ateneo catanese potranno svolgere un periodo di tirocinio formativo con differenti mansioni. L’accordo, che avrà una durata triennale, è stato siglato  dal prorettoreMaria Luisa Carnazza e dal sindaco di Gravina di Catania Domenico Rapisarda. Alla firma erano inoltre presenti il vicesegretario Massimo Urso e il responsabile dell’Ufficio di Gabinetto del sindaco Carmelo Contrafatto,  per il Comune etneo,  i due funzionari del Centro orientamento e formazione (Cof),Francesco Cannistraro e Rosetta Iuculano, per l’Università . “L’avvio della convenzione con un ente prestigioso come l’Università di Catania – ha sottolineato il sindaco Rapisarda – è per noi un motivo di grande orgoglio.  Per Gravina si tratta di una forma di apertura molto significativa perché offre  la possibilità di formare giovani che vogliono approfondire le tematiche della Pubblica amministrazione  e, al tempo stesso,  valorizzare le  loro competenze ed il loro entusiasmo. Abbiamo già avuto molte richieste di tirocinio da parte di studenti di diversi corsi di studio: Ingegneria, Agraria, Scienze politiche e Scienze della Comunicazione, segno del grande interesse dei giovani studenti verso le molteplici tematiche che sono oggetto del lavoro quotidiano nel nostro ente”

Paesi Etnei Oggi - Fonte di provenienza dell'articolo

 

Tag: , , , , ,

Concorso internazionale di idee Abitare Minimo nelle Alpi

concorso internazionale di idee consegna entro il 22 aprile 2012

Il Distretto Culturale di Valle Camonica e il Parco dell’Adamello promuovono un concorso internazionale di idee  per la progettazione di una cellula abitativa minima, autonoma, reversibile, (bivacco) destinata al ricovero temporaneo, da collocare lungo un sentiero in quota in area alpina.

La partecipazione al Concorso e’ gratuita e aperta a tutti i giovani, italiani e stranieri, che alla data del 31 Gennaio 2012 non abbiamo superato il quarantesimo anno di età e che siano laureati o iscritti alle facoltà di architettura, ingegneria e industrial design.

Premi

• premio per il progetto vincitore: Euro 3000 (tremila/00) e l’eventuale realizzazione dell’opera. Gli Enti banditori si riservano la possibilità di introdurre in fase esecutiva eventuali variazioni necessarie alla realizzabilità e sostenibilità dell’opera e la verifica con Aziende e sponsor tecnici, della effettiva esecuzione dell’opera
• secondo premio: Euro 1000 (mille/00);
• terzo premio: Euro 500 (cinquecento/00);

È facoltà della giuria assegnare ulteriori menzioni speciali per progetti meritevoli. Tutti i progetti premiati e selezionati verranno esposti al Museo Maga, alla Fiera della Sostenibilità alpina / Sostenibility alpine nature Fair e nell’ambito delle manifestazioni di aperto_2012, nonché ad altre manifestazioni che il Distretto Culturale di Valle Camonica e il Parco dell’Adamello potranno organizzare o a cui potranno partecipare.

BANDO

web   

www.vallecamonicacultura.it/aperto2012

professione ArchitettoFonte di provenienza dell’articolo 

professione Architetto

 

Tag: , , , , ,

Bonus alla maturità se lo studente dimagrisce

Pierre Dukan, nutrizionista francese inventore di una famosa dieta proteica seguita anche da Kate Middleton, lancia una proposta choc: premiare i maturandi che dimostreranno di saper mangiare sano

di Marta Ferrucci

dukan

Nessuno spiega ai giovani come si mangia sano e come si resta in forma, cosa fa bene e cosa invece fa ingrassare e così Dukan, famoso dietologo francese, lancia una proposta choc: premiare con un bonus i maturandi che nel corso dell’anno scolastico avranno un indice di massa corporeo compreso tra 18 e 25, ovvero quello considerato ottimale. Gli studenti saranno pesati 6 volte nel corso dell’anno e ad essere premiati con i bonus saranno coloro che, oltre ad aver mantenuto il peso forma, saranno riusciti a dimagrire o comunque potranno dimostrare di aver fatto degli sforzi per raggiungere il peso forma.


La proposta ha ovviamente scatenato molte polemiche fuori e dentro la Francia: il ministro dell’Educazione ha fatto presente chel’esame di maturità è una prova basata sulla cultura e sulle conoscenze degli studenti, non sulle loro condizioni fisiche. Per Dukan, invece, sapere come gestire il proprio corpo e la propria salute fa parte di quelle conoscenze che tutti, arrivati alla prova della maturità, dovrebbe avere ben presenti. Chi ha ragione?
http://www.studenti.it/
    Fonte di provenienza dell’articolo
 

Tag: , , , , ,

La Maturità 2012 va online Addio a buste cartacee con il ‘plico telematico’.

Il taglio della 'vecchia' busta contenente le tracce d'esame.

di Margherita Gamba
La maturità 2012 ‘si fa telematica’, e il rito dell’apertura delle buste sigillate contenenti le prove d’esame va in soffitta, assieme alla foto con i presidenti di commissione che impugnano le forbici per tagliare i plichi blindati.

Così, il 20 e 21 giugno, data di inizio degli esami di Stato, versioni, problemi e temi saranno online.
METODO A PROVA DI HACKER. Ma i collaboratori del ministro dell’Istruzione, Francesco Profumo, hanno assicurato che il neonato metodo è a prova di hacker, e hanno parlato di ‘tecnologia militare’ per garantire la regolarità della prova.
In sostanza, come spiegato in una lettera inviata giovedì 22 marzo agli istituti scolastici, il ministro ha chiarito che le tracce «saranno consegnate non più manualmente alle sedi d’esame, ma criptate e spedite via mail ai singoli istituti».
DOPPIA CHIAVE DI SICUREZZA. «In ogni scuola», hanno spiegato al ministero, «verrà individuato un referente (probabilmente il capo d’istituto), al quale verrà consegnata una prima ‘chiave’ per accedere alle prove, precaricate in un’apposita sezione del sito. Una seconda chiave sarà custodita dal ministro, che solo mezz’ora prima dell’inizio dell’esame userà l’algoritmo per attivare il database e consentire l’accesso alle tracce».
Ma le perplessità sul nuovo metodo sono diverse: innanzitutto per l’orografia della Penisola italiana, la possibilità di eventi naturali che ostacolino il regolare svolgimento delle prove, la disparità delle dotazioni tecnologiche delle scuole. In caso di emergenza salta l’esame?
A porsi diversi interrogativi anche i professori che hanno visto tante ‘maturità’.
«DIFFICILE CHE TUTTO FILI LISCIO». «Un’ottima idea sulla carta, ma dal punto di vista esecutivo è difficile ipotizzare che fili tutto liscio», ha affermato la docente di un liceo milanese. «Una novità positiva. Sorprende che non ci si sia arrivati prima», ha detto invece un preside, Giovanni Gaglio, del liceo Agnesi del capoluogo lombardo.
IL MINISTERO GARANTISCE UN ‘DOPPIO BINARIO’. Ma il ministero ha messo le mani avanti e, per questo primo anno, ha deciso di garantire un doppio binario: «L’idea è di verificare l’impatto della novità ed eventuali criticità, che al momento non siamo in grado di valutare. Per garantire in ogni caso il regolare svolgimento degli esami, verrà mantenuta provvisoriamente anche la versione ‘cartacea’».
OPZIONE TELEMATICA OBBLIGATORIA. L’opzione telematica, però, diventa obbligatoria, «e il decente responsabile sarà tenuto a giustificare qualsiasi intoppo».
Intanto, nel mese di maggio, il Miur (Ministero dell’istruzione università e ricerca) ha in programma l’avvio di una sperimentazione nelle scuole, con prove tecniche per cercare di eliminare eventuali criticità del nuovo sistema.
PROFUMO PROMUOVE LA DIGITALIZZAZIONE DELLA SCUOLA. L’iniziativa ‘Plico telematico’ fa parte del progetto di semplificazione e modernizzazione della scuola promosso dal Ministro Profumo, che ha già incluso la digitalizzazione della rassegna stampa, inviata anche a tutti i presidi, la partecipazione del Miur alla cabina di regia sull’Agenda digitale, il lancio della consultazione pubblica sul valore legale del titolo di studio, l’iscrizione online a scuola per gli studenti e, infine, il primo progetto di open data del Miur con i dati de La scuola in chiaro.

Lettera43

Fonte di provenienza dell'articolo

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

Leggi il comunicato MIUR - Scuola, Esami di Stato 2012: al via il progetto "Plico telematico" -

 

Tag: , , , , ,

Catania: II° Edizione Corso di Formazione “Tutori per Minori Stranieri Non Accompagnati”

L’Assessorato “Famiglia e Politiche Sociali”, nel quadro delle attività afferenti l’Area delle Tutele a favore di Minori Stranieri Non Accompagnati (MSNA), sta realizzando la 2^ edizione del Corso di Formazione “Tutori per Minori Stranieri Non Accompagnati” unitamente a: Ufficio Territoriale Governo Prefettura di Catania – Tribunale di Catania – Ordine Avvocati di Catania – Università di Catania “Dipartimento Analisi Processi Politici Sociali ed Istituzionali” (DAPSSI) e “Laboratorio Progettazione Sperimentazione Analisi Politiche Pubbliche,Servizi alle Persone”(LAPOSS).

Il percorso formativo, articolato su quattro Moduli a partire dal 21 Aprile p.v., si terrà presso la “Sala Adunanze” del Tribunale di Catania.

Le domande dovranno essere presentate entro e non oltre l’11 Aprile 2012 da parte di coloro i quali sono in possesso del Titolo di Laurea.

Il Programma del Corso di Formazione e la relativa Domanda di partecipazione sono contenuti nei file in allegato.

Il Corso interamente gratuito è accreditato dall’Ordine Forense di Catania. E’in itinere l’accreditamento da parte di: Ordine Regionale Assistenti Sociali / Ordine Regionale Psicologi.
Gli interessati potranno richiedere eventuali informazioni all’Ufficio P.O. “Cooperazione Sociale” -Segreteria Organizzativa –  Direzione “Famiglia e Politiche Sociali” ai seguenti recapiti:

Allegati

Comune di Catania

Fonte di Provenienza del'articolo

 

Tag: , , , , ,

Catania: Una campagna per migliorare la qualità urbana ambientale

Lunedì 26 marzo partirà una campagna di “Educazione Ambientale”, autorizzata dal Ministero dell’Ambiente e in collaborazione con l’Ufficio scolastico Provinciale, rivolta agli studenti delle scuole medie“

 Lunedì 26 marzo, a partire dalle ore 9,30, a Palazzo Platamone in via Vittorio Emanuele, il sindaco Raffele Stancanelli darà il via ad una campagna di “Educazione Ambientale”, autorizzata dal Ministero dell’Ambiente e in collaborazione con l‘Ufficio scolastico Provinciale, rivolta agli studenti delle scuole medie della città di Catania.

Ai lavori della mattinata interverranno l’assessore alla Mobilità, Alberto Pasqua, il coordinatore comunale d’Area Valerio Ferlito e la Mobility Manager dell’ente Filippa Adornetto. Un decreto del 2000 affida proprio alla figura della Mobility Manager l’onere della promozione di misure di mobilità sostenibile finalizzate alla tutela dell’ambiente. Per migliorare la qualità urbana ambientale, con la diminuzione dell’inquinamento atmosferico e acustico e la fluidificazione del traffico veicolare, specie nei centri storici, il decreto individua anche campagne divulgative di sensibilizzazione delle giovani generazioni ai temi ambientali.

La campagna individuata dall’amministrazione Stancanelli, che si svolgerà in più fasi, mira alla divulgazione di una corretta coscienza ecologica e alle buone pratiche per raggiungerla adottando, ad esempio, interventi di mobilità sostenibile come il bike sharing, lo scuolabus, e altre tipologie di “spostamento pubblico”, che riducano l’uso dei veicoli privati con un miglioramento della qualità dell’area circostante.

Una prima fase sarà lo studio e l’elaborazione dei dati sull’inquinamento e prevede anche l’uso di supporti informatici quali dvd, la seconda fase riguarderà il reperimento di dati e la conoscenza sul campo. Infine, la l’ultima parte della campagna di Eduzazione Ambientale sarà operativa, e riguarderà la divulgazione di quanto sviluppato e l’elaborazione da parte degli studenti di lavori che parteciperanno ad un concorso a premi.

Fonte di provenienza dell’articolo
Potrebbeinteressarti:http://www.cataniatoday.it/cronaca/campagna-ambientale-studenti-scuole-medie.html
Segui su Facebook:http://www.facebook.com/pages/CataniaToday/215624181810278
 

Tag: , , , , ,

All’Ingv, proviamo la fine del mondo?… l’ente organizza la manifestazione “ScienzaAperta – Incontri con il pianeta Terra” e apre le porte delle sedi di Roma, Bologna, Catania, Grottaminarda e Genova… A Catania dal 02 al 09 Maggio 2012

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia per l’edizione 2012 di ScienzAperta organizza un ricco programma di iniziative di comunicazione rivolte al grande pubblico per diffondere la conoscenza scientifica, creare curiosità attorno al mondo della ricerca, raccontare le scoperte scientifiche e dialogare con la comunità. L’obiettivo è quello di accrescere la percezione dell’importanza delle Scienze della Terra nell’ambito delle attività umane e rafforzarne il radicamento nella società.

www.scienzapertaingv.it

Vuoi saperne di più su terremoti, onde sismiche e calamità naturali? Gli esperti dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) sono pronti a rispondere a ogni domanda. Dal 26 marzo al 6 maggio, infatti, l’ente organizza la manifestazione ScienzaAperta – Incontri con il pianeta Terra(giunta alla seconda edizione) e apre le porte delle sedi di Roma, Bologna, Catania, Grottaminarda e Genova per accogliere i cittadini e le scuole, mostrando i luoghi della ricerca scientifica (immagine di una visita a Catania, di Alfio Amantia). Ogni location ha un suo programma di eventi (vedi qui l’elenco completo). Basta iscriversi: l’ingresso è gratuito.

«Per le scuole romane abbiamo messo in piedi una serie di laboratori – spiega la geologa Giuliana D’Addezio, coordinatrice del progetto -. Nel laboratorio di sismologia i ragazzi impareranno a localizzare un terremoto vero, mentre in quello sull’Antartide giocheranno a simulare una spedizione scientifica al Polo Sud, insieme ai ricercatori che effettivamente hanno partecipato a una missione. Poi, c’è anche il laboratorio “Giochiamo alla fine del mondo” dove si prende un po’ in giro la profezia del Maya, trattando l’argomento da un punto di vista scientifico».

Di diverso genere le iniziative dedicate agli adulti: «A Roma, nei primi tre giorni, proponiamo le proiezioni di tre documentari: uno sulla nascita del primo pc italiano, uno su Marconi e l’ultimo sui ghiacci – precisa D’Addazio -. Gli eventi serali, invece, hanno l’obiettivo di collegare le onde sonore a quelle sismiche, con un incontro scientifico seguito da un concerto. A proposito, nel coro che si esibirà l’ultima serata canteranno anche i nostri colleghi. Il sabato, poi, è riservato alla visita dei laboratori».

L’Ingv di Genova si appoggerà al Museo Civico di Storia Naturale per accogliere le scuole e l’istituto di Grottaminarda punterà (in collaborazione ad associazioni di volontariato) a informare i visitatori su come proteggersi e prepararsi in caso di catastrofi. ScienzAperta presso l’Osservatorio Vesuviano (Ingv-Na) si protrarrà per un mese, a partire dall’ultima settimana di marzo. A Catania (eventi da 2 al 9 maggio), oltre agli incontri con le scuole e ai seminari, sono stati predisposti anche minicorsi sui vulcani.

twitter@paolacars

Fonte di provenienza dell’articolo

Locandina Roma_A3

EventoCatania:

SCIENZAPERTA – Maggio 2012
LogoScienzaperta2012

Con SCIENZAPERTA l’INGV si propone di aprire al pubblico le proprie Sedi per mostrare i luoghi della ricerca scientifica, offrendo eventi, percorsi e visite guidate. In ogni sede si avvicenderanno programmi scientifici con l’obiettivo comune di incuriosire, interessare ed emozionare il pubblico, per presentare la ricerca come un patrimonio di tutti. “La scienza aumenta quando la si distribuisce“.Guglielmo di Champaux.
Le visite scolastiche (solo preventivamente prenotate) avranno una durata di circa 1 ora e 45 minuti. Non saranno ammessi più di 50 partecipanti per scolaresca. Per il pubblico le visite guidate verranno organizzate su prenotazione all’ingresso dell’istituto.Per le scuole calendario )
—-> Proiezione film e visite guidate lungo il percorso interattivo ed alla Sala Operativa di monitoraggio sismico e vulcanico per i bambini delle scuole primarie e i ragazzi delle scuole secondarie di I e II grado.La prenotazione delle visite scolastiche è possibile solo tramite invio e-mail dell’apposito modulo di richiesta, e regolata attraverso un calendario. Sulla base delle richieste pervenute sarà verificata la disponibilità per la data selezionata. In caso positivo, il/la richiedente riceverà al proprio indirizzo e-mail una conferma protocollata di accettazione della visita.locandina_ScienzapertaMiniSi fa inoltre presente che:

  • le richieste telefoniche e via fax non saranno considerate,
  • per assicurare la partecipazione del maggior numero possibile di scuole alla manifestazione, ogni circolo didattico potrà avanzare una sola richiesta di prenotazione.

Per il pubblico calendario )
—-> Visite guidate lungo il percorso interattivo ed alla Sala Operativa di monitoraggio sismico e vulcanico

—-> Seminari

—-> Mini corsi tematici

Modulo di prenotazione (per le scuole)
Back to first INGV page

Fonte di provenienza dell'articolo

 

Tag: , , , , , , , ,

“La laurea non sarà carta straccia” Profumo avvia la consultazione in tv On line un questionario ad hoc, ma spazio pure a Facebook e Twitter

Sui grandi temi il governo ha deciso che e’ opportuno sentire i cittadini attraverso la comunicazione formale, ma anche attraverso i social network come facebook e twitter”. Con queste parole il ministro dell’Universita’, Francesco Profumo, ha lanciato in diretta tv, al Tg1, la consultazione pubblica sul valore che dovra’ avere in futuro la laurea nei concorsi pubblici e per l’accesso alle professioni. Un tema che doveva essere inserito nel decreto sulle semplificazioni, ma su cui il premier Mario Monti ha deciso di sentire prima gli italiani, viste le numerose polemiche scoppiate al solo annuncio della novita’.

Scopo del governo, dare minor peso al pezzo di carta nelle progressioni di carriera interne alla Pubblica amministrazione, dopo che negli ultimi anni in troppi hanno fatto valere crediti lavorativi per ottenere piu’ in fretta la laurea e la promozione. In futuro dovranno contare di piu’, ha ricordato Profumo, “le competenze. Ci sara’ piu’ trasparenza. Le persone saranno valutate per quanto sapranno, non solo per il titolo. La maggior parte delle anomalie rispetto al valore della laurea- ha continuato il ministro- si sono verificate proprio nella Pa in cui trova impiego il 20% dei laureati”. Il governo vuole sapere “cosa ne pensano i cittadini di queste anomalie”.

banner consultazioneIl questinario ad hoc e’ on line da questa mattina sul sito del ministero dell’Istruzione (www.istruzione.it). Ci sara’ anche un richiamo sul sito del governo. Nella pagina di registrazione ci sono anche i link per diffondere la pagina del questionario su facebook e twitter e aprire la discussione sui social network.

“L’idea di fondo- si legge sul sito del ministero- e’ quella di trasformare la consultazione in un percorso, un elemento portante dell’azione di Governo che, prima di decidere, si ferma ad ascoltare la voce dei destinatari delle decisioni: i cittadini”. Gli italiani potranno dire la loro sul valore legale del titolo di laurea fino al 24 aprile prossimo. Il ministero produrra’ un documento riepilogativo basato sui contributi ricevuti. La consultazione, specificano i documenti di illustrazione messi a disposizione dal ministero, riguarda esclusivamente l’accesso alle professioni e il pubblico impiego.

Non e’ in discussione, ha ricordato anche Profumo, “il valore del titolo dal punto di vista accademico”. Ovvero per la progressione all’interno dei corsi accademici.

Per registrarsi bisogna fornire mail e codice fiscale, indicare la propria professione e titolo di studio. Si accede cosi’ al questionario diviso in quattro aree tematiche. La prima riguarda le professioni. Ci sono quattro quesiti: 1) Come giudicate la necessita’ di possedere uno specifico titolo di studio per poter esercitare una determinata professione? 2) Come valutate la necessita’ di possedere uno specifico titolo di studio per l’ammissione all’esame di abilitazione per l’esercizio di una professione? 3) Ritenete che vi siano professioni non regolamentate, per le quali dovrebbe essere richiesto uno specifico titolo di studio, attualmente non necessario? 4) Ritenete che vi siano professioni per le quali il titolo di studio oggi richiesto sia eccessivo rispetto al tipo di prestazione che si e’ chiamati a svolgere?.

La seconda area riguarda il pubblico impiego. Le domande sono sei stavolta: 1) Ritenete necessario il possesso di uno specifico titolo di studio per l’accesso al pubblico impiego? 2) Ritenete necessario il conseguimento di un voto elevato, all’esito del percorso di studi svolto, per partecipare ai concorsi per l’accesso ad alcune tipologie di impiego/qualifiche nella pubblica amministrazione? 3) Come giudicate le disposizioni dei bandi di concorso che prevedono l’attribuzione di punteggi aggiuntivi a coloro che abbiano conseguito un voto di laurea elevato? 4) Ritenete che vi siano concorsi in cui, pun non essendo attualmente prevista, dovrebbe essere richiesta la laurea? 5) Ritenete che vi siano concorsi per i quali il titolo di studio oggi richiesto sia eccessivo rispetto al tipo di funzioni che si e’ chiamati a svolgere? 6) Come giudicate la necessita’ che i dipendenti pubblici debbano possedere uno specifico titolo di studio ai fini delle progressioni di carriera cosiddette verticali?.

La terza area tematica riguarda la valutazione dei titoli di studio. Le domande sono quattro: 1) Come giudichereste una differenziazione qualitativa di titoli di studio nominalmente equivalenti? 2) Per quali finalita’ ritenete possa essere utile una una differenziazione fra titoli di studio nominalmente equivalenti? 3) Ai fini di una eventuale differenziazione di titoli di studio nominalmente equivalenti quali valutazioni ritenete che dovrebbero rilevare? 4) E chi dovrebbe operare le relative valutazioni?. Infine nella quarta sezione il governo chiede se l’utente ha ulteriori osservazioni da fare. La consultazione e’ aperta.

NON SARA’ CARTA STRACCIA – La volonta’ del governo di intervenire sul valore legale del titolo di studio accademico “non trasformera’ la laurea in carta straccia”. Lo assicura il ministro dell’Universita’, Francesco Profumo. Il governo, spiega il ministro, vuole “solo correggere alcune anomalie” rispetto al valore del titolo per l’accesso al pubblico impiego e alle professioni.

Fonte id provenienza dell'articolo

Articolo correalto:

Valore legale della laurea, oggi al via la consultazione

Spieghiamo: equipollenza laurea ed equiparazione

 

Tag: , , , , ,

Spieghiamo: equipollenza laurea ed equiparazione

equipollenza laurea

La partecipazione ai concorsi pubblici è di norma legata al possesso di alcuni titoli di studio. Laddove vengano richiesti specifici diplomi di laurea, in molti casi bisogna valutare l’equipollenza della laurea o l’equiparazione, rispetto a quanto indicato nei bandi.

Valutare l’equipollenza e l’equiparazione della laurea, significa identificare un’equivalenza esistente tra titoli di studio conseguiti a livello accademico tra il vecchio ed ilnuovo ordinamento a diversi livelli: laurea di primo livello,laurea magistrale etc.

Considerando le numerose modifiche che il sistema accademico ha conosciuto negli ultimi decenni, si rende indispensabile per un laureato, che intenda presentare domanda per un concorso pubblico, valutare l’equipollenza della laurea per stabilire la propria idoneità di partecipazione.

A questo proposito il Ministero per l’Università e la Ricerca stabilisce tramite specifici criteri e riferimenti normativi, l’equipollenza e l’equiparazione tra lauree in modo univoco e facilmente consultabile, con lo scopo di evitare errori ed omissioni.

Sul sito del MIUR è infatti disponibile una sezione specifica, per i titoli accademici italiani, riguardante l’equipollenza della laurea, ai fini della partecipazione ai concorsi pubblici.

Questa sezione si distingue in due parti:

  • equipollenza tra titoli accademici del vecchio ordinamento.
  • equiparazioni dei diplomi di laurea (DL) secondo il vecchio ordinamento, alle nuove classi delle lauree specialistiche.

Per ogni diploma di laurea presente nella tabella, sono indicati tutti i possibili titoli di base richiesti dai concorsi pubblici, per i quali la laurea in oggetto è equivalente.

Per ogni diploma di laurea del vecchio ordinamento, sono presenti i riferimenti ai decreti che indicano l’equiparazione con le classi di laurea attuali.

Nelle tabelle, a volte presenti anche nei singoli decreti interministeriali, viene di norma identificata l’attualeclasse di appartenenza del titolo di laurea e le leggi di riferimento che decretano l’equivalenza e l’equiparazione.

Sempre sul sito del MIUR, vengono inoltre rese disponibili informazioni circa l’equipollenza dei titoli esteri.

Maggiori specifiche sono contenute nei singoli bandi pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale.

Fonte di provenienza dell'articolo

Articolo correlato:

Valore legale della laurea, oggi al via la consultazione

“La laurea non sarà carta straccia” Profumo avvia la consultazione in tv On line un questionario ad hoc, ma spazio pure a Facebook e Twitter

 

Tag: , , , , ,

Valore legale della laurea, oggi al via la consultazione

LaureaOggi, Giovedì 22 Marzo 2012 ore 08:00: parte la consultazione pubblica sul valore legale della laurea. Da domattina sul sito del Miursarà on line il testo messo a punto dall’esecutivo per avviare la discussone su un possibile provvedimento che era stato annunciato lo scorso anno come imminente e che poi è stato subordinato alla fase di consultazione che parte tra poche ore.

Il testo che sarà messo on line è frutto di un confronto tra itecnici del ministero dell’Istruzione e quelli della presidenza del Consiglio che si è prolungato fino all’ultimo giorno anche a causa di alcune divergenza di vedute.

Il documento da cui partirà la fase di ascolto avrà la forma di un questionario a risposta multipla rivolto al popolo del web e dei social network: un test piuttosto agile che ha l’obiettivo generale di verificare quali sono i punti di vista prevalenti attorno al tema del valore legale del titolo di studio e dell’eventuale eliminazione di “discriminazioni” nella partecipazione ai concorsi pubblici per i laureati che non abbiano un voto di laurea molto alto.

I quindici quesiti, tutti anticipati da una breve introduzione esplicativa, ruoteranno attorno a quattro grandi temi: la rilevanza del titolo di studio per l’accesso nel pubblico impiego, quella nel settore privato, il peso della laurea nella progressione nel sistema scolastico e universitario e la rilevanza ai fini dell’accesso alle professioni.

L’intero questionario è accompagnato da un glossario che aiuta a comprendere i termini più tecnici e quindi a rendere accessibile a tutti la compilazione del documento e la partecipazione alla fase di ascolto. Le domande saranno diffuse anche attraverso Facebook, Twitter e altri social network, ma per rispondere sarà necessario registrarsi.

La fase di raccolta delle opinioni terminerà il prossimo 24 aprile. Dopo di che sarà lo stesso Miur a trarre le somme e a tracciare un bilancio delle opinioni espresse che sarà illustrato al consiglio dei ministri per trarne eventuali provvedimenti legislativi.

L’annuncio della consultazione sul valore legale della laurea l’avevano dato lo stesso ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca Francesco Profumo e il presidente Monti lo scorso dicembre, in sede di presentazione del provvedimento del governo sulle semplificazioni. In quei giorni, infatti, si era ventilata l’ipotesi di un provvedimento dell’esecutivo in materia, me in sede di consiglio dei ministri si era evidenziata una differenza di vedute che aveva impedito di prendere una decisione.

Fonte di provenienza dell'articolo

LogoLogo Articolo correlato:

Spieghiamo: equipollenza laurea ed equiparazione

“La laurea non sarà carta straccia” Profumo avvia la consultazione in tv On line un questionario ad hoc, ma spazio pure a Facebook e Twitter

 

Tag: , , , , ,

Start Up Academy – ciclo di seminari professionalizzanti dedicati alla nuova imprenditorialità e al fare impresa in Sicilia

Bollettino d'Ateneo

Prende il via giovedì 22 Marzo alle 15:00, a Economia (aula magna, Palazzo delle Scienze), il ciclo di seminari professionalizzanti dedicati alla nuova imprenditorialità e al fare impresa in Sicilia. Si intitola Start Up Academy ed è organizzato dalla cattedra di Economia e Gestione delle Imprese (responsabile prof. Rosario Faraci) e dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Catania, insieme all’Unione Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti contabili di Catania.
Il primo incontro sul tema “Le capacità per fare impresa: storie di casi di successo” vedrà la partecipazione di Roberto Bonzio, di Italiani di Frontiera. Precederà l’iniziativa “Territorio e Impresa” organizzata dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Catania il giorno successivo alle Ciminiere. Gli incontri successivi sono in programma il 14 aprile sul tema “Fare impresa a Catania e in Sicilia: lo scenario di riferimento” (Rosario Faraci e Antonio Perdichizzi); il 21 aprile su “Adempimenti e strumenti legali per fare impresa” (UDGEC di Catania); il 4 maggio su “Le risorse finanziarie per fare impresa” cui parteciperanno banche, venture capitalist e operatori della finanza agevolata; il 5 maggio sul tema “La Swot Analysis per la valutazione del fare impresa”; e infine il 19 maggio con il panel “Fare impresa in Sicilia” cui parteciperanno esperti e professionisti tra loro a confronto. Tutti gli incontri si terranno alla Facoltà di Economia.
 
 
 

icona home pageFonte di provenienza dell’articolo


 

Tag: , , , , , , ,

Unict: studenti di Giurisprudenza “itineranti” per seguire le lezioni

Villa Cerami“E’ tempo di tasse, ma quanto a servizi, siamo ancora indietro“. E’ questo lo sfogo- unanime- degli studenti della facoltà di Giurisprudenza. Potrebbe esser definita una “tradizione” quella che vede le matricole di Legge itineranti tra cinema o teatri della città, per seguire le lezioni. Il motivo: la mancanza di strutture idonee.

Una soluzione che poteva essere addottata fino a prima del completamento del nuovo polo didattico di Via Roccaromana. Lo scorso novembre, avevamo intervistato i residenti della zona per capire quale sarebbe stato l’impatto dei “nuovi arrivati”- studenti e docenti – quanto al traffico innanzitutto. Per gli aspiranti dottori di Giurisprudenza si trattava di una conquista. Eppure fino ad ieri, la struttura è rimasta chiusa.

Proprio Ieri, però, un comunicato stampa dell’Università di Catania ha assicurato che, a maggio, le porte del nuovo polo saranno aperte.

Diverse sono state le iniziative degli universitari – impegnati in raccolta firme – al fine di permettere agli studenti di usufruire del famigerato- e parecchio discusso, di questi tempi- diritto allo studio.

“Siamo ampiamente soddisfatti nel leggere una così tempestiva e precisa risposta da parte dell’Ateneo dopo aver sollevato negli scorsi giorni il problema della mancanza di luoghi adeguati ed idonei ad ospitare un’attività didattica di qualsivoglia tipo – ha dichiarato Giuseppe Amato, coordinatore del movimento Fronte Universitario – abbiamo proposto e portato avanti quest’attività della raccolta firme tra i colleghi di primo anno per testimoniare il loro giustificato malcontento e cercare maggiore rapidità nei tempi di consegna del nuovo polo che rappresenterebbe la soluzione finale e definitiva del problema”.

Angela Maria Piticchio di Giovani per l’autonomia – Libertas, ha partecipato all’ultimo Consiglio di facoltà dello scorso dicembre e aggiunge che il Preside e il Direttore del Dipartimento avevano assicurato che la consegna delle aule sarebbe avvenuta nella prossima primavera/estate. “La Facoltà ha seguito con impegno e interesse la faccenda,e l’iter non è mai stato bloccato. E’ un progetto che si discute da almeno 6/7 anni: le aule,già a dicembre,erano davvero complete,mancavano solo le ultime autorizzazioni,alle quali sarebbe seguito un bando di partecipazione alle ditte per completare con gli arredi pertinenti alla struttura-banchi,sedie e quant’altro”.

Fonte di provenienza dell'articolo

Potrebbe interessarti:http://www.cataniatoday.it/cronaca/unict-studenti-giurisprudenza-lezioni-polo-via-roccaromana.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/CataniaToday/215624181810278
 

Tag: , , , , ,

Ti interessa una carriera nelle Istituzioni europee? Partecipa al nuovo concorso EPSO!

Ti interessa una carriera nelle Istituzioni europee? Partecipa al nuovo concorso EPSO!La Commissione europea ha lanciato oggi la procedura per assumere nuovi funzionari Ue. Per partecipare è necessario presentare la propria candidatura entro le ore 12.00 CET (ora di Bruxelles) del 17 aprile 2012 utilizzando il sito dell’EPSO, l’Ufficio europeo di selezione del personale.
Si tratta della terza procedura annuale di selezione dei candidati più idonei a svolgere una carriera di “amministratore” nell’UE nel settore giuridico, dell’amministrazione pubblica europea, di audit, di comunicazione e di relazioni esterne (NB: i candidati potranno scegliere solamente uno di questi settori).In linea con l’obiettivo di attirare i migliori talenti verso una carriera presso le istituzioni europee, l’EPSO accetterà candidature di laureati e di studenti all’ultimo anno di studi universitari. Com’è già accaduto nella precedente campagna d’assunzione, la Commissione ha voluto separare le candidature dei neolaureati e quelle di chi ha già un’esperienza professionale, in modo da consentire ai laureati che hanno già almeno sei anni di esperienza lavorativa nel proprio settore di essere assunti accedendo ad un grado superiore. Per partecipare è necessario essere cittadini di uno dei 27 Stati membri dell’Ue.Per informazioni su come presentare la propria candidatura si può consultare la guida online .Le procedura di selezioneLe prima fase di selezione consiste in:

– Un test che mira a valutare la capacità di ragionamento verbale, numerico e astratto del candidato. La prova si svolgerà nella lingua materna del candidato e avrà un peso del 50% sulla votazione finale.

– una prova di “situational judgement”, nella quale il candidato dovrà selezionare la risposta più e meno efficace ad una situazione professionale problematica. La prova si svolgerà in una delle tre lingue di lavoro della Commissione (inglese, francese o tedesco) e avrà un peso del 50% sulla votazione finale.

I candidati che avranno superato questa prima fase e che saranno risultati idonei, saranno invitati alla fase di valutazione di Bruxelles per prender parte ad una serie di test che mirano a valutare le competenze professionali relative al profilo scelto.

I candidati che avranno superato le prove di valutazione saranno iscritti in un “elenco di riserva”, ossia nella banca dati dei vincitori di concorsi, tra i quali le istituzioni dell’UE scelgono poi chi assumere.

Per ottenere maggiori informazioni visitate il sito sulle carriere Ue.

Link connessi

 

Tag: , , , ,

Postepay più sicura dal 31 Marzo. Spider Unict: la migliore alternativa?

Scritto da  Antonio Percolla

Postepay più sicura dal 31 Marzo. Spider Unict: la migliore alternativa?Foto: Maria Di Gregorio

 Il portafogli di uno studente universitario può rivelare mille sorprese. Difficile aspettarsi parecchie banconote, più probabile invece trovare una gran quantità di carte: la tessera della palestra, la carta sconti per il cinema, per le librerie, pub e chi più ne ha più ne metta. Se nel vostro portafogli fa cupolino la giallaPostepay, forse è il caso che corriate a segnare in rosso una data nella vostra agenda.

E’ stato posticipato al 31 marzo 2012 il termine ultimo per  attivare il nuovo sistema di Sicurezza web Postepay.  Il funzionamento prevede l’invio di un SMS contenente un codice da utilizzare per completare le operazioni online. Il sistema quindi contribuisce a dare un maggior livello di sicurezza, spesso considerato vero e proprio tallone d’achille della famosa carta di credito ricaricabile.

Sarà quindi necessario recarsi presso un ufficio postale per associare il proprio numero di cellulare e abilitare il nuovo servizio sul sito di Poste italiane accedendo con le proprie credenziali. In caso contrario non potranno più essere usati i servizi offerti dal portale per lericariche – comprese quelle della carta stessa –  e per i pagamenti dei bollettini.

E se nel vostro portafogli è rimasto uno spazio libero, vi segnaliamo la  MPS Spider Unict, la carta di credito prepagata messa a disposizione dal nostro Ateneo in convienzione con la Montepaschi di Siena. La carta, appartente al circuito Visa Electron, costituisce un ottima soluzione  per pagare le tasse universitarie o per ricevere gli accrediti (borse di studio, collaborazioni part-time ecc) dall’Ateneo di Catania senza doversi necessariamente recare in banca. I costi di gestione? Irrisori.  Ah, se anche la seconda rata delle tasse universitarie fossero così…

Antonio Percolla

Facoltà : Lettere e filosofia

Corso: Lettere moderne
Anno : terzo
Ruolo: Autore

Logo

Fonte id provenienza dell'articolo

 

Università di Catania: tasse alle stelle per gli studenti

Il costo sta diventando insostenibile per tutti, ma i piani alti se ne fregano

Forse studiare alla Bocconi adesso costa meno che farlo all’Università di Catania: in questi giorni gli studenti etnei si sono ritrovati sui propri account del Portale Studenti del sito http://www.unict.it la seconda e la terza rata da pagare; la prima entro il 31 di marzo e la seconda entro il 31 di maggio. Arrivano i cosiddetti MAV e chi ha già controllato la cifra da pagare è caduto dalla sedia, qualora non fosse già in piedi.

Già, perchè l’aumento è stato fortissimo, circa il 38% rispetto agli anni passati. Chi non ha nulla o quasi da dichiarare si ritrova un massimo di 120 euro da pagare entro maggio, ma i dolori arrivano per chi ha un reddito medio, quello percepito da un medio impiegato-padre di famiglia. Lì la situazione diventa insostenibile… il suddetto genitore si troverà a pagare entro maggio circa una mensilità del suo stipendio.

Ecco il prospetto delle tasse, reddito per reddito, nelle 29 fasce stabilite secondo il regolamento del 2010/2011:

Guardate e dite se non è vero che ormai ci si trova al paradosso… Come si fa a trovare tutti questi soldi?

Per di più il prossimo 22 marzo ci sarà una consultazione pubblica sul sito del Ministero dell’Istruzione sulla “eliminazione del valore legale della laurea”. Rimane da buttare tutto alle ortiche… perchè se la laurea non dovesse avere più un valore legale, tutti gli studenti si ritroveranno a studiare e a pagare per un qualcosa che non ha motivo più d’esistere e che avrà meno peso di quello avuto fino ad oggi per gli scopi lavorativi.

Ma stiamo scherzando o cosa? Cioè si pagano tasse con una cifra esorbitante per avere un pezzo di carta che rasenta l’hobby? Ma si può sostenere tutto questo?

Senza parlare poi della preparazione e dei servizi agli studenti, i siti di facoltà sono inaffidabili, i professori introvabili anche ai ricevimenti, se desideri avere informazioni devi fare da spola per un’ora da un ufficio ad un altro, le date degli esami non si sa dove si trovano. E non è tutto! Se sei fortunato a prenotarti e trovi l’aula dove il professore tiene l’esame, ti ritrovi a doverlo sostenere in spazi angusti, pieni zeppi di altri tuoi colleghi. Per non parlare delle strutture: spesso inadeguate e mancanti del necessario per il minimo apprendimento. Bar? Mense? Piccole e costosissime anche per chi possiede il tesserino emanato dall’amministrazione dell’Università stessa. Laboratori??? Dove??

E chi fa parte ancora di uno dei vecchi ordinamenti? Bè… se vuoi trovare informazioni per questi “vetusti” corsi, almeno ormai così li chimano i prof, prima vai a Lourdes, poi se ne parla.

Lavika Web Magazine Notizie

Fonte di provenienza dell'articolo

 

Tag: , , ,

Ecco il nuovo Consiglio di Amministrazione dell’Università di Catania

Ecco il nuovo Consiglio di Amministrazione dell'Università di CataniaIl rettore Antonino Recca ha reso nota questa mattina la composizione del nuovo Consiglio di Amministrazione dell’Università di Catania, nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta nella sala riunioni del Rettorato.Nel Cda tre membri esterni, non appartenenti ai ruoli dell’Ateneo, individuati dal rettore, a seguito di apposito avviso pubblico, fra soggetti che abbiano comprovata competenza in campo gestionale o in possesso di una comprovata esperienza professionale di alto livello, con una necessaria attenzione alla qualificazione scientifica culturale. Sono Maria Caramelli, direttore sanitario dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta; Rosario Pietropaolo, ex rettore dell’Universita’ di Reggio Calabria; il prefetto Angelo Sinesio, attuale commissario per l’edilizia penitenziaria. La scelta dei tre membri esterni, effettuata dal rettore, e’ stata sottoposta al voto vincolante di gradimento del Senato accademico, nella seduta di ieri pomeriggio, a scrutinio segreto.

La terna e’ stata approvata con 24 voti favorevoli e 4 contrari. Nel Cda anche cinque docenti dell’Ateneo a tempo indeterminato, individuati dal rettore fra soggetti che abbiano comprovata competenza in campo gestionale o in possesso di una comprovata esperienza professionale di elevato livello, nell’ambito di una rosa di candidati proposti, nel numero massimo di uno, da parte di ciascun Consiglio di dipartimento. Sono Febronia Elia, preside di Scienze della Formazione; Enrico Iachello, preside della facolta’ di Lettere e Filosofia; Agatino Russo, preside della facolta’ di Agraria; Salvatore Santo Signorelli e Maria Antonietta Toscano, consiglieri di amministrazione uscenti. “Pur non essendo un atto dovuto – ha sottolineato il rettore -, abbiamo voluto consultare il Senato accademico, che ha approvato all’unanimita’ i criteri da seguire per la designazione dei componenti interni del nuovo Cda. Abbiamo, in sostanza, rispettato la legge e le indicazioni dello Statuto, che impongono la presenza di una componente femminile pari al 30% negli organi di governo, individuando all’interno dell’ampia rosa fornitaci dai dipartimenti, colleghi che avevano gia’ lavorato all’interno del Senato o del vecchio Cda e che rappresentano aree scientifiche differenti.

Grazie a questo nuovo Consiglio di amministrazione avremo un Ateneo piu’ agile. Fin da subito ci impegneremo per continuare con l’azione di governo fino ad ora perseguita e per cercare di portare l’Universita’ di catania piu’ in alto possibile nelle classifiche di valutazione nazionali e internazionali”. Il nuovo Consiglio di amministrazione e’ immediatamente operativo. Nel mese di giugno – in data ancora da stabilire – si terranno inoltre le elezioni per designare i due rappresentanti degli studenti che completeranno il nuovo Cda.

FOTO

Agatino Russo
Agatino Russo
Angelo Sinesio
Angelo Sinesio
Enrico Iachello
Enrico Iachello
Febronia Elia
Febronia Elia
Maria Caramelli
Maria Caramelli
Maria Antonietta Toscano
Maria Antonietta Toscano
Rosario Pietropaolo
Rosario Pietropaolo
Salvatore Santo Signorelli
Salvatore Santo Signorelli
Cataniaoggi

Fonte di provenienza dell'articolo

 

UniCt: A fine marzo la seconda rata d’iscrizione, online non è ancora disponibile il bollettino mav per pagare le tasse. Dai Servizi informatici rassicurano: in settimana tutto risolto

di Desirée Miranda

UniCT: online non è ancora disponibile il bollettino mav per pagare le tasse. Dai Servizi informatici rassicurano: in settimana tutto risolto

 

 

La fine del mese di marzo rappresenta, per gli studenti dell’Università degli studi di Catania, la scadenza del pagamento della seconda rata delle tasse. Questa, a differenza della prima che è uguale per tutti, è personalizzata. Dipende strettamente dai dati dell’autocertificazione reddituale e da quelli dello stato della carriera secondo quanto previsto dal manifesto degli studi e presentati da ogni studente al momento dell’iscrizione.

Per poter pagare serve però il bollettino mav che ogni studente, tramite la propria password e il proprio codice pin, può ricavare dal portale studenti. Al momento però il formato pdf dei bollettini non risulta essere disponibile preoccupando molti studenti.
“Non so né quanto né quando devo pagare, anche in considerazione del fatto che ogni anno dobbiamo pagare di più perché aumentano le tasse. Non è corretto che devo aspettare l’ultimo momento. Che devo dire ai miei genitori che mi chiedono spiegazioni? Sono molto arrabbiata” afferma Cettina della facoltà di lingue, che comunque fa un po’ da portavoce di un gruppo eterogeneo di studenti iscritti alle facoltà di Biologia, Economia e commercio e Geologia.
Il problema, infatti, è di tutti gli studenti, indipendentemente dalla facoltà a cui si è iscritti. Ma dall’ufficio servizi informatici dell’Università rassicurano tutti specificando che il pagamento della seconda rata è già operativo nella modalità eCommerce. “Mediante il portale studenti è possibile pagare con qualsiasi carta di credito (con una commissione aggiuntiva dell’1,1%) o senza commissione tramite home banking Monte dei Paschi collegato alla carta Spider” comunica il coordinatore dei servizi informatici, Giuseppe Naselli.
Per quanto riguarda il bollettino mav, invece, occorre attendere ancora qualche giorno. “Sarà disponibile on line in formato pdf nel portale studenti al più presto e, comunque, entro il fine settimana” comunica ancora Naselli che specifica che l’istituto cassiere deve provvedere a trasferire il flusso dati presso i servizi informatici dell’area della didattica”.
Ma quali sono le problematiche che hanno portato a questi ritardi? Quali le modalità di generazione dei bollettini mav della seconda rata? “I dati di pagamento per ogni studente vengono trasferiti all’istituto cassiere che provvede a generare i mav, immetterli nel circuito interbancario e in fine generare i bollettini in formato pdf. Sono poi i servizi informatici che provvederanno a renderli accessibili dal portale studenti”.
Gli universitari possono quindi stare tranquilli, il pagamento della seconda rata tramite mav sarà disponibile entro questa settimana. E dopo il pagamento “ogni singolo esito delle transazioni sarà visualizzabile nelle pagine personali del portale studenti non appena verrà ritrasmesso telematicamente dalla banca”.
Dall’Università sollecitano gli studenti a non aspettare gli ultimi giorni per non intasare il portale e ricordano a chi non è riuscirà a laurearsi entro il 31 marzo e ha provveduto ad una iscrizione cautelativa, di regolarizzare la propria situazione entro il 18 del mese.
Quotidiano di Sicilia
Fonte di provenienza dell’articolo
 

FamaLab, arriva il talent show per divulgatori: la scienza spiegata in 3 minuti

Spiegare un argomento scientifico in tre minuti, ne sareste capaci? Se la risposta è affermativa sappiate che esiste il talent show che fa per voi: si chiama FameLab  ed è un talent show scientifico promosso in diversi Paesi dal British Council, che quest’anno sbarca per la prima volta in Italiacon selezioni locali e finale nazionale.

Niente presentazioni video o aiuti scenografici, solo la voce, le mani e al più un oggetto che si possa tenere in tasca: è tutto quello che gli aspiranti comunicatori della scienzapossono utilizzare per spiegare un argomento legato alla ricerca scientifica ad un pubblico adulto generico. E come in ogni talent show che si rispetti, anche FameLab avrà la sua giuria di esperti provenienti dal mondo della scienza e della comunicazione.

Grazie alla collaborazione con quattro realtà italiane attive nel campo della comunicazione della scienza,ovvero il Museo delle Scienze di Trento, Formicablu a Bologna, il Perugia Science Fest e la Città della Scienza di Napoli, il contest prevede si articolerà in quattro selezioni locali che avranno luogo tra il 25 e il 31 marzo nelle città di Trento, Bologna, Perugia e Napoli e una finale nazionale che si svolgerà a Perugia il 4 maggio 2012.

La partecipazione è aperta a studenti universitari, ricercatori, docenti e persone che lavorano nella ricerca nel settore privato (per informazioni consultate il sito di FameLab Italia). Sono esclusi invece addetti stampa, artisti e performer specializzati in argomenti scientifici, giornalisti, addetti di musei e centri scientifici che lavorano a contatto con il pubblico nonché persone attive nel campo delle scienze sociali.

Ma la competizione non si concluderà in Italia: il comunicatore che sarà ritenuto più efficace nel corso della finale umbra avrà la possibilità  di confrontarsi con i vincitori della contest in altri 19 Paesi del mondo in occasione della finale internazionale che si svolgerà a giugno durante il Cheltenham Science Festival, nel Regno Unito, e che sarà trasmessa in diretta sul web.

Fonte di provenienza dell'articolo

 

Tag: , , , , ,

Slogan per è-book

Tra pochi giorni dal sito dell’AIE (Associazione editori italiani) sarà possibile partecipare a è-book, il nuovo concorso per gli studenti universitari italiani promosso dall’Associazione Italiana Editori con il coinvolgimento di tutto il mondo universitario. Il gioco sarà riservato agli studenti universitari dei vari livelli (trienni, bienni, master ecc.) e inizierà il 15 marzo 2012  per concludersi il 23 aprile 2012 (Giornata mondiale del libro). Rispondendo al questionario che troverete sulla pagina e creando il vostro slogan per promuovere una nuova collana di e-book universitari avrete la possibilità di vincere 10 buoni del valore di 1.000 euro per l’acquisto di libri (o e-book). La cerimonia di premiazione si svolgerà il 23 maggio. è-book è un’iniziativa promossa da AIE, all’interno de Il maggio dei libri 2012, con il patrocinio della Conferenza dei Rettori (CRUI), del Consiglio universitario Nazionale (CUN), dell’Agenzia di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca (ANVUR) e con il supporto dell’Associazione italiana dei Comunicatori d’Università (AICUN).


Fonte di provenienza dell'articolo


 

Tag: , , , ,

Ultime news : DIMENSIONAMENTO SCUOLE A.S.2012/13 – REGIONE SICILIA

 L’Assessore Regionale dell’Istruzione e della F.P. della Sicilia Prof. Mario Centorrino in data 04/04/2012 pubblica il D.A. n. 1103 del 30/03/2012 con il quale modifica parzialmente il proprio D.A. n. 806 del 06/03/2012 riguardante il dimensionamento delle scuole per l’a.s.2012/2013 —->Continua  a leggere….

****************************************************

Il piano di dimensionamento delle Scuole Siciliane coinvolge per l’a.s.2012/13 parecchie Istituzioni Scolastiche.

L’Assessore Regionale dell’Istruzione e della F.P. Regione Sicilia Prof.Mario Centorrino firma il D.A. n°806 del 06/03/2012 (tutte le province Siciliane) riguardante gli interventi di razionalizzazione e dimensionamento della rete scolastica della Sicilia.

Fonte di provenienza dell'articolo

Qui di seguito viene riportato lo schema riguardante la Provincia di Catania

 

Tag: , , , , , ,

ScienzaeFuturo, un progetto di diffusione della cultura scientifica

esperienza imsegnaBocciati in matematica. Il punteggio medio conseguito dai quindicenni delle scuole siciliane in matematica è al di sotto della media nazionale e di quella Ocse. E’ quanto emerge dall’ultimo rapporto Ocse-Pisa (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico – Programme for International Student Assessment).
In matematica, infatti, lo score medio Ocse è fissato a 496 punti, quello dell’Italia a 483. I quindicenni siciliani si piazzano al quarto posto tra le regioni del Sud con 451 punti. Peggio di noi stanno i campani (446) e i calabresi (443). Meglio di noi si classificano, invece, la Sardegna, la Basilicata e il Molise. Risultati sconfortanti, quelli della Sicilia, se li confrontiamo con i dati degli studenti del Nord ovest e Nord est che hanno una media di 507 punti. Un paradosso, quello siciliano, se si considera che già nel 1884 Palermo vide la nascita del Circolo Matematico più antico d’Italia.

Per superare il gap la Regione siciliana corre ai ripari con ScienzaeFuturoun progetto di diffusione della cultura scientifica, che fino a giugno coinvolgerà 940 studenti di 34 scuole di ogni ordine e grado. L’iniziativa, giunta alla sua terza edizione, è finanziata dall’assessorato regionale all’Istruzione e alla formazione professionale, è coordinata dall’Istituto comprensivo “Michelangelo Buonarroti” di Palermo e vede lavorare in partnership il Cnr e l’associazione Palermoscienza, che cureranno i laboratori degli studenti.

Sabato l’iniziativa è stata presentata durante un workshop, coordinato da Maria Michela Settineri, dirigente scolastico dell’Istituto “Michelangelo Buonarroti”, a cui hanno partecipato i rappresentanti delle istituzioni coinvolte. Sono intervenuti Anna Buttafuoco, dirigente regionale del servizio Istruzione statale, Maria Luisa Altomonte, direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale, Giovanni Viegi, direttore dell’Istituto di Biomedicina e Immunologia molecolare (Ibim – Cnr) e Emilio Balzano, docente di Fisica all’Università Federico II di Napoli.

Soddisfatto l’assessore regionale all’Istruzione e alla formazione professionale, Mario Centorrino: “Il coinvolgimento e la partecipazione degli studenti e di un elevato numero di operatori del sistema scolastico contribuiranno al raggiungimento dell’obiettivo dell’iniziativa: diffondere la cultura scientifica, l’innovazione tecnologica e accrescere le competenze degli alunni”.

Per Maria Michela Settineri “I risultati delle prove Ocse-Pisa sono sconfortanti – ha spiegato -. Ma ci siamo resi conto che da quando nelle scuole privilegiamo l’approccio sperimentale della didattica è aumentata la motivazione degli alunni e la crescita del sapere matematico”.

Il progetto è fondato su percorsi di laboratori interattivi di 30 ore, curati da Palermoscienza e dal Cnr. Gli esperti di Palermoscienza (matematici, chimici, biologi, fisici, geologi, astrofisici e agronomi) andranno nelle scuole, stimolando gli studenti all’apprendimento attraverso il gioco e la manualità. Porte aperte anche nei laboratori del Cnr, dove gli studenti avranno modo di utilizzare macchinari, ampolle e reattori con l’aiuto dei ricercatori. Nella convinzione che “fare” significa “fare insieme”, agli alunni verrà proposto un apprendimento basato sulla curiosità e sul piacere di conoscere, che produrrà come risultato una diversa considerazione di ambiti del sapere a volte ritenuti difficili e al di fuori della propria esperienza di vita. I laboratori sono interdisciplinari e spazieranno su una grande varietà di discipline (matematica, chimica, fisica, biologia, geologia, ecologia) e argomenti. Infine, a scandire l’attività di laboratorio sarà un “diario di bordo”, realizzato da esperti, tutor e studenti: una sorta di archivio dei fatti più interessanti avvenuti durante le ore di didattica.

ScienzaeFuturo, rappresentandone l’ultimo appuntamento, rientra all’interno di Esperienza inSegna, l’importante manifestazione scientifica del Sud Italia, curata da Carmelo Arena e Marcellina Profumo, giunta ormai alla sua quinta edizione. Un’iniziativa, questa, ideata dall’associazione Palermoscienza e patrocinata dall’assessorato regionale all’Istruzione e dall’Università di Palermo, che per una settimana ha trasformato il Polididattico in una cittadella della scienza. E proprio dai laboratori didattici che hanno animato Esperienza inSegna prende il via ScienzaeFuturo.

Ma veniamo ai numeri. Quest’anno le scuole coinvolte in questa nuova avventura culturale sono 34. In totale, 940 studenti, divisi in 42 gruppi. Saranno impegnati in 38 laboratori per un totale di 1615 ore di didattica, rese possibili da 11 responsabili, 57 esperti e 43 tutor impegnati nella progettazione e nella realizzazione dei moduli. Il progetto si svilupperà per quattro mesi che prevedono, oltre ai laboratori, tre appuntamenti:

Stage olimpico (a Enna il 29, 30 e 31 marzo)
Botteghe della scienza ( a Palermo, da metà marzo a metà giugno)
Gare di scienza a squadre (a Caltanissetta, ad aprile)

ScienzaeFuturo si concluderà a giugno con la presentazione dei risultati. Verrà realizzato anche un volume che raccoglierà le conclusioni dei laboratori.

Fonte di provenienza dell'articolo

 

Tag: , , , , ,

UniCt: Bando Erasmus, manca poco alla scadenza. La guida di CTzen per studiare all’estero

Di Perla Maria Gubernale |

Manca una settimana esatta per presentare la domanda online per ottenere la borsa di studio più famosa ed amata tra gli studenti di tutt’Europa. Per aiutare gli aspiranti vincitori a muoversi nel labirinto di carte bollate, CTzen ha realizzato uno schema con le istruzioni per l’uso. Guarda infografica di CTzen

erasmus_dentro

Arriva il bando per l’Erasmus Placement 2012/13 e c’è poco tempo per compilare la domanda online per gli universitari che vogliono intraprendere un percorso formativo all’estero, sfruttando la borsa di studio più famosa ed amata tra i giovani di tutt’Europa. Inghilterra, Francia, Spagna, Germania le mete più gettonate, ma si può scegliere anche tra Portogallo, Malta, Polonia, Ungheria, Repubblica Ceca e tanti altri paesi dove, proseguendo la carriera accademica nell’Ateneo del paese ospitante, si imparano la linguala cultura e le usanze della destinazione scelta, grazie ad un periodo di full immersion.

Come fare per partecipare? Basta compilare la domanda online e soddisfare i requisiti richiesti. Il bando è indirizzato agli studenti, dottorandi e specializzandi regolarmente iscritti all’Università di Catania. I vincitori della borsa possono frequentare i corsi di studio degli atenei ospitanti, sostenendo esami e conseguendo i relativi crediti, oppure usufruire di un periodo all’estero per redigere la tesi di laurea o di dottorato. La chiave per risultare idonei alla borsa è ilmerito: bisogna possedere una media ponderata di almeno 25/30esimi e aver conseguito almeno27 crediti nell’anno precedente a quello di presentazione della richiesta. I vincitori verranno selezionati in base ai successi accademici: voti alti e lodi aiutano ad accumulare punteggio