RSS

Archivi tag: assessore comunale

Violenza sulle donne, presentato il Centro di accoglienza di Adrano

CENTRO ANTIVIOLENZA adranoUn centro di accoglienza per le donne che subiscono violenza. Sorgerà ad Adrano grazie ad un progetto promosso dall’amministrazione comunale in collaborazione con l’Associazione Thamaia onlus (capofila in Ats con Centro Orizzonte Lavoro, Arci Ibla, e Cooperativa Prospettiva). Il progetto ha ricevuto un finanziamento di € 128.725,00 con fondi Po Fers 2007-2013. Read the rest of this entry »

 

Tag: , , , , , , , , , , ,

A Catania corso per guardie zoofile

guardie zoologicheAVVISO
1° corso per guardie zoofile patrocinato dal Comune di Catania – Assessorato alla Sanita’ organizzato  lida e  wwf

Il corso e’ a numero chiuso, n.6 incontri per un totale di 36 ore, previsto esame finale.

L’iscrizone scade il 05/06/2012

La sede del corso sara’ a Catania

Corso di formazione per 100 volontari che potranno diventare Guardie giurate con decreto prefettizio. Protezione degli animali, contrasto ai maltrattamenti, vigilanza sulle norme dell’anagrafe canina e contro il randagismo i compiti delle future Guardie zoofile.

Con il supporto dell’Assessorato alla Sanità del Comune di Catania, il patrocinio della stessa Amministrazione comunale e dell’Ordine provinciale dei Medici Veterinari e Read the rest of this entry »

 

Tag: , , , , ,

Un Caffè con Paolo Di Caro: “Ecco cosa è l’Agenzia nazionale per i Giovani”

Di Caro Paolo Giuseppe

Francesco Bianco

Il direttore generale dell’Agenzia Nazionale per i Giovani, appena  riconfermato nel suo incarico dal governo Monti, il trentanovenne catanese Paolo Di Caro, ci concede un’intervista per raccontarci dettagliatamente l’importante ruolo svolto da questo ente. L’ex esponente di An, già assessore comunale allo sport nel capoluogo etneo, tiene a dare subito qualche cifra, a scanso di equivoci.

“Mi preme sottolineare – esordisce Di Caro- che quello che da qualche osservatore distratto è stato classificato come un ente inutile, nasce per decisione della Commissione Europea che obbliga gli stati membri a dotarsene.  Ha finanziato dal 2008 ad oggi, oltre 1650 progetti,  ha erogato fondi per circa 27 milioni di euro coinvolgendo più di 30.000 giovani italiani solo per il programma Gioventù in Azione, con una capacità di spesa, rispetto allo stanziamento che ha raggiunto nel 2011 il 100%. Questo dato che mi conforta, stride purtroppo con quelli che provengono da molte regioni fra cui la Sicilia, la cui capacità di spesa dei fondi stanziati dall’Europa è spesso drammaticamente inferiore al 50%”.
Negli ultimi anni è cambiato qualcosa?
“Per quanto ci riguarda, si. Dal 2008 ad oggi l’Agenzia Nazionale per i Giovani, ha subito notevoli miglioramenti da un punto di vista gestionale e dal punto di vista delle attività svolte”.
Quali sono gli scopi dell’Agenzia nazionale per i giovani?
“Promuovere la cittadinanza attiva dei giovani ed in particolare la loro cittadinanza europea, di sviluppare la solidarietà e promuove la tolleranza fra i giovani per rafforzare la coesione sociale, nonchè favorire la conoscenza, la comprensione e l’integrazione culturale tra i giovani di Paesi diversi e favorire la cooperazione nel settore della gioventù a livello locale, nazionale ed europeo”.
Ma c’è di più a quanto pare?
“L’Agenzia ha svolto e continua a svolgere ulteriori attività in collaborazione con l’allora Ministro della Gioventù, oggi semplicemente con il Dipartimento della Gioventù. La mission è quella di coinvolgere attivamente  i giovani su tutto il territorio nazionale
facilitandone la socializzazione, la condivisione degli obiettivi comunitari e delle opportunità offerte dall’UE. È in questo contesto  che si inseriscono moltissime iniziative che hanno permesso all’ANG di farsi conoscere, iniziative legate al mondo dello sport, inteso come
benessere, armonia, stile sano di vita”.
Quali ad esempio, Di Caro?
“Penso alla prima conferenza europea sulla salute e sul benessere dei giovani, o alle importanti partnership in manifestazioni sportive internazionali, dai mondiali di pallavolo a quelli di beach volley, alla recente partecipazione al 6 nazioni 2012. Iniziative che hanno
sempre ‘lasciato’ sul territorio un segno tangibile grazie alla realizzazione di piccole strutture sportive per la pratica dell’attività di base”.
Da qualche anno poi non sono mancate neanche le manifestazioni di piazza, giusto?
“Infatti. La notte bianca di Torino, il Festival della Taranta, o il Festival dell’Europa che hanno attraversato in lungo ed in largo tutto il territorio italiano facendosi portavoce di quei valori insiti nel DNA dell’Agenzia ma anche facendo conoscere sempre di più tutte le
possibilità non solo che oggi l’Europa offre ai giovani ma che il governo italiano mette in atto per loro. Non mancano anche le convenzioni siglate con i maggiori protagonisti del mondo associativo giovanile come il Forum Nazionale per i Giovani, i protocolli d’intesa con moltissime Province e Comuni sul territorio nazionale”.
L’Ang sembra, infine, essere anche al passo con  tempi.
“Importanti risultati sono stati raggiunti grazie anche alla galassia 2.0 che da due anni a questa parte ha permesso, grazie alla creazione di un sito internet interattivo, ai profili e pagina dell’ANG sui principali social network (Twitter e Facebook), ad una radio WEB

(Radio Yang), ed al più recente canale you tube di raggiungere un numero di giovani fino a questo momento impensabile. A riprova di tutto ciò importanti risultati non solo di coinvolgimento di un numero sempre crescente di giovani ma anche di progetti, di
proposte e di attività”.
Grazie Di Caro, buona giornata.

Fonte di provenienza dell'articolo

 

Tag: , , , , ,

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: