RSS

Archivi tag: università degli studi di Catania

Giornate di Studio 24-25 Gennaio 2013 – Nuove forme di governance locale come strumento di sviluppo strategico territoriale

Il 24 e il 25 gennaio 2013, a Catania, si svolgeranno due giornate di studio su “Nuove forme di governance locale come strumento di sviluppo strategico territoriale – Una ricerca comparata in sei Regioni europee: Andalusia, Brandeburgo, Puglia, Sicilia, Toscana, Veneto” presso il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali – Università degli Studi di Catania. Read the rest of this entry »

Annunci
 

Tag: , , , , ,

“Unicredit East Gate 2.0” – Catania, 19 Giugno 2012

East Gate ExportConfindustria Sicilia, partner di Enterprise Europe Network, consorzio BRIDG€conomies, promuove “East Gate 2.0″, iniziativa di orientamento per le imprese organizzata daUniCredit, in collaborazione con ICE, per supportare l’export delle PMI siciliane.

East Gate 2.0 si terrà il prossimo 19 Giugno presso l’Università di Catania – Facoltà di Read the rest of this entry »

 

Tag: , , , , ,

Si accorcia la corda per le iscrizioni al TFA – Istruzioni per l’uso

TFA - Tirocinio Formativo Attivo

TFA – TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO

Solo due settimane alla scadenza dei termini previsti per l’iscrizione alle selezioni di ammissione ai corsi TFA attivati dall’Università degli Studi di Catania. Poche informazioni e tanta attesa che finalmente è stata colmata a coloro che intendono partecipare ai corsi di preparazione all’insegnamento nelle scuole secondarie di primo e secondo grado, della durata di un anno, che attribuiscono il titolo di abilitazione per il ruolo dell’insegnante. E’ il prossimo 4 Giugno 2012 infatti il termine prestabilito da rispettare, senza nessuna eccezione, per la partecipazione al test preliminare predisposto dal Miur. Finalizzato alla valutazione delle conoscenze disciplinari relative alle materie oggetto di insegnamento di ciascuna classe di abilitazione e le competenze linguistiche di lingua italiana, il contenuto del test sarà infatti identico su tutto il territorio nazionale per ciascuna classe di abilitazione (in allegato al bando è disponibile il calendario di tutte le classi di abilitazione attivate a Catania). Per le notizie relative al bando di ammissione e per tutte le informazioni necessarie in merito alla partecipazione, occorre semplicemente cliccare sul portale dell’Ateneo di Catania www.unict.it/tfa dove è riportato integralmente il bando di ammissione. Sotto predisposizione del  Cineca (Consorzio interuniversitario per la gestione del centro di calcolo elettronico dell’Italia Nord-orientale) è disponibile inoltre un ulteriore sito internet, che fornisce istruzioni dettagliate per la candidatura. Ulteriormente è disponibile anche il numero verde dell’Ateneo 800 894 327 o è possibile mandare una e-mail presso il seguente indirizzo:tfa@unict.it.

Per la partecipazione al test l’iscrizione avviene esclusivamente online, collegandosi al seguente indirizzo: https://tfa.cineca.it/, entro le ore 24 di lunedì 4 giugno 2012, ed inserendo i propri dati.

E’ poi necessario versare una quota pari a € 100 per ciascuna classe di abilitazione, tramite il portale studenti dell’Università di Catania (http://portalestudente.unict.it). I candidati possono concorrere per più classi di abilitazione, osservando le medesime procedure per l’iscrizione. In caso di collocazione in posizione utile in graduatoria relativa a classi di abilitazione diverse, devono comunque optare per la frequenza di un solo corso di Tfa. Appena eseguita la registrazione e dunque ogni candidato sarà in possesso del proprio Pin, il login al portale vi permetterà di poter procedere per il versamento della quota citata sopra relativa alla classe di interesse, attraverso la dicitura “Tfa” e a seguire che “generazione versamenti”. Seguendo le istruzioni per il pagamento si otterranno i relativi moduli da stampare. In caso di presenza alla candidatura di soggetti diversamente abili o con disturbi specifici di apprendimento devono integrare la domanda di iscrizione con una comunicazione al CInAP, Centro per l’integrazione attiva e partecipata (www.unict.it/csd) di via Antonino di Sangiuliano 259, tel. 095/7307182-189, entro le 12.30 del 4 giugno 2012, indicando l’eventuale ausilio necessario e allegando la documentazione rilasciata dalla struttura sanitaria pubblica competente per territorio.

Chi può partecipare?

Alla selezione per i posti disponibili per ciascuna classe di abilitazione potranno partecipare coloro che sono in possesso di diploma di laurea vecchio ordinamento (ex legge 341/90) oppure di laurea specialistica/magistrale conseguita ai sensi dei DD.MM 509/99 e 270/04. Ancora potranno accedere  i candidati con titoli di studio conseguiti all’estero. Ad eccezione, coloro che hanno superato l’esame di ammissione alle vecchie scuole di specializzazione per l’insegnamento secondario (Ssis), e coloro che erano iscritti alle Ssis e che hanno sospeso la frequenza senza aver sostenuto l’esame per l’abilitazione (compresi coloro che fossero risultati idonei e in posizione utile in graduatoria ai fini di una seconda abilitazione), saranno ammessi senza sostenimento di alcuna prova.

Occorrerà un voto non inferiore a 21/30 (ogni risposta corretta viene valutata 0.5 punti), per essere ammessi alla prova scritta. Tale prova sarà valutata in trentesimi e predisposta da ciascun ateneo secondo criteri comuni: per il superamento la votazione non deve essere inferiore a 21/30. A tutti coloro che sosteranno infine la prova orale, che verrà valutata invece in ventesimi, il superamento verrà conseguito con voto non inferiore a 15/20. Il calendario delle prove successive citate sopra, scritta e orale, verranno definite con un apposito decreto rettorale pubblicato su entrambi i siti dell’Università di Catania e del Cineca (vedere sopra il seguente indirizzo). Gli effettivi ammessi al Tfa saranno elencati nella graduatoria finale ottenuta dalla somma del punteggio conseguito sia nel test preliminare, sia nella prova scritta che orale e in aggiunta quello attribuito all’esito della valutazione dei titoli. Nel caso in cui si presenterà un parità di punteggio, il candidato con maggiore anzianità di servizio nelle istituzioni scolastiche sarà l’ammesso effettivo. Un ulteriore parità di punteggio invece porterà alla scelta del candidato più giovane. Non resta che augurare buona fortuna e ricordare che, nonostante attraversiamo molte difficoltà anche nell’ambito dell’insegnamento, resta comunque un mestiere che ci rende orgogliosi e portatori di cultura a quei giovani, piccoli o grandi, che hanno ancora tanta voglia di fare, voglia di camminare e di creare un mondo fatto di nuove opportunità.

Logo

Fonte di provenienza dell’articolo

Articolo correlato:

 

Tag: , , , , ,

L’Università di Catania cerca un tecnico elaborazione dati (Scadenza del bando: 16/04/2012)

L’Università di Catania ha bandito una selezione, per titoli e colloquio, per l’assunzione di un tecnico elaborazione dati con rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato e orario di lavoro a tempo pieno, presso il Dipartimento di Ingegneria elettrica, elettronica e informatica.
Fra i requisiti previsti ci sono:

  • cittadinanza italiana o di uno dei Paesi dell’Ue
  • laurea in Ingegneria informatica o Ingegneria elettronica o lauree specialistiche in Ingegneria informatica, Ingegneria elettronica o Ingegneria dell’automazione o del controllo dei sistemi complessi
  • dottorato di ricerca
  • almeno 3 anni di esperienza in altre Università o strutture pubbliche con particolare riferimento alle attività previste dal profilo richiesto dal bando

Le domande vanno spedite  entro il 16 aprile con raccomandata con ricevuta di ritorno e  indirizzate al direttore amministrativo dell’Università degli Studi di Catania, Area per la gestione amministrativa del personale, piazza Università 16, a Catania.

In alternativa, le istanze possono essere presentate a mano nei giorni di lunedì e venerdì dalle 9,30 alle 12 e nei giorni di martedì e giovedì dalle 9,30  alle 12 e dalle 15 alle 16.

Per maggiori dettagli vi invitiamo a consultare la pagina dell’ Ateneo catanese.

Vedi il BANDO

Fonte di provenienza dell'articolo

 

Tag: , , , , ,

Corso UNICEF 2012 all’Università di Catania

III Corso Multidisciplinare UNICEF di Educazione allo Sviluppo

“Facilitare la conoscenza della Convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, strumento fondamentale per un mondo a misura di bambino”

Anno Accademico 2011/2012

Sta per iniziare il III Corso Multidisciplinare di Educazione allo Sviluppo“Facilitare la conoscenza della Convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, strumento fondamentale per un mondo a misura di bambino”, organizzato dal Comitato Provinciale di Catania per l’UNICEF in collaborazione con il Centro Orientamento e Formazione dell’Università degli Studi di Catania.

Il Corso si rivolge in particolare agli studenti universitari e neolaureati di tutte le facoltà dell’Università degli Studi di Catania, non escludendo la possibilità di studenti iscritti ad altri Atenei italiani, ai Docenti referenti UNICEF delle scuole di ogni ordine e grado, agli operatori socio-assistenziali e agli studenti degli Istituti Psico-pedagocici della provincia di Catania, e a tutti coloro interessati alle tematiche trattate, fino ad un massimo di 200 partecipanti. Il 70% dei posti è riservato agli studenti universitari e ai neolaureati e il rimanente 30% ai Docenti Referenti UNICEF, alle studentesse e agli studenti dei Licei e degli Istituti superiori e a tutte le altre categorie.

Il Corso, che si articola in 10 incontri pomeridiani della durata di 3 ore ciascuno, avrà cadenza settimanale e si svolgerà dal 28 marzo al 30 maggio 2012 presso l’Aula Magna del Liceo Statale “G. Lombardo Radice”, in Via Imperia, 21 a Catania dalle ore 16,30 alle ore 19,30.

Al termine del Corso verrà rilasciato un Attestato di partecipazione solo a chi avrà seguito almeno 8 incontri su 10. L’attestato potrà essere presentato per il riconoscimento di crediti formativi. E’ stato richiesto il riconoscimento dei crediti formativi  universitari a tutti i Dipartimenti.

Modalità di iscrizione

Per essere ammessi al Corso occorre compilare la scheda di iscrizione (a fondo pagina trovi le schede: compila quella della categoria a cui appartieni) e versare uncontributo di 25 € direttamente presso il Comitato Provinciale di Catania per l’UNICEF, in via Montesano, 15 (nei pressi della Prefettura).

La quota di partecipazione è finalizzata alla parziale copertura delle spese di organizzazione e del materiale di documentazione che sarà distribuito durante gli incontri.

La Segreteria organizzativa UNICEF (tel. 095320445 – fax 0957151638) osserva i seguenti orari: dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20.

E’ possibile prei-scriversi, inviando una e-mail all’indirizzo: comitato.catania@unicef.it  indicando cognome, nome, categoria di appartenenza e recapiti telefonici. In assenza di una sola delle indicazioni, la domanda non sarà presa in considerazione.

Le pre-iscrizioni dovranno essere formalizzate presso il Comitato Provinciale di Catania per l’UNICEF entro e non oltre cinque giorni dal loro invio e, comunque, non oltre le ore 12.00 di sabato 24 marzo 2012.

Programma

28 marzo – Apertura dei lavori e saluti delle Autorità
Pietrina Paladino
: Dirigente del Liceo Statale “G. Lombardo Radice” – Catania

Presentazione del Corso
Vincenzo Lorefice
: Presidente del Comitato Provinciale di Catania per l’UNICEF


“Riflessioni sulla Convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza e sul modello di Equity Approach”

Le principali strategie di equità per l’infanzia nelle 4 aree chiave: sopravvivenza e sviluppo, HIV e AIDS, istruzione di base e parità di genere, protezione.

La Dichiarazione di Alma Ata.
Davide Cavazza: Responsabile area rete comitati provinciali e regionali, Comitato Italiano per l’UNICEF

 Video UNICEF: “I grandi momenti della storia dell’UNICEF”

4 aprile – “La sicurezza del bambino fuori e dentro le mura domestiche”

Infanzia violata. Strumenti europei e italiani per contrastare la tratta, lo sfruttamento e gli abusi sessuali
Marcello 
La Bella: Vice Questore Aggiunto della Polizia di Stato, Dirigente Compartimento “Sicilia Orientale” Polizia Postale e delle Comunicazioni – Catania

La tecnica del Babyproofing e la sicurezza dei bambini tra le mura domestiche

Giuseppe Mazzola: Segretario Provinciale F.I.M.P., Federazione Italiana Medici Pediatri – Catania


11 aprile – “La salute, prima di tutto”

”Latte materno come “sistema biologico”
Angela Motta: Direttore l’UOC Neonatologia – TIN Azienda “Garibaldi-Nesima” di Catania

Il Codice Internazionale sulla Commercializzazione dei Sostituti del Latte Materno. Le violazioni e i conflitti d’interesse

Grazia De Fiore: Consulente Professionale in allattamento Materno IBCLC.

La campagna UNICEF di sensibilizzazione e di invito all’azione: “Vogliamo ZERO”.

Susanna Bucci: Direttore Comunicazione, Comitato Italiano per l’UNICEF

Video UNICEF: “Repubblica Centro Africana. L’Ospedale di Ndele”


18 aprile – “La povertà dei bambini e degli adolescenti in Italia e nel mondo”

Dalla decolonizzazione alla globalizzazione. I conflitti e le emergenze visti dal Sud del Mondo.
Nunzio Famoso: DOPreside della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere, Docente di Geografia, Dipartimento di Scienze Umane – Università degli Studi di Catania

Analisi della povertà: questioni di misura e progressi nel raggiungimento degli obiettivi del millennio.

Iuri Peri: Docente di Storia dell’ambiente e del paesaggio rurale, Dipartimento di Scienze Economico-Agrarie ed Estimative – Università degli Studi di Catania

Il progetto UNICEF: “Per una strategia di contrasto alla povertà dei bambini e degli adolescenti in italia”.

Laura Baldassarre: Responsabile advocacy istituzionale, Comitato Italiano per l’UNICEF

26 aprile – “Il confronto, strumento di cambiamento e di progresso sociale.”

Immigrati, stereotipi e pregiudizi.
Rosalba Perrotta: Docente di Sociologia – DAPPSI, Dipartimento di Analisi dei Processi Politici, Sociali ed Istituzionali – Università degli Studi di Catania.

La Campagna dell’UNICEF Italia: “IO come TU, mai nemici per la pelle”, per sviluppare e approfondire il tema dell’Equity.

Video collection UNICEF: “Io come Tu”

Marta Fiasco: Ufficio coordinamento campagne, Comitato Italiano per l’UNICEF

Interdipendenza, dissoluzione dei confini geografici e società interculturale tra antiche paure e opportunità nascoste.

Santo Di Nuovo: Docente di Psicologia, Dipartimento di Scienze della Formazione – Università degli Studi di Catania

2 maggio – “Pregiudizi, discriminazioni, esclusione sociale. Il ruolo dei media e l’impegno di ciascuno”

Luci ed ombre nella costruzione dell’immagine del diverso e di una rappresentazione socialmente condivisa.
Graziella Priulla: Docente di Sociologia dei Processi culturali – DAPPSI, Dipartimento di Analisi dei Processi Politici, Sociali ed Istituzionali – Università degli Studi di Catania

Media, multiculturalità e rischio di omologazione.

Rosaria Sardo: Docente di Linguistica Italiana, Dipartimento di Scienze Umanistiche – Università degli Studi di Catania

Multiculturalità e strategia di “positivazione” per la costruzione di un’immagine dei giovani immigrati. Un caso di ricerca su due comunità virtuali.

Augusto Gamuzza: Assegnista di ricerca in Sociologia Generale – Dipartimento di Processi Formativi – Università degli Studi di Catania.

9 maggio – “Barriere architettoniche e sociali e marginalità. L’impegno delle professionalità e delle istituzioni”

Lo stato di applicazione delle normative in materia di abbattimento delle barriere architettoniche a Catania. I problemi della realtà dell’handicap.
Luigi Longhitano: Presidente dell’Ordine degli Architetti della provincia di Catania

Le attività istituzionali d’inclusione e di integrazione degli stranieri nella Città di Catania.
Angela Saitta: Funzionario Progetto immigrati-Casa dei Popoli. Comune di Catania

Diritto alla vita. Rischi e speranze per i bambini con disabilità e i loro fratellini. Il progetto ANFFAS
Antonella Di Blasi: Presidente ANFFAS Onlus Catania, Associazione Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e Relazionale.

16 maggio – “Barriere culturali e lotta all’esclusione. Diritti, doveri e appartenenze”

Figli di immigrati, nati in Italia. Cittadini italiani, quando e come?
Liana Maria Daher: Docente di Sociologia, Dipartimento di Scienze della Formazione – Università degli Studi di Catania

I diritti sociali dei minori non cittadini nella giurisprudenza costituzionale: istruzione, assistenza sociale e salute.

Giuseppe Chiara: Docente di Diritto Costituzionale – Dipartimento del Seminario Giuridico – Università degli Studi di Catania

Associazioni criminali e minori migranti.

Salvatore Aleo: Docente di Diritto Penale – Dipartimento di Analisi dei Processi Politici Sociali ed Istituzionali – Università degli Studi di Catania

23 maggio – “A scuola, comunque”

La scuola in ospedale e a domicilio: fra diritto alla salute e diritto all’istruzione.
Pietrina Paladino: Dirigente del Liceo Statale “G. Lombardo Radice” – Catania

Una scuola a misura di bambino, anche per i migranti. L’esperienza del progetto LAPOSS. 

Antonella Agodi: Docente di Igiene e sanità Pubblica – Dipartimento “G. F. Ingrassia” – Università degli Studi di Catania

La robotica in ospedale.

Laura Le Metre: Docente di scuola primaria presso l’Istituto Comprensivo Statale “Diaz–Manzoni”, Plesso Policlinico Universitario – Catania

Al di là dell’istruzione. L’educazione non formale e gli strumenti di apprendimento e di formazione nei progetti UNICEF.

Manuela D’Alessandro: Programma Scuola e Università, Comitato Italiano per l’UNICEF.

30 maggio – “Solidarietà e giustizia tra i popoli. La cooperazione allo sviluppo”

La Cooperazione allo Sviluppo. Il difficile percorso di riforma della legislazione italiana.
Rosario Sapienza: Docente di Diritto Internazionale, Dipartimento del Seminario Giuridico Università degli Studi di Catania

La globalizzazione e la partecipazione dei giovani nei processi di sviluppo

Gianfranco Rotigliano: già Direttore Regionale UNICEF per l’Africa Centrale e Occidentale.

Interventi programmati sui temi della sessione: Daniel De LiquoriAdriana MedicoFilippo Palmisciano e Ivana Santonocito, giovani volontari del gruppo “Younicef for Unicef” della provincia di Catania.

Controcampus
Fonte di provenienza dell’articolo
 

Tag: , , , , ,

Catania: Seminario “Identità di genere e linguaggi”, seminario sul linguaggio sessista e la manipolazione delle parole

A cura del CPO
immagine

Seminario sul linguaggio sessista e la manipolazione delle parole (5-6-7 Marzo 2012)

Nei giorni 5, 6 e 7 Marzo 2012, dalle 9 alle 12, nell’aula B della Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Catania si svolgerà il seminario della prof.ssa Graziella PRIULLA sul tema del linguaggio sessista e la manipolazione delle parole dal titolo Identità di genere e linguaggi.

Il seminario è aperto al pubblico.

Le studentesse e gli studenti potranno usufruire di 3 CFU per la frequenza al seminario con verifica finale.

Verranno fornite dispense in PowerPoint.

Links correlati

Palazzo Sangiuliano – Via S. Maria del Rosario 9 (1° piano)
Telefono 095 7307481   Fax 0957307479
Fonte di provenienza dell’articolo
 

Tag: , , , ,

Catania: Seminario “Valorizzare la presenza femminile nella ricerca e nell’innovazione”

Data  evento: 07/03/2012 –

Sede:  Catania, Università degli Studi di Catania (Facoltà di Lettere e Filosofia)

Il PON Ricerca e Competitività 2007-2013 in collaborazione con l’APRE – Agenzia per la promozione della ricerca europea – realizzano nelle regioni dell’Obiettivo Convergenza, giorno 7 marzo alle ore 14.00, presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Catania (Coro di Notte, ex Monastero dei Benedettini, in Piazza Dante, 32) il Seminario dal titolo “Valorizzare la presenza femminile nella ricerca e nell’innovazione”. Scopo dell’incontro è quello di sensibilizzare il territorio verso i programmi esistenti, a livello europeo e nazionale, circa la promozione delle Pari Opportunità di genere nel settore della Ricerca.immagine

Durante l’incontro verranno presentate le esperienze dirette di ricercatrici e imprenditrici che si sono distinte, sviluppando progetti innovativi di Ricerca e d’Impresa. Sarà possibile seguire i lavori della giornata sul canale social Twitter del PONREC, inviando domande e partecipando interattivamente al dibattito in corso.
Per ragioni organizzative è preferibile registrare la propria partecipazione: clicca qui

La Segreteria Organizzativa è inoltre a disposizione per fornire eventuali ulteriori informazioni ai numeri 06 9772 7580-6122 e agli indirizzi: elisabetta.fonti@miur.itgualandi@apre.it

Valorizzare la presenza femminile nella Ricerca e nell’Innovazione

Le iscrizioni sono aperte

In allegato il programma della giornata.

Documenti allegati

Allegato: pdf - Programma_APRE-PON_Donne_e_Ricerca_Catania_DEF.pdf Programma_APRE-PON_Donne_e_Ricerca_Catania_DEF.pdf (558 KB – *.pdf)

Consorzio Sol.Co. - Rete di Imprese Sociali Siciliane

Fonte di provenienza dell'articolo

 

Tag: ,

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: